Stacks Image pp294521_n312906_n2

Umorismo di sostegno

PUBBLICAZIONE UMORISTICA FONDATA DALL'ACCADEMIA DEI CINQUE CEREALI IL 2 GIUGNO 2016

ANNO IV d.F. - IDEATO, SCRITTO, IMPAGINATO, POSTATO E LETTO DAGLI AUTORI E DA SEMPRE DEDICATO A FRANCO CANNAVÒ

Fondatore e macchinista: Paolo Marchiori.
Vicedirettori postali (addetti ai post): Stefania Marello, Christina Fasso, Italo Lovrecich, GioZ, il Pensologo Livio Cepollina.

In questa sezione sono riportati articoli scritti tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC collaborava allegramente con LA TAMPA

SICUREZZA DEL VOLO POST 11 SETTEMBRE



Sono angELICA, ho 48 anni e vivo a Biella, anche se vi trascorro pochissimo tempo; infatti, per motivi di lavoro, spesso devo viaggiare in tutta Europa e talvolta anche negli Stati Uniti.

Siccome il tempo è denaro, utilizzo un aerotaxi, che dall’Aeroporto di Cerrione mi trasferisce in poco tempo alla Malpensa o a Caselle.

Devo confessare che, dopo il funesto undici settembre 2001, non sono più tranquilla nell’affrontare i miei viaggi, e vedo terroristi ovunque. Un mese fa a Linate ho messo al tappeto, con una mossa di Tai Chi, un pilota Alitalia, solo perché era vestito da comandante in modo da non destare sospetti (si sa, il vero terrorista si camuffa in maniera impeccabile).

Ora temo che i controllori di volo e gli inservienti siano terrorizzati dalla sottoscritta, ma non ci posso fare nulla, la paura è più forte di me. Pare addirittura che, dopo la prematura morte di Bin Laden, la sua foto sia stata rimossa e abbiano incollato la mia al suo posto.

Sono certa che non ci saranno mai giorni peggiori per volare di quel fatidico undici settembre, ma è più forte di me. Cosa posso fare?


RISPOSTA A CURA DELL'ACC

Cara ANGelica,

contrariamente a quanto si possa pensare il giorno più a rischio per la sicurezza non è stato quel famoso undici settembre, ma il 9 giugno di quest’anno; per contro, soltanto tre settimane dopo è stato il giorno più sicuro, come testimoniano alcuni cartelli affissi in aeroporto.

Le probabilità ad esempio che su un aereo ci sia una bomba sono piuttosto basse, diciamo nell’ordine di una su centomila; invece le probabilità che a bordo di un aereo vi siano addirittura due bombe sono ancora più basse: dell’ordine di mezza su duemila miliardi. Se la matematica non è un’opinione, risulta chiaro che se lei si porta nel bagaglio a mano un ordigno esplosivo (due sarebbe ancora meglio) praticamente sta in una botte di ferro (anzi, di alluminio e fibra di carbonio, materiali di cui sono fatti gli aerei).


Disclaimer. Questo blog non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog potrebbero essere estrapolati da internet e, pertanto, se non considerate di pubblico dominio, perlomeno accessibili a chiunque. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, siete pregati di comunicarcelo senza esitazioni all’indirizzo e-mail: info @ lastampella.it e saranno immediatamente rimossi.
Gli scritti che contengono riferimenti a persone realmente esistenti hanno il solo scopo (si spera) di far sorridere e sono frutto del vaneggiare degli autori. Se tuttavia qualcuno non gradisse un articolo o una sua parte può chiederne la rimozione all’indirizzo di cui sopra, motivando l’istanza.
Non siamo responsabili dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
| Copyright © 2016 La Stampella | contatti | newsletter | privacy policy | sitemap |