Stacks Image pp294521_n312906_n2

Umorismo di sostegno

PUBBLICAZIONE UMORISTICA FONDATA DALL'ACCADEMIA DEI CINQUE CEREALI IL 2 GIUGNO 2016

ANNO VI d.F. - IDEATO, SCRITTO, IMPAGINATO, POSTATO E LETTO DAGLI AUTORI E DA SEMPRE DEDICATO A FRANCO CANNAVÒ

Fondatore e macchinista: Paolo Marchiori.
Vicedirettori postali (addetti ai post): Stefania Marello, Christina Fasso, Italo Lovrecich, GioZ, il Pensologo Livio Cepollina.

In questa sezione sono riportati articoli scritti tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC collaborava allegramente con LA TAMPA

LAVOREREMO 5 GIORNI IN PIU’ PER PAGARE LE TASSE E FARA’ PURE BEL TEMPO

GLI EFFETTI DI CRISI E MANOVRE ECONOMICHE SI NOTANO GIA’ NEI PRIMI GIORNI DEL 2012 E SI CERCANO SOLUZIONI ALTERNATIVE


6 GENNAIO: ARRIVANO I RE MOGI. Ebbene si, avete letto bene, pure le statuine del presepe hanno perso il sorriso che le caratterizzava, dato il Lieto Evento. Si dice che l’oro e l’incenso nelle statuine del classico presepe napoletano siano stati sostituiti da rame e origano per pizza, mentre la mirra resta invariata (segno che a nessuno può interessare di meno).


APERTURA DEI NEGOZI 24h: Per poter competere con i grossi centri commerciali, in grado di poter assumere commessi su 3 turni, i piccoli commercianti si stanno organizzando in multiproprietà, dove 3 famiglie di commercianti saranno proprietari del negozio dalle 6 alle 14, dalle 14 alle 22, e dalle 22 alle 6 del giorno dopo.

Al vaglio della POCOMMERCIO (associazione poveri commercianti) anche la formula “condominio” che permetterebbe di avere quote millesimali di proprietà del negozio e di dividere equamente spese e incassi.


ENERGIA OLICA: Dopo l’energia fotovoltaica, quella geotermica e quella eolica, ora si sperimenterà l’energia olica, cioè l’energia da olio di gomito.

Si tratta di una fonte di energia rinnovabile disponibile e a portata di braccio in tutte le nostre case a costo zero.

Presto saranno in vendita dei kit per sostituire le inquinanti batterie della grattugia elettrica, o dello spremiagrumi con comode e maneggevoli, nonché girevoli manovelle a olio di gomito.


VACANZE DI NATALE A CUNEO: Con i tagli alla cultura, e in particolare alle produzioni cinematografiche, pare che il prossimo anno anche il classico cinepanettone non potrà essere girato a Cortina, nella perla delle dolomiti, ma in località molto meno esotiche.


NASCE L’OSPIZZICO: Con l’aumento delle tasse a 360° (4 volte 90° n.d.r.) i più colpiti sono senz’altro i pensionati, per questo nasceranno delle case di riposo con annessa pizzeria dove i nostri nonnetti potranno una volta a settimana “spizzicare” qualche crostina di pizza o di panino imbottito (con l’espresso invito a digiunare gli altri 6 giorni).

Si tratterebbe del primo esperimento di alloggio / ristorazione low cost e low toast.


RINCARO CARBURANTI: Nelle mense dei poveri a causa dell'aumento del prezzo del carburante verranno distribuiti 2 pasti caldi al giorno costituiti da primo, secondo, frutta, acqua a volontà e a scelta mezzo litro di vino, oppure mezzo litro di benzina verde o di gasolio (possibile avere quello per autotrazione oppure per riscaldamento).


LOTTA ALL’EVASIONE FISCALE DEI FOTOGRAFI: Non poteva mancare un piano per far pagare un po’ anche questa categoria (e basta con i poveri notai, commercialisti, avvocati e medici!!!). Chi verrà sorpreso ad esempio a pagare in nero un servizio fotografico, riceverà un album di foto nere. Immaginate un servizio per un matrimonio by night…

Freddy Marchiori (GENNAIO 2012)


A SORPRESA CONTROLLI ANTIDOPING AL FESTIVAL DI SANREMO

GARE CANORE: STESSE REGOLE DELLE COMPETIZIONI SPORTIVE

PRIMI SOSPETTI NEGLI ANNI ’90 DOPO “PERCHE’ LO FAI” DI MASINI

Droghe, alcool, psicofarmaci, la leggenda narra che ad abusarne siano i cantanti rock, i cosiddetti “maledetti”, ma già dalle prime apparizioni di Vasco negli anni ’80 (arrestato per possesso di stupefacenti), e di Masini in seguito, si intuiva che argomento centrale del Festival erano le sostanze proibite. “Storie di tutti i giorni” indubbiamente si riferiva alle “storie” del mondo della tossicodipendenza, per non parlare de “L’uomo volante” di Masini, indubbio riferimento all’allucinogeno LSD.

Non sono certo esenti dal legittimo sospetto i direttori artistici che si sono susseguiti nel corso degli anni, basti pensare che hanno selezionato cantanti come Jalisse, Emanuele Filiberto, Pupo, Zarrillo, Arisa e Gazosa.

Detto fatto, ieri sera a Teatro Ariston si sono presentati gli uomini della Guardia di Finanza di Imperia con i cani antidroga in borghese (i cani erano camuffati da scoiattoli grigi della California) e hanno atteso a bordo palco l’esibizione dei cantanti in gara.

Purtroppo nell’attesa sono stati costretti ad ascoltare tutti i cantanti in competizione e dopo oltre 3 ore di ascolto di musica melodica, gli uomini delle forse dell’ordine iniziavano ad accusare i primi segni di cedimento, a tal punto che non riuscivano a comprendere come pubblico presente in platea potesse resistere così stoicamente a quel supplizio canoro: la risposta era univoca.

Ridetto rifatto, il comandante delle Fiamme Gialle al termine della puntata di ieri ha dato ordine di fare il test antidroga al pubblico presente nelle prime tre file della platea.

I test sono risultati tutti negativi, probabilmente si tratta di sostanze psicotrope di ultima generazione, proprio per questo è possibile resistere di fronte a tanto strazio melodico e né i cani, neppure gli strumenti a disposizione dei finanzieri ne hanno rilevato la presenza.

Frank Oats & Paul Rice – ACC (FEBBRAIO 2012)


AVANTI CON LE LIBERALIZZAZIONI: I NOTAI STURERANNO LAVANDINI AI FARMACISTI E I TAXISTI COMPILERANNO 730 AGLI AVVOCATI

STOP AI NUMERI CHIUSI E MAGGIORE FLESSIBILITA’ AI TITOLI DI STUDIO

Grazie alla moderna ed efficace, nonché rivoluzionaria riforma sulle liberalizzazioni presto cesseranno di esistere le vecchie figure professionali.

Ogni ditta (individuale o società) potrà scegliere liberamente che professione professare, non ci saranno più concorsi e non esisteranno più le corporazioni a numero chiuso.

Per poter aprire uno studio notarile o una farmacia sarà sufficiente aver conseguito una laurea (rispettivamente in giurisprudenza e in chimica farmaceutica), niente più fastidiosi e inutili concorsi; per avere la licenza di tassista sarà sufficiente avere la patente B, per lavorare all’ufficio del territorio (catasto per i profani) sarà sufficiente avere il diploma di geometra).

Anche la tecnologia aiuterà: per fare l’insegnante di italiano o il giornalista sarà sufficiente avere una laurea o dimostrare di aver chattato con successo su Facebook per almeno 5 anni; se invece si scrive da cani si potrà ripiegare su una toelettatura per amici a quattro zampe.

La vera novità sarà che chiunque potrà esercitare qualunque lavoro, a patto che apra la partita IVA e che paghi le tasse in base al reddito: ad esempio se un medico ha la patente di guida potrà fare il tassista, se un commercialista è abbonato a una rivista scientifica, potrà sostituire lampadine e fare piccole riparazioni agli impianti elettrici, oppure installare impianti fotovoltaici.

Ognuno potrà liberamente valutare e decidere liberamente: ad esempio se un avvocato facendo consulenze a 150 euro l’una, e ne fa un paio all’ora, è evidente che gli converrà aprire la partita IVA da idraulico, il quale per sostituire un rubinetto da lavabo prende 80 euro (diritto di chiamata + manodopera), ma che può sostituire dai 4 ai 6 rubinetti in un’ora.

Freddy Marchiori - ACC (FEBBRAIO 2012)


È COSTITUZIONALE LA NOSTRA COSTITUZIONE?

LA CORTE COSTITUZIONALE DICHIARERÀ INCOSTITUZIONALE LA COSTITUZIONE.

Una Costituzione incostituzionale è come un caffè decaffeinato, un tè deteinato, o un latte senza lattosio. Cioè un prodotto un po’ strano, per dietisti spinti, che tuttavia ingurgitiamo, convinti che sia meglio assumere un surrogato piuttosto che privarsene del tutto.

Abbiamo la Costituzione più bella del mondo?

Mi sembra la storia secondo la quale i calvi sarebbero più intelligenti e sessualmente più prestanti.

Sarà vero, ma lo dicono solo i calvi.

O ancora, la legge della “L” sui nani: la enfatizzano solo quelli sotto il metro e cinquanta, ma mai nessuna donna ha confermato la teoria testimoniando sull’argomento.

Forse agli italiani basterebbe che la Costituzione fosse, se non proprio la più bella, almeno di sana e robusta costituzione. Che non rischiasse di essere spazzata via da fiumi di parole a vuoto, e dalle risse tra parlamentari incompetenti.

Fra quelli che reputano sia la migliore, quanti hanno letto le costituzioni, non di tutti, ma diciamo di almeno una cinquantina di Stati?

L’Italia è ancora una Repubblica democratica fondata sul lavoro?

Per forza, poiché non è ancora stato trovato un sostitutivo adeguato.

Anche se si potrebbe obiettare che unire nella stesa frase i vocaboli “Italia”, “democratica” e “lavoro” possa essere una forzatura di questi tempi non facilmente comprensibile da molti italiani.

Basta intendersi sui nuovi significati della parola lavoro, che comprendono ad esempio anche il lavoro in nero, il lavoro non retribuito degli stagisti presso le aziende, quello delle donne-madri-nonne-badanti, dei volontari di mille associazioni senza i quali fallirebbe persino un servizio essenziale come il 118.

E poi, lo Stato incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme?

Sempre. Basta intendersi: tutela molto di più il risparmio che i risparmiatori.

Lo Stato non saprebbe come raccattare in altri modi il denaro per pagare i politici, e riempire le voragini senza fondo del proprio bilancio.

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale, e sono eguali davanti alla legge? Senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche?

Massì, più o meno è così. E se ti senti un pochino discriminato, basterà una telefonata alla Cancellieri…

Ma la Corte Costituzionale, che non smette un attimo di agitarsi, e sputare sentenze che nessuno le chiede, ha da poco sentenziato che la legge elettorale soprannominata Porcellum è illegittima.

Apriti cielo! Questo significa che tutti i parlamentari da noi votati con quel sistema sono illegittimi, e di conseguenza tutto quanto è stato deciso, decretato, legiferato negli ultimi otto anni sarebbe illegittimo.

Quindi anche la suddetta Corte Costituzionale (ormai quasi una Corte dei Miracoli, per quanto riesce ad incasinare le cose) è illegittima, poiché è stata nominata da un Parlamento e da un Presidente illegittimi. E sono illegittime tutte le sue sentenze, compresa quella di dichiarare incostituzionale la Costituzione.

Un groviglio inestricabile, un gatto che si morde la coda.

Alla fine ci terremo la nostra vecchia Costituzione, con le bellezze, i vizi e le virtù: tutto compreso.

M&M&M - Marchiori - Marello – Miglio (DICEMBRE 2013)


Continua...

Disclaimer. Questo blog non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog potrebbero essere estrapolati da internet e, pertanto, se non considerate di pubblico dominio, perlomeno accessibili a chiunque. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, siete pregati di comunicarcelo senza esitazioni all’indirizzo e-mail: info @ lastampella.it e saranno immediatamente rimossi.
Gli scritti che contengono riferimenti a persone realmente esistenti hanno il solo scopo (si spera) di far sorridere e sono frutto del vaneggiare degli autori. Se tuttavia qualcuno non gradisse un articolo o una sua parte può chiederne la rimozione all’indirizzo di cui sopra, motivando l’istanza.
Non siamo responsabili dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
| Copyright © 2016 La Stampella | contatti | newsletter | privacy policy | sitemap |