Stacks Image 2

Umorismo di sostegno

PUBBLICAZIONE UMORISTICA FONDATA DALL'ACCADEMIA DEI CINQUE CEREALI IL 2 GIUGNO 2016

ANNO VI d.F. - IDEATO, SCRITTO, IMPAGINATO, POSTATO E LETTO DAGLI AUTORI E DA SEMPRE DEDICATO A FRANCO CANNAVÒ

Fondatore e macchinista: Paolo Marchiori.
Vicedirettori postali (addetti ai post): Stefania Marello, Christina Fasso, Italo Lovrecich, GioZ, il Pensologo Livio Cepollina.

DOPO LA FIRMA DIGITALE ARRIVA L'AUTOGRAFO VIRTUALE

I ragazzi del XX Secolo appassionati di musica hanno potuto apprezzare gli autografi sulle copertine dei 33 giri, in seguito sul CD, supporto di dimensioni più modeste, ma sufficienti a supportare il tanto agognato souvenir di un concerto.

Ora, con la "musica liquida" del terzo millennio, tutto si sposta su file scaricati più o meno legalmente e fare una dedica su un supporto USB sarebbe estremamente difficoltoso per un artista (fatta eccezione per i miniaturisti).

I discografici non sanno come uscirne, visto che l'incontro con i fans per il rituale firmacopie sembrava essere l'unico modo per garantire l'acquisto del CD originale (firmare su un Verbatim masterizzato, sarebbe alquanto avvilente per l'artista).

Stesso problema si pone con i libri, sempre meno acquistati in versione cartacea (meno di prima si intende), e sempre più scaricati su tablet o su eReader di ogni marca e modello. In effetti firmare a penna il proprio eBook sarebbe un'impresa improbabile per l'autore.

Ancora una volta l'Accademia dei Cinque Cereali sembra avere la soluzione al problema.

Si tratterebbe di introdurre l'autografo virtuale, un sistema molto simile all'attuale firma digitale, ma con possibilità per i VIP di rilasciare una breve dedica ai loro fans.

Scaricando l'apposita APP sarà possibile connettersi con l'artista di riferimento o con lo scrittore preferito e ottenere una dedica sottoscritta wireless, direttamente sul file dell'opera.

Il fan, per far vedere l'autografo agli amici dovrà utilizzare un lettore multimediale.

Freddy Marchiori – ACC


Un giorno gli autografi su carta saranno esposti in musei dedicati

LE MIGLIORI DELLA SETTIMANA


Padova: il marito è sterile, lei resta incinta. Il “miracolo di Sant’Antonio”. O Mimmo il fornaio?


Cannabis più dannosa dell’alcol per lo sviluppo del cervello. E gli adolescenti fanno i confronti.


C’è stata è la Giornata Nazionale della merenda. Al sud è collegata al pranzo senza interruzioni.


I brevi periodi di inattività fisica sono dannosi per la salute. Abituatevi bene: non fate mai nulla.


Su un pianeta simile alla Terra è stata scoperta l’acqua. Se ci fosse anche il vino, sarebbe perfetto.

BUON ANNIVERSARIO

La mosca cocchiera ha compiuto dodici anni.

Il qui presente inconsapevole domatore, 66.

Il suo padrino, il Venerabile Ekout, 144.

Italo Lovrecich


LE MANIGLIE DELL'AMORE

Un tempo (e non parlo del giurassico, ma degli anni sessanta e settanta) le piccole automobili, dette utilitarie, avevano tre porte: due davanti e il portellone del vano posteriore, che conteneva quasi sempre il motore.

Per far salire le persone sul sedile posteriore i sedili anteriori si ribaltavano in avanti. Di solito a stare dietro erano i bambini: dopo averli contati, minacciati di sberloni se avessero cominciato a litigare o agitarsi durante il viaggio, mamma e papà si sedevano davanti e la famigliola poteva partire spensierata (si fa per dire, papà si preoccupava sempre che potesse finire la benzina e mamma del figlioletto che pativa il mal d'auto sin dalla prima curva, e loro stavano andando a Clavière).

Da allora c'è stata una lenta evoluzione, che ha trasformato sia le famiglie sia questo tipo di automobili, le quali oggi non si chiamano più utilitarie, ma city car. Anche se il significato è ancora il medesimo: auto per poracci.

Oggi hanno quasi tutte il motore davanti, il bagagliaio dietro e cinque porte: perciò chi viaggia dietro non deve più scomodare il passeggero davanti, per entrare o uscire. Una bella comodità.

Ho notato però che molte nuove city car hanno le portiere posteriori invisibili e la maniglia per aprirle è situata in alto, quasi completamente nascosta alla vista. Da lontano sembrano avere solo tre porte. Ma perché? Motivi estetici? La maniglia è una cosa brutta, offensiva alla vista?

Da persona pratica (e anziana) quale sono spero ci siano motivazioni tecniche che non conosco. Perché non vedo come delle maniglie possano essere antiestetiche. A meno che non si tratti delle cosiddette maniglie dell'amore...

A questo proposito mi è stata raccontata una triste storia.

Una domenica di primavera una tipica moderna famiglia italiana, composta cioè da marito moglie e un cane, invita una vecchia zia ad una gita fuori porta. Zia Nuccia è contentissima: vive sola e le sue domeniche sono piuttosto tristi.

Ma oggi, grazie ai nipoti e alla loro nuovissima city car, anche lei può trascorrere una giornata all'aria aperta, pranzare in una vecchia trattoria (ia-ia-o), godersi la vista di un laghetto con tanto di allevamento di trote-salmone e annessa nursery di zanzare-tigre. Nel tardo pomeriggio, per rifarsi di tutto il sangue donato alle zanzare, fanno anche una merenda sinoira, a base di pane raffermo e acciughe verdi, anche se non è chiaro se si tratti delle tipiche acciughe in salsa verde o di acciughe semplicemente andate a male. Zia Nuccia non ci fa caso, è troppo contenta.

Per ritornare decidono di prendere l'autostrada "per fare prima", ma si imbottigliano in una coda chilometrica da casello a casello. Zia Nuccia, che ha osato, nell'entusiasmo della giornata, assaggiare le famose acciughe della piola, ha bisogno urgente di andare in bagno. Decidono di fare una sosta apposta per lei ai bagni di una stazione di servizio. I nipoti e il cane l'attendono in auto.

Quando la zia ritorna si consuma rapidamente il dramma. Il nipote, vedendola arrivare, avvia il motore, dà un colpo di clacson per farsi vedere e le fa segno di accomodarsi dietro. Zia Nuccia cerca disperatamente la maniglia per aprire la porta, ma non c'è verso, non la trova: a lungo tasta la vernice della fiancata nel posto in cui di solito si trova la maniglia, cerca di infilare le dita nella connessura tra la portiera e la scocca, ma è impossibile trovare il varco. Disperata, prova persino con "Apriti Sesamo". Macché, niente da fare. Nel frattempo il cane, non più giovane nemmeno lui, non la riconosce, e vedendo questa estranea che tocca affannosamente la macchina, si mette ad abbaiare furiosamente. Ma la nipote dorme e il marito, tutto concentrato a inviare watsapp sul cellulare, pensa che la zia sia ormai a bordo e... parte.

Povera zia Nuccia, non se lo merita. Anziana, sola, senza il cellulare (rimasto in auto) vaga a lungo nel parcheggio, sentendosi pure lei invisibile come una maniglia, prima che un automobilista di passaggio chiami i carabinieri.


Stefania Marello


City car con maniglie posteriori invisibili


Chi cerca trova.

(Ma nella realtà l'aiutino dato dallo zoom non esiste)

IL PROFESSOR MIGLIO E I SUOI


L’esortazione a recarsi a defecare sulla urtica dioica va a

Chiunque abbia gestito la fornitura.

Con la seguente motivazione:

I distintivi adesivi per la Polizia di Stato, costati ben 5 milioni di €uro, si scollano.

@ @ @ @ @

L’esortazione a recarsi a defecare sulla urtica dioica va a

Alcuni vigili urbani di Caravaggio, Bergamo.

Con la seguente motivazione:

Alcuni cittadini si sono lamentati su Facebook per un limite di 30 chilometri orari, ed essi li hanno denunciati per diffamazione. I condannati pagheranno 2mila €uro.

@ @ @ @ @

Il premio pane e volpe va a

Anonimo automobilista mantovano.

Con la seguente motivazione:

Ha contestato una multa di 168 €uro, per eccesso di velocità, comminata a Verona. Ha fatto ricorso, ha perso, ed ha pagato 7.254 €uro di spese sostenute dal Comune, 1.066 di perizia, più il 15% di spese generali. Se ti beccano, paga! E resta ben zitto.

@ @ @ @ @

Il premio pane e volpe va a

R.O., nigeriano di bassa statura.

Con la seguente motivazione:

Ha tentato di sostenere l’esame di guida a Treviso, per conto del compaesano E.F.

Che è alto 1,83 metri. Ma poi costui s’è reso irreperibile per non esser denunciato.

@ @ @ @ @

Il premio “ma ci faccia il piacere” va a

Liu, cinese.

Con la seguente motivazione:

Per risolvere il disagio di una protratta stitichezza, si è infilato un’anguilla nell’ano. Quando il chirurgo Zhao Zhirong del Guangzhou Dongren Hospital l’ha rinvenuta nell’intestino del paziente, ha stentato a crederci. Poi, si è ricordato che “il rimedio dell’anguilla” è una soluzione cinese alla stipsi. Liu è sopravvissuto, l’anguilla no.

@ @ @ @ @

Il premio “ma ci faccia il piacere” va a

A chi ha messo in giro questa storiella.

Con la seguente motivazione:

Si narra che la signora Tess Christian non ride da 40-45 anni per evitare le rughe.

Gironzolando nel web, si verifica che la notizia viene riciclata ad libitum da anni.

LA MOSCA COCCHIERA IN PILLOLE


Dipsea, il podcast erotico lanciato da due donne, fornisce audio di storie erotiche, eccitanti, capaci di accendere l’immaginazione e quindi il corpo. È una nuova forma di pornografia non visiva, solo acustica, e pare abbia un successo molto in crescita. Il Professore Chiarissimo Sun Nen Bun, Dipartimento Torrazzese dell’Università di Pensologia di Torino: “Il punto G nell’orecchio? Le studiano tutte per non darla”.


Continuare a fare sesso con l’ex partner potrebbe non essere una cattiva idea. Lo sostiene una ricerca, pubblicata su Archives of Sexual Behavior, degli psicologi della Wayne University di Detroit, dalla Western in Canada, e dell’Università di Toronto. Hanno analizzato le esperienze di 113 separati, chiedendo di rispondere a domande sul rapporto con l’ex. L’autrice della ricerca, Stephanie Spielmann, e la psicologa Madeleine Mason Roantree insistono nel suggerirci di fare sesso con l’ex. Il Professore Chiarissimo Sun Nen Bun, Dipartimento Torrazzese dell’Università di Pensologia di Torino: “No. Non siamo obbligati, a credere a tutte le fregnacce!”.


Gli antichi progenitori avevano un osso nel pirillo, scomparso quando comparve la donna. Una ricerca, pubblicata su Proceedings of the Royal Society B da Matilda Brindle e Christopher Opie, dell’University College di Londra Anthropology, ci spiega la funzione e l’evoluzione di quest’osso, il baculum. Tra 145 e 95 milioni di anni fa si è evoluto nei mammiferi, e li favoriva nella competizione per accaparrarsi le femmine. La monogamia ne ha reso inutile la presenza nell’uomo. Scimpanzé e bonobo ancora oggi hanno il baculum, pur se molto piccolo, ma sono poligami e la competizione fra maschi è elevata. Nell’uomo la pressione evolutiva lo ha abolito. Il Professore Chiarissimo Sun Nen Bun, Dipartimento Torrazzese dell’Università di Pensologia di Torino: “Ma molte signore apprezzerebbero l’aiutino irrigidente”.


Per salvare il mondo, e fermare il cambiamento climatico, dovremmo diventare tutti vegani. Garantire una dieta sana migliorando il mondo richiederà cambiamenti enormi all’agricoltura, e al modo di produrre il cibo. È la conclusione dello studio Creating a sustainable food future - Final report. L’autore Richard Waite, del World Resources Institute (Wri), afferma: “Raggiungere l’obiettivo è possibile, ma la sfida è più grande di quanto pensassimo”. Concordano Hans Herren, il presidente del Millennium Institute di Washington, e vincitore del World Food Prize per il lavoro come entomologo; la Fao, e il World Food Security (Cfs), entrambi delle Nazioni Unite; Andrew Steer, presidente Wri; e Danielle Nierenberg, presidente e fondatrice di Food Tank: non si deve sprecare energie per allevare animali. Mangiate verdure. Il Professore Chiarissimo Sun Nen Bun, Dipartimento Torrazzese dell’Università di Pensologia di Torino, 107 anni: “No grazie, piuttosto preferisco morire giovane”.

LE GRANDI SFIDE LETTERARIE DELLA STAMPELLA



Un cane ha avuto la cattiva idea di bagnarsi nel mare di Pesaro, e il suo padrone è stato multato di 1.032 €uro. La legge deve essere rispettata, anche se è demenziale.

Il vecchio tarlo


Hong Kong vuole acquisire il London Stock Exchange (LSE), la Borsa di Londra che controlla la Borsa Italiana. Ma ha trovato strenua opposizione: non ci sarà alcun dialogo. Che peccato: sarebbe stata un’occasione per recuperare i miei ultimi sbagli.

Carlo Chievolti


Chi si siede a Trinità dei Monti rischia una multa da 250 a 400 €uro, perché è un “monumento”. A Roma qualsiasi cosa è lecita, se finalizzata a rimpinguare le casse.

Il vecchio tarlo


Una nuova teoria afferma che discendiamo da una forma di vita di 550 milioni di anni fa. La prima forma di vita animale scoperta è un verme. Capisco tante cose.

Carlo Chievolti


Individui del Polesine sono finiti davanti al giudice per non aver trattenuto i gas corporei, di notte, infastidendo col rumore i residenti, che li hanno denunciati. E la Suprema Corte di Cassazione conferma la condanna per ingiuria, con multa, ad un tale che non ha controllato le proprie eruzioni gastriche. Si deve avere fiducia nel futuro dell’uomo, constatando che la giustizia italiana si occupa di scoregge e rutti.

Il vecchio tarlo


L’Agenzia delle Entrate vuole sapere i nomi degli italiani che hanno depositato soldi nelle filiali svizzere di UBS. Purtroppo, non avrò mai questo tipo di problemi.

Carlo Chievolti

BUTTA LA PASTA

Tra tutti i lavori cosiddetti domestici (come se ne esistessero di selvatici) quello che mi piace meno è cucinare.Troppa responsabilità: il risultato viene sempre giudicato dai commensali, e se questi sono come i miei figli e nipoti, il giudizio sarà, nell'ipotesi più felice, un prolungato e masticatorio silenzio, mentre chattano sul cellulare. In tutti gli altri casi ci saranno critiche, lagne e malumore generale. Uno potrebbe dire: "Pazienza, se non hanno gradito la tua cucina non verranno più". Sbagliato: sono comunque sempre qui, a masticare, a chattare e a criticare.

Per questo tendo a scegliere preparazioni facili, già sperimentate, che difficilmente riservano sorprese.

Non c'è nulla di più comodo, veloce e di sicura riuscita di un buon piatto di pasta. Fa parte della dieta mediterranea (patrimonio del "Nun Escu, perciò mangio da nonna") che è apprezzata in tutto il mondo. Anche qui in Piemonte, dove il Mediterraneo lo vediamo solo nelle foto che ci manda l'amica in ferie a Formentera, abbiamo le tumatiche di Chivasso e i peperoni di Carmagnola, perciò un buon sugo è garantito. La pasta arriva dal Sud, granaio d'Europa, e non nel senso che pianta sempre grane.

Mettiamo l'acqua a scaldare e quando bolle buttiamo la pasta: spaghetti, o linguine o penne, possiamo scegliere tra decine di marche e formati.

Appena buttata la pasta ci ricordiamo che non abbiamo letto il tempo di cottura: andiamo a recuperare l'involucro e cominciamo a rigirarlo fra le mani per trovare l'indicazione.

Troviamo di tutto: il luogo di produzione, l'anno di fondazione del marchio, il numero di serie del prodotto, la percentuale del grano italiano, la trafilatura, la data di scadenza, il peso, le indicazioni per smaltire correttamente l'involucro, una tabella con i valori energetici (in chilocalorie e chilo joule) di un etto e di una dose media giornaliera raccomandata, gli indirizzi di tutti gli stabilimenti di produzione e gli ingredienti in cinque lingue. Ma nulla del tempo di cottura.

Il buon senso ci dice che basterebbe assaggiarla un paio di volte, durante la cottura. Ma noi ci siamo incaponiti: deve esserci, siamo sicuri che c'è.

Intanto la pasta cuoce.

Rigiriamo il sacchetto da tutte le parti, così che, se è rimasto un avanzo di pasta, alla fine si rovescia sul pavimento, e dobbiamo raccoglierla. Odiamo tutti i produttori di pasta del mondo, non solo perché non scrivono chiaro e in evidenza il tempo di cottura, ma perché mettono, per richiudere il pacchetto, un adesivo che in realtà non aderisce un bel niente.

La pressione arteriosa aumenta, ma non demordiamo.

Alla fine, quando già ci ballano caleidoscopi arcobaleno davanti agli occhi per lo sforzo, lo troviamo: in caratteri micragnosi, tinta su tinta, in un angolino. Nove minuti!

Nel frattempo la pasta sta cuocendo da almeno un quarto d'ora.

A questo punto una vocina ci dice: sarà scotta e collosa, butta 'sta pasta e ricomincia da capo.


Nonna Abeffarda




Questo noto marchio di ottima pasta italiana, ad esempio, potrebbe migliorare notevolmente

l'informazione sul tempo di cottura, magari non scrivendolo sulla parte trasparente del sacchetto.

LA STAMPELLA PRESENTA


Don Italico José Gerometta gestisce nove parrocchie nella Carnia, ma adesso si è rivolto ai fedeli per chiedere un aiuto. Lavora a cottimo, ma non ha nove stipendi.

Suntant Kathiw


L’Ultima Cassazionata. La Suprema Corte di Cassazione stabilisce che se scappa la pipì in autostrada la si può fare sulla corsia d’emergenza. L’attenzione necessaria al volante deve essere massima. Ma non è necessario che il malessere derivi da una patologia, è sufficiente che generi un disagio, anche transitorio. Concordo con tale decisione, ma deploro che la Cassazione italiana si debba occupare della nostra pipì.

Suntant Kathiw


Si sa che i ciclisti si considerano esenti da qualsiasi regola. In città ignorano ogni semaforo rosso, vanno contromano e sui marciapiedi. Nelle campagne, deambulano in gruppo, conversando, affiancati a due o tre, e un automobilista si deve accodare. Ma adesso si cambia: verrà introdotta una patente per i ciclisti. Ma l’iniziativa è di Bill de Blasio, sindaco di New York. Ovviamente, in Italia eviteremo di adeguarci.

Suntant Kathiw


Sensazionale: espulsi due milioni di irregolari! Calma, non succede qui in Italia, ma in India, dove gli indesiderati verranno respinti in Bangladesh. Dovrei oppormi?

Suntant Kathiw


Donald Trump ha il 45% dei consensi, un punto in più di quanto aveva Obama a settembre 2011, dopo due anni di mandato. Gli americani saranno forse impazziti?

Suntant Kathiw


LA MOSCA COCCHIERA IN PILLOLE


Una pillola presa una volta al giorno, riduce il rischio di infarto e ictus in chi ha più di 50 anni. Costa poco, e combina 4 farmaci comuni che riducono colesterolo e pressione arteriosa. Lancet ha pubblicato l’esito di studi svolti da ricercatori inglesi e statunitensi su 6.800 persone dall’età compresa tra 50 e 75 anni dall’Iran rurale, un’area in cui quasi il 34% dei decessi prematuri è dovuto a malattie coronariche e il 14% è causato da ictus. Il medicinale riduce del 34% il rischio di infarto e ictus. Il Professore Chiarissimo Sun Nen Bun, Dipartimento Torrazzese dell’Università di Pensologia di Torino, 107 anni: “Mi informerò meglio, per diventare immortale”.


Oggi molti vanno a farsi curare i denti in Nazioni dell’est Europa, perché i lavori costano poco seppur ben fatti. Il futuro sarebbe nel “terzo dente”. I ricercatori della Tecnhische Universität Berlin stanno lavorando alla possibilità di far crescere nuovi denti dove non ci sono più. La prima dentizione è quella decidua, con il topino o la fatina (a seconda del rito) che raccolgono i denti di latte persi dai bambini, lasciando un soldo sotto al cuscino. Fa poi seguito la dentizione permanente. Quando il dente definitivo ci lascia, non ci resta che sostituirlo con l’aiuto di un bravo dentista, e del laboratorio che preparerà una protesi su misura. E il professor Roland Lauster, del Dipartimento di Biotecnologia Medica della TU, osserva: “Esistono casi di persone che hanno formato un terzo dente o addirittura una terza dentizione completa”. Poi, Jennifer Rosowski della Charité Universitätsmedizin di Berlino, arroga al suo team di ricercatori il metodo di coltura che permette alle cellule adulte estratte dai denti del giudizio di de-differenziarsi allo stato embrionale, formando il germe del dente. Il Professore Chiarissimo Sun Nen Bun, Dipartimento Torrazzese dell’Università di Pensologia di Torino: “Se questa notizia è vera, ho finalmente un argomento per minacciare il mio dentista e il mio odontotecnico preferito. Eh, sono soddisfazioni”.


Se volete perdere calorie, quindi dimagrire, fate sesso. La “sexperta” Tracey Cox spiega sul tabloid britannico Daily Mail che però serve costanza, esercizio e tanto sudore. L’incremento di esercizio sessuale aumenta il flusso di sangue, e un’attività fisica regolare funziona come un Viagra naturale per gli uomini. Fare sesso in piedi è fantastico ed eccitante, ma faticoso per entrambi, e si bruciano almeno 200 calorie. Segue tabellina con il numero di calorie bruciato con le varie posizioni. Fate sesso. Il Professore Chiarissimo Sun Nen Bun, Dipartimento Torrazzese dell’Università di Pensologia di Torino: “Chissà perché, io vedo ancora così tanti uomini panzuti!”.


È ufficiale: la scienza dice che l’uomo non capisce le donne, poiché non riesce a riconoscere i loro stati d’animo, non potendo decodificare i loro sguardi. Un gruppo di ricercatori dell’Università di Bochum, in Germania, ritiene che sia una questione di “reti neurali alterate nella lettura del linguaggio degli occhi tra uomini e donne”. Hanno testato 22 uomini, mostrando loro 36 paia di occhi, chiedendo di individuare quali emozioni celassero, e nel frattempo li sottoponevano a risonanza magnetica. Sono risultati bravi a leggere l’espressione degli occhi quando appartenevano ad un maschio, ma in grave difficoltà quando fissavano lo sguardo di una donna. Incapaci! Il Professore Chiarissimo Sun Nen Bun, Dipartimento Torrazzese dell’Università di Pensologia di Torino: “Voglio pensare che siano tutte ricercatrici, quindi donne”.

IL PROFESSOR MIGLIO E I SUOI


L’esortazione a recarsi a defecare sulla urtica dioica va a

I vigili urbani di Monte Sant’Angelo, Foggia.

Con la seguente motivazione:

Hanno multato un ristoratore che ha versato in calici di vetro un pregiato Brunello di Montalcino del 1997. Essendo all’esterno, avrebbe dovuto servirlo in bicchieretti di plastica. Il sindaco ha dichiarato che s’è trattato di eccesso di zelo. La multa resta.

@ @ @ @ @

Il Cetriolo Plumbeo Honoris Causa va a

Anonima 28enne inglese.

Con la seguente motivazione:

È stata bocciata all’esame di guida ben 110 volte in 11 anni. Donne al volante...

@ @ @ @ @

Il premio vauro ridens va a

Anonimo colombiano di 65 anni.

Con la seguente motivazione:

È stato arrestato all’aeroporto di Barcellona, in Spagna, dopo essere stato beccato con mezzo chilo di cocaina, malamente nascosta sotto al parrucchino. Povero fesso!

@ @ @ @ @

Il premio pane e volpe va a

Terrazas Alexa, universitaria messicana di 23 anni.

Con la seguente motivazione:

Stava facendo yoga, reggendosi con le sole gambe al balcone del suo appartamento al sesto piano di un palazzo di Nuevo Leon, penzolando nel vuoto. È caduta da 24 metri. È viva ma si è fratturata ben 110 ossa e ha subito un intervento di ben 11 ore.

@ @ @ @ @

Il premio “ma ci faccia il piacere” va a

Sardella Luca, conduttore televisivo, paroliere e agronomo.

Con la seguente motivazione:

Confessa che un giorno Lucio Battisti gli disse: “Sei più intonato di me”.

Più probabilmente avrà detto “intronato”.

TRUFFA PER CONTO TERZI, E ANCHE QUARTI E QUINTI

Il pregiudicato Cialtron Leston, di anni 87, già noto al GIP (Giudice per le Indagini sulle Prolunghe) per la colossale truffa delle auto elettriche a cavo, è tornato sulla piazza, più in forma che mai.

Questa volta ha cambiato settore, passando al mercato immobiliare e, in particolare, alla locazione di appartamenti per vacanze ad Alassio.

Per la precisione si tratta di un "truffatore per conto terzi".

Il trucco era ben congegnato: il marito che non voleva passare le vacanze con la moglie, prenotava un alloggio inesistente al finto truffatore, il quale percepiva l'intero ammontare della locazione. Al momento della partenza il finto truffatore fingeva di sparire con i soldi, cosicché al marito non restava che dispiacersi con la moglie per la truffa e per la vacanza saltata. A quel punto il finto truffatore restituiva al marito, finto deluso, quanto ricevuto, trattenendosi una percentuale a titolo di compenso per la prestazione fornita.

Così, alla fine di tutte quelle finzioni, il marito era libero di spendere i soldi, al bar o per i propri hobby.

Ma uno dei mariti si è tradito: ha fatto recapitare alla moglie un mazzo di costosissime rose, accompagnate da un bigliettino di poche parole: "Per consolarti della mancata vacanza a Lassio". La signora si è insospettita non poco, sia per i fiori (non ne aveva mai ricevuti in vent'anni di matrimonio), sia per il fatto che il marito non sapesse nemmeno il nome corretto della località dove aveva affittato un appartamento. Tutto ciò l'ha indotta a rivolgersi ad un investigatore privato, che, pedinando il marito, ha portato alla luce l'intera truffa.

Le mogli raggirate hanno trenta giorni di tempo per fare ricorso e chiedere una vacanza in esclusivi resort, a carico dei mariti truffaldini, a titolo di risarcimento danni.

Il marito che aveva mandato i fiori, facendo scoprire il losco affare, è stato insultato non solo dalla moglie, ma anche dagli altri mariti, scoperti per colpa sua.

In più, dovrà pagare le spese dell'investigatore privato.

M&M - Marchiori & Marello – ACC


LE MIGLIORI DELLA SETTIMANA


I libri risultano troppo costosi per uno studente su sei. Purtroppo quello su sei che ancora studia.


Smantellata la banda che rubava le auto della Polizia. I bravi agenti li hanno inseguiti coi tram...


Chiara Ferragni invita a smetterla coi pregiudizi nei suoi confronti. Ma erano giudizi definitivi!


Un milione di studenti in meno l’anno, rispetto a dieci anni fa. Ora nascono già tutti “imparati”.


Pipì contro il muro al centro di Bologna: 5mila €uro di multa. Per la pupù ci sono rateizzazioni?

LA STAMPELLA PRESENTA


Spara e uccide un barista francese non abbastanza veloce a preparargli un panino, poi fugge ed è ancora ricercato. È sempre più difficile, aver a che fare col pubblico.

Suntant Kathiw


Una nonnina 80enne ruba pane e carne, per fame, in un supermercato di Genova: condannata a due mesi di carcere. Cinicamente, almeno per due mesi mangia gratis.

Suntant Kathiw


L’Esercito Usa costruirà le caserme con la stampante 3D più grande del mondo. Il Marine Corps Systems Command ha costruito un prototipo di caserma in cemento in meno di due giorni. E il loro prossimo passo sarà stampare in 3D anche i soldati?

Suntant Kathiw


Effetti collaterali della decisione della Cassazione di togliere l’assegno di 46mila €uro al giorno a Miriam Bartolini, in arte Veronica Lario: dovrà rendere 61 milioni di arretrati a Silvio Berlusconi. Sarà costretta a fracassare il maialino salvadanaio?

Suntant Kathiw


Paul Kerner, parroco di Castelvecchio di Imperia, esorta i fedeli a frequentare la Chiesa, e soprattutto i riti funebri. E lo fa via Facebook. Parli col suo capo di Roma.

Suntant Kathiw


L'INARRIVABILE NONNO ABEFFARDO

Si moltiplica l’offerta di creme depilatorie per i maschi. Ai miei tempi non c’era, il desiderio di femminilizzarci. E soprattutto, le signore non avevano paura dei peli.

Nonno Abeffardo


La CNN fa la classifica delle 20 più belle città europee da visitare. Riassumendo, inserisce anche Torino, vista come alternativa a Venezia, per chi non vuole trovarsi invaso da turisti. Torino è meno congestionata. Cita il Castello di Rivoli, la Basilica di Superga, e il Museo Egizio con la sua fenomenale collezione di reperti. Oltre alle bellezze artistiche, si può anche sorseggiare un caffè all’aperto, deliziarsi con una delle migliori cucine italiane, oppure godersi il semplice fatto di essere lontani dalle orde di turisti delle destinazioni più popolari d’Italia. Deboluccia, la presentazione.

Nonno Abeffardo


L’uragano Dorian travolge le Bahamas. Raffiche di vento a 350 chilometri orari. Il Governatore del Sud Carolina ha ordinato l’evacuazione di un milione di persone. Riflettendo, mi considero fortunato di vivere nella tranquilla campagna piemontese.

Nonno Abeffardo


Banca d’Italia inizia i controlli su chi versa o ritira più di 10mila €uro al mese. Ho sognato di avere questo tipo di problemi, però mi è materialmente impossibile.

Nonno Abeffardo


IL PROFESSOR MIGLIO E I SUOI


Il Vaffa della settimana va a

Joe, omino del Queensland, Australia.

Con la seguente motivazione:

Ce l’ha piccolino, la moglie lo sfotte e lo respinge, e lui ha chiesto aiuto al web per sottoporsi a un intervento per allungarlo. Senza donazioni il sogno è ancora lontano. Lanciato il crowdfunding nove mesi fa, sta ancora aspettando una prima donazione.

@ @ @ @ @

L’esortazione a recarsi a defecare sulla urtica dioica va a

De Pascale Michele, Sindaco di Ravenna.

Con la seguente motivazione:

Alcune famiglie, esasperate dai furti, hanno installato telecamere, fari a sensore, e allarmi interni, tentando vanamente di difendersi. Hanno però commesso l’errore di piazzare recinzioni di filo spinato nei cortili delle loro proprietà. Il regolamento comunale non lo consente, e i vigili non hanno potuto fare altro che multarli. Ohibò.

@ @ @ @ @

Il Cetriolo Plumbeo Honoris Causa va a

Bibatti Vasco, 93enne di Sesto San Giovanni, Milano.

Con la seguente motivazione:

Ha ucciso la moglie Luciana Bonzanini, 90 anni, perché lo voleva ricoverare in una struttura assistenziale. L’ha colpita in testa, con il poggiapiedi della sedia a rotelle.

Ai Carabinieri ha detto di temere che lei riallacciasse una relazione extraconiugale.

@ @ @ @ @

Il premio vauro ridens va a

Lee Jenni, ex pornostar, 36 anni.

Con la seguente motivazione:

Dopo aver girato 232 film di gran successo ha lasciato tutto per dedicarsi alla moda.

Non ha avuto fortuna. Ora vive nei tunnel sotto Las Vegas. Ma dice di essere felice.

@ @ @ @ @

Il premio pane e volpe va a

Facoltoso datore di lavoro tedesco.

Con la seguente motivazione:

Ha accreditato alla colf 225.285 €uro anziché il solito stipendio mensile da 340€uro.

Lei è scappata in Bulgaria per non restituirli. Credo che lui se lo prende nel fracco.

@ @ @ @ @

Il premio “ma ci faccia il piacere” va a

Anonimo pizzaiolo 40enne di Rimini.

Con la seguente motivazione:

Si è regalato un festino con un trans e la cocaina. Ma due albanesi complici lo hanno indotto a prelevare 600€uro al Bancomat. Sequestrati anche automobile e cellulare.

L'ANGOLO DELLA (S)CULTURA


Prostata Proscenium

Prostrato dalla prospettiva d’esser prono, prosternato,

pronto al prosaico progredir del dito, procedimento

proclive a problematiche del tuo amor proprio,

proclami una protesta. Ma il protomedico,

con protervia, prosegue la prospezione

con la prosopopea del protagonista.

Prego, si proceda col prossimo!

Maria Miglio Marello

NUOVI COLLABORATORI?


Un lettore ci chiede:

Ho visto, qualche tempo fa, un articolo firmato The Nonna's.

Mi piacerebbe tanto sapere chi è (o chi sono) The Nonna's.


RISPOSTA (a cura della D.ssa Hop-là):

Potrebbe verosimilmente essere una band, quelle che ai miei tempi si chiamavano complessi. Il famoso Complesso della Nonna, di cui parlava anche Freud.

Ma potrebbe anche trattarsi di una raccolta di racconti della nonna, le favolose storie che le nonne hanno sempre raccontato davanti al focolare. Beh, oggi le nonne le raccontano accanto al termosifone, spento ovviamente, per non far torto a Greta, la protagonista della famosa fiaba Hansel e Greta.

Avete notato che in molte lingue per dire "nonna" si usa una parola altisonante che ne sottolinea l'autorevolezza, la saggezza, e incute rispetto? È ilcaso del francese Grand-mère, dell'inglese Grandmother e del tedesco Großmutter. In italiano invece diciamo nonna, parolina insulsa, che ricorda quel birignao fatto di ninna, nanna, pappa, bua, bombo e babau, con cui gli adulti si rivolgono ai bimbi piccoli, pensando siano dei rincoglioniti.

Lei sa che in Svezia le nonne che si occupano dei nipoti vengono retribuite? Da noi invece vengono sfruttate quotidianamente, bistrattate da figli e nipotini, e fregate dallo Stato, che ne decurta periodicamente la pensione.

Comunque sia, caro lettore curioso, viva The Nonna's!


RINCO BOOM

Negli anni cinquanta e Sessanta l'Italia era in pieno baby boom. La guerra era finita da poco, si iniziava a intravedere un certo benessere, un solo stipendio in famiglia bastava, e le donne potevano starsene a casa a badare ai bambini. Ci fu un'impennata di nascite.

Con i progressi della medicina, gli antibiotici, le vaccinazioni e il miglioramento delle condizioni igieniche la mortalità infantile era fortemente diminuita. Nelle grandi città del Nord, complice l'immigrazione selvaggia dalle regioni meridionali, c'erano tanti bambini, troppi per i servizi esistenti. Le scuole erano costrette a fare i doppi turni per garantire a tutti l'istruzione obbligatoria.

Questi bambini del boom, crescendo, facevano code dappertutto: per salire sugli autobus affollati, per poter nuotare in piscina o prendere lo skilift, per entrare al cinema, avere il passaporto e la patente, per iscriversi all'università e poi all'ufficio di collocamento.Ma poiché c'era anche il boom economico, alla fine hanno potuto lavorare tutti e arrivare in discreta salute all'età della pensione. Solo a questo punto l'INPS si è accorto che erano troppi.

Oggi quei bambini hanno un'età compresa tra i sessanta e i settant'anni, ma il trend delle nascite nel frattempo si è invertito: gli ex-baby boomers hanno fatto meno figli dei genitori, e quei figli oggi fanno pochissimi bambini. Il risultato è sotto gli occhi di tutti: ci sono moltissimi anziani in circolazione.

Come hanno fatto per tutta la vita, gli ex-baby boomers continuano a mettersi in coda: al Caf per le pratiche pensionistiche, dal medico di base, per gli esami del sangue, per la tessera del tram. I servizi per loro scarseggiano come in passato: mentre le scuole si svuotano, le case di riposo sono strapiene, non si trovano badanti, infermieri, fisioterapisti, posti in ospedale, cure termali. A causa della mancanza di personale, pare che alcune case di riposo stiano progettando i doppi turni: gli ospiti con il cognome dalla A alla M saranno assistiti al mattino, quelli dalla N alla Z al pomeriggio.

Il gruppo non assistito si arrangia per mezza giornata parcheggiato nella sala TV: guardano L'isola dei Famosi, giocano a ramino, improvvisano gare a ostacoli tra la squadra dei Sediaroller e quella dei Deambulators. E urlano, per sovrastare il rumore di fondo, e perché la maggior parte ha problemi di udito.

I nuovi sociologi chiamano questo fenomeno Rinco Boom.

Stephanie Rincaux


Rinco Boom anche per andare in crociera


LE MIGLIORI DELLA SETTIMANA


L’Argentina rischia la bancarotta, per l’ennesima volta. È una Nazione fedele alle sue tradizioni.


Un blocco di tufo è caduto dalle mura Aureliane. Ressa di vegani che lo hanno confuso col tofu.


Le donne non scordano alcun dettaglio delle conversazioni. Che poi riportano come pare a loro.


Scoperto il gene che provoca l’insonnia. Ma io ho sempre creduto che fossero le rate da pagare!


Il vino rosso è amico dell’intestino. Quello cattivo ancora di più, perché ci fa (andare a) cagare...

Continua...

Disclaimer. Questo blog non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog potrebbero essere estrapolati da internet e, pertanto, se non considerate di pubblico dominio, perlomeno accessibili a chiunque. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, siete pregati di comunicarcelo senza esitazioni all’indirizzo e-mail: info @ lastampella.it e saranno immediatamente rimossi.
Gli scritti che contengono riferimenti a persone realmente esistenti hanno il solo scopo (si spera) di far sorridere e sono frutto del vaneggiare degli autori. Se tuttavia qualcuno non gradisse un articolo o una sua parte può chiederne la rimozione all’indirizzo di cui sopra, motivando l’istanza.
Non siamo responsabili dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
| Copyright © 2016 La Stampella | contatti | newsletter | privacy policy | sitemap |