Stacks Image 2

Umorismo di sostegno

PUBBLICAZIONE UMORISTICA FONDATA DALL'ACCADEMIA DEI CINQUE CEREALI IL 2 GIUGNO 2016

ANNO VI d.F. - IDEATO, SCRITTO, IMPAGINATO, POSTATO E LETTO DAGLI AUTORI E DA SEMPRE DEDICATO A FRANCO CANNAVÒ

Fondatore e macchinista: Paolo Marchiori.
Vicedirettori postali (addetti ai post): Stefania Marello, Christina Fasso, Italo Lovrecich, GioZ, il Pensologo Livio Cepollina.

SPECIALE CORONAVIRUS



Coronavirus: partite di calcio sospese. Ora inizio a preoccuparmi.

Wild Rice


La maglietta della salute vale come vaccino?

Pierino di Montanaro


In medicina se sei positivo è una diagnosi negativa, se sei negativo è diagnosi positiva per la salute.

George Clone


Chi è quel genio che ha inventato il male, ma non la cura?

Martin Scortese


Se riaprono scuole, teatri e pub, posso riportare la spesa al supermercato?

Gary Buja


Non potrebbero fare anche un Decreto urgente per fare la spesa e pagarla a settembre come quando compri la TV o l'auto?

Freddy Marchiori


Mattarella: "basta paure irrazionali". Ho sempre apprezzato il suo tempismo.

Al Damerini


Vendo pinne a 8.000 Euro (Se ha funzionato con le maschere...).

Bepi Ciopadepan


La prossima pandemia riguarderà l'alitosi: iniziate sin da ora a procurarvi mentine e spray rinfrescanti.

Paul Rice


Fessi a pagare mascherine 5000 Euro. Io, che son furbo, le ho trovate a 1500.

Gary Buja


2,5 miliardi di siti web parlano di coronavirus e solo 238 milioni di calcio. Segno che la fine si avvicina.

Freddy Marchiori


Io ho fatto scorte di profilattici, spero non scadano tutti come quella volta che scoppiò la Guerra del Golfo.

Pierino di Montanaro


Il fattore di propagazione dei post nei social sul Coronavirus è 12,5: cinque volte tanto quello della malattia stessa.

Al Damerini


A forza di lavarci le mani finiremo le scorte di crema anti screpolature.

Martin Scortese


Come si va in vacanza in Africa? Con una ONG?

Wild Rice


Temo che la moglie di un mio amico abbia preso il CORNA virus.

Bepi Ciopadepan


Comunque mi fido più di Radio Maria che di SKY TG24.

Tony Luganega


Chiudono i centri massaggi cinesi, devo andare a fare scorta di DVD hard.

Pierino di Montanaro


Non sto capendo nulla: muore il 2% dei deceduti o guarisce il 97% dei sani? E il restante 1% sono i classici dispersi?

Al Damerini


Se mi soffio il naso e poi mi metto un dito in un occhio cosa rischio?

George Clone


LE MIGLIORI DELLA SETTIMANA


Ferrovie: in Italia ci sono molti scambi difettosi. Qui da noi funzionano solo di quelli di coppie?


Coronavirus: il sindaco di La Spezia mangia con i ristoratori cinesi. Spiega: “Belin, era gratis!”.


L’Oms ci comunica che il Coronavirus non è ancora una pandemia. Sembra che gli dia fastidio.


Cellulare vintage, col disco per comporre i numeri. Ci fosse il Duplex, sentirei parlare la vicina.


Benji e Fede si separano. Quest’anno è all’insegna della malasorte: è una sciagura dietro l’altra.


CHIODO SCACCIA CHIODO

Improvvisamente non si parla più di inquinamento e di polveri sottili. Non si spergiura sui cambiamenti climatici. Non si discute di immigrazione, di sbarchi.

Le sardine tacciono, mute come pesci. Non si spostano più in banchi, perché l'aggregazione è bandita. Greta si nasconde: dopo aver predetto che saremmo morti tutti, ora teme di essere additata come untore.
Chiodo scaccia chiodo, si dice, e l'ultimo chiodo è sua maestà il virus. Al momento è lui il re dei flagelli biblici. Infatti ha la corona nel nome e, visto al microscopio, ha pure i flagelli.

Ho visto cose che prima dell'epidemia non immaginavamo neanche. Ho visto mamme guidare fino alla scuola (chiusa) con i bambini sulla Jeep, solo per il piacere di parcheggiare col muso dell'auto fin dentro il cancello, senza che un vigile venisse a bussare ai vetri. Sul tram ho visto fumatori incalliti col volto congestionato al limite dell'esplosione, per trattenere un attacco di tosse. Ho visto famiglie uscire dal supermercato con otto carrelli pieni di bottiglie d'acqua, pasta, farina, latte, biscotti, nutella e carta igienica: poveri stolti, perché se non mangi frutta e verdura la carta igienica non serve.


Nonna Abeffarda



Anziani che se ne fregano del Coronavirus e continuano ad andare a ballare alla bocciofila


LA STAMPELLA PRESENTA


In Val Vestino, nel Bresciano, puoi adottare una mucca con 60 €uro. La proprietà è attestata da una pergamena, corredata da un campanaccio in ferro battuto, e da un buono da 15 €uro di prodotti caseari. A Bologna puoi acquistare una gallina a soli 95 €uro. La validità è un anno, nel corso del quale avrai tutte le uova che produce. Rifletti, e fai la tua scelta. E non avrai lo svantaggio di un cane che ti abbaia in casa.


A Londra c’è il primo ristorante con un nastro trasportatore per formaggi. Stavo per esaltarmi, ma ho saputo che sono formaggi inglesi. Li ringrazio, non fa per me.


Siglato l’accordo tra Cristiano Ronaldo e Italia Independent di Lapo Elkann, per la costituzione del brand CR7 Eyewear, che proporrà nuovi occhiali alla moda. Ma l’ultima semestrale dell’azienda evidenzia una perdita netta di 12,1 milioni di €uro.


Gli infermieri degli ospedali vengono malmenati. E alcuni infermieri malmenano gli ospiti di qualche ospizio. Sarà la legge del contrappasso, per pareggiare i conti?


Ad Alessandria c’è una clinica veterinaria gratuita per chi non può permettersi le cure dei propri animali domestici, ma come sempre limitate a cani e gatti. Lodevole. Forse in Italia non c’è una affine manifestazione di buon cuore per umani bisognosi.


IL PROFESSOR MIGLIO E I SUOI



Il Vaffa della settimana va a

Anonimi idraulici friulani del pronto intervento, un uomo e una donna.

Con la seguente motivazione:

Per una riparazione da cinque minuti a Sacile, Pordenone, hanno preteso 305 €uro, 31 al minuto, senza fattura né scontrino. Si trattava di un tubo otturato. Ma la cliente non aveva contanti, ed essi la hanno scortata al bancomat per il prelievo. Tristezza!

@ @ @ @ @

L’esortazione a recarsi a defecare sulla urtica dioica va a

Impianti sciistici sulla Sila, San Giovanni in Fiore, Calabria.

Con la seguente motivazione:

Gli impianti sciistici sono stati chiusi a causa della neve.

Come chiudere gli stabilimenti balneari a causa del mare.

@ @ @ @ @

Il Cetriolo Plumbeo Honoris Causa va a

Baccuini Andrea e Sonzini Giacomo, ristoratori.

Con la seguente motivazione:

Nel loro rifugio-ristorante a Courmayeur, a 1700 metri, si paga solo con carta di credito, e i camerieri hanno la maglietta con la scritta “We are proud to be cashless”. Orgogliosi di essere senza contanti. Vogliono aprire una catena di locali tecnologici nei quali non accettano banconote. Auguro ai due tanti introiti e soddisfazioni.

@ @ @ @ @

Il premio vauro ridens va a

Facchinetti Francesco, conduttore televisivo e disc jockey.

Con la seguente motivazione:

Ha perso i capelli, e si è incollato sulla testa un parrucchino,

ma fa la supercazzola per spiegare che non è un parrucchino.

@ @ @ @ @

Il premio pane e volpe va a

Anonimo ladro 34enne.

Con la seguente motivazione:

Ha rapinato una tabaccheria di Roma, con una pistola finta, e il volto coperto da un passamontagna. Ha razziato soldi e marche da bollo, ma ha posato lo smartphone sul bancone poi è fuggito. La tabaccaia ha chiamato il 112, e gli agenti lo hanno arrestato. Due anni fa rapinò un benzinaio, ma perse il portafoglio con i documenti!

@ @ @ @ @

Il premio “ma ci faccia il piacere” va a

Zagaria Pasquale, in arte Lino Banfi, attore comico.

Con la seguente motivazione:

Lancia un appello disperato:

“Vorrei vincere qualche premio, anche un coniglio di peluche”.

LA SFIDA LETTERARIA SOLITARIA


Un giovane tunisino è arrivato in Sicilia in windsurf: 70 chilometri da Kelibia a Pantelleria. Se è davvero arrivato in inverno lo assumerei nella nazionale olimpica.

Carlo Chievolti


Un 55enne di Vicenza è stato aggredito dalla moglie e dalla ex segretaria, attuale amante. Le due lo hanno sorpreso in ufficio con la donna delle pulizie, di 26 anni. Ferito, valuterà se sporgere denuncia, ma è indubbio che interverranno gli avvocati. Ah, quanto a lungo ho sognato invano che tre donne si disputassero “le mie grazie”.

Carlo Chievolti


Per gli impiegati pubblici il tragitto casa-ufficio fa parte dell’orario di lavoro, per chi sposta in treno o coi mezzi pubblici. Tuttavia, non ti eccitare: accade in Svizzera.

Carlo Chievolti


La telefonia italiana è prima in Europa nel 5G: ha generato la rete che supera la velocità di 2 gigabit al secondo, qualsiasi cosa significhi. Mi viene una lacrimuccia di commozione. Poi, resto sgomento a guardare la mia linea internet “a carbonella”.

Carlo Chievolti


Cambiano le regole del lavoro. Settimana corta: quattro giorni lavorativi di sole sei ore cadauno. Ma non ti eccitare, accade in Svezia. Tu continua a tirare il carretto!

Carlo Chievolti


Oggi le comiche? Dopo l’eccezionale alta marea, a Venezia ora sono arrivate le “seche dea Befana”, basse maree straordinarie d’inizio gennaio. Più di mezzo metro sotto il livello medio del mare. Ma, per gli ecologisti il colpevole è sempre l’umano.

Carlo Chievolti

SPECIALE CORONAVIRUS

Nota casa di alta moda griffa

collezione di mascherine antivirus

che vende al prezzo di 190 €uro.


È possibile trovarle taroccate

negli empori cinesi a pochi €uro.

Nonna Abeffarda



AAANNUNCIO ECONOMICO

LINGUA VIVA E VEGETALE

UMARELL
A Bologna: termine popolare che significa omarello, ometto. Si riferisce a pensionati che guardano i cantieri, stereotipicamente con le mani dietro la schiena, dispensando consigli indesiderati.
Il termine è stato coniato da Danilo Masotti, autore del libro 'Umarells', pubblicato nel 2007.

U MARELL’ (che forse non si scrive così)
A Napoli: individuo afflitto, amareggiato, infelice, triste.

I MARELL
Ad Asti: famiglie con un cognome molto diffuso, che vantano parentele con San Giuseppe Marello (1844-1895), fondatore della Congregazione degli oblati di San Giuseppe.


I Nonni Abeffardi



Coppia di Umarells che si recano al cantiere con pranzo al sacco



San Giuseppe (U)Marello




L'ANGOLO DELLA (S)CULTURA


Gli scilinguagnoli dell'Accademia dei Cinque Cereali Cultura.

A cura diManfredi Maria Miglio Marello


GRAVITAS

Sta da qualche parte sottoterra,

una forza prepotente e antica,

esiste da che esiste il mondo

e a volte può esserti nemica.

L'homo erectus l'ha sfidata

con l'orgoglio di chi vuole

guardare al cielo e agli dei,

l'homo sapiens le ha dichiarato

guerra ostentando i suoi trofei:

una serie di ingegnose invenzioni,

la ruota, la leva, il piano inclinato,

macchine volanti e droni.

Ma lei è sempre là, in agguato,

pronta a ghermire sia il bimbo

che corre a prendere la palla,

sia la pattinatrice professionista

che volteggia lieve come una farfalla.

Si fa beffe della prudenza del vecchio

che procede lentamente col bastone,

e lo atterra all'improvviso, senza pietà

o rispetto per la sua età e condizione.

Vi è un che di umiliante nel cadere:

ci ricorda che siamo destinati al suolo

e non al cielo, come gli uccelli in volo.

Stefania Marello

RISCALDAMENTO AUTONOMO, CENTRALIZZATO O GLOBALE?


Gent.ma Accademia dei Cinque Cereali,

vi invio le mie personali considerazioni sui cambiamenti climatici, pregandovi di confermarmi se hanno senso.

Il nostro ecosistema è circolare e voi magari nemmeno ve ne accorgete: c'è il riscaldamento globale, quindi teoricamente non serve accendere il riscaldamento domestico.

Non accendendo il riscaldamento si risparmiano emissioni di anidride carbonica in atmosfera e le cose si riequilibrano. Più semplice di così.

Non volete i cambiamenti climatici? Spegnete il riscaldamento e il problema è risolto. Tanto fa caldo!

Marcello Dalweb


RISPOSTA:

In effetti la tua analisi non fa una grinza. Ci siamo sempre domandati anche noi perché all’equatore fa più caldo che ai poli, nonostante la distanza dal sole vari meno dello 0,005%. Forse percepiamo le temperature differenti in vari luoghi della Terra perché ce le hanno inculcate così a scuola? In effetti, quando l'istruzione scolastica era poco diffusa, non si sentiva mai parlare di cambiamenti climatici, e nessuno si lamentava. Forse perché non era ancora stata inventata l'ascensore, che è in assoluto il luogo nel quale si parla di più del tempo e ci si lamenta della mancanza delle mezze stagioni.

Certo, i nostri vecchi avevano dei metodi più naturali per scaldarsi, e per questo le famiglie avevano anche otto o dieci figli. Non si trattava di riscaldamento autonomo perché, per un miglior rendimento termico, bisognava essere almeno in due.

E quando faceva molto freddo, qualunque fosse la stagione, si mandavano i bambini a giocare nella stalla, dove c'erano particolari 'pompe di calore', che bruciavano ossigeno e fieno, ed emettevano metano. E non solo da ottobre ad aprile, secondo l'ordinanza del Sindaco, ma durante tutto l'anno.

Queste famiglie, oltre a risparmiare sulle spese di riscaldamento, non facevano nemmeno girare l'economia: passavano vestiti e giocattoli (quei pochi che compravano) dai figli grandi a quelli piccoli, facevano risuolare le scarpe e rattoppavano i vestiti.

Ma se avessero ragione i terrapiattisti? Avrebbe senso istituire una bolletta del gas FLAT?

Noi pensiamo di sì, purché FLAT si intenda come la traduzione inglese di PIATTO, e non l'abbreviazione della parola FLATULENZA.

Con i migliori saluti

Accademia dei Cinque Cereali


LA STAMPELLA PRESENTA



Sono richiestissime le mascherine Coswell. Rimaste per un anno in magazzino, con l’emergenza coronavirus le vogliono tutti. Ecco identificato l’untore colpevole?


Invenduto lo storico castello di Stigliano con 12mila metri di parco a Santa Maria di Sala, Venezia. Nel 2016 il valore fu fissato in 3,5 milioni di €uro. Dopo sei aste deserte, nessuno lo vuole neanche con base d’asta a 746mila €uro. Sarà sufficiente informare qualche fondo del Qatar, e il castello verrà comprato per pochi spiccioli.


A Capannori (Lucca), un progetto sperimentale prevede di trasformare le cicche di sigaretta in substrato per coltivazioni, oppure in elemento per biocarburanti. Ma ci sono difficoltà pratiche: non è antieconomico, andare a raccattare cicche in giro?


Presto i bimbi del quartiere Grieu di Rouen, in Normandia, andranno a scuola in equibus, un calesse trainato da un cavallo, con l’aiuto di una batteria elettrica. Però, gli abitanti hanno raccolto 34.500 ben firme per non ledere il benessere del cavallo. Si desume che, anche stavolta, gli italiani non sono campioni mondiali di cazzate.


Due fratellini di nove e dieci anni di Catania hanno aperto un bar abusivo. Però, la libera iniziativa non è stata apprezzata dalla Polizia, e l’attività è stata interrotta.


Il parroco di Marghera, Venezia, ha lanciato una campagna per destinare cellulari scaduti a chi vive in strada. Non è chiaro chi si dovrebbe occupare delle ricariche.


LA MOSCA COCCHIERA IN PILLOLE


Si può ritardare la menopausa? Una clinica di Birmingham annuncia una terapia per ritardarla di 10 anni, e alcune donne hanno pagato 7mila €uro per sperimentarla. Vi risparmio i dettagli tecnici di tagli, congelamenti e reimpianti. Simon Fishel è il propugnatore della procedura. Ma Melanie Davies, della società scientifica Fertility Preservation, la contesta, preoccupata che donne sane si sottopongano alla chirurgia non necessaria per preservare la fertilità futura e la terapia di sostituzione ormonale. Il Professore Chiarissimo Sun Nen Bun, Dipartimento Torrazzese dell’Università di Pensologia di Torino: “Io ho sempre avuto un rispetto maggiore, per le signore”.


Le persone impazienti invecchiano prima. Un’equipe di ricercatori statunitensi, e di Singapore, ha dimostrato con uno studio scientifico che l’impazienza provoca un precoce invecchiamento cellulare, come l’ansia e lo stress. La conclusione è stata pubblicata sui Proceedings of the National Academy of Sciences. Il telomero è una piccola porzione di Dna alle estremità dei cromosomi che protegge i cromosomi dal danneggiamento, che muore quando le cellule non riescono più a separarsi. Quindi, di accorciamento di telomeri si muore. L’equipe ha condotto l’esperimento su 1.158 universitari cinesi di 21-22 anni, dimostrando che i telomeri degli impazienti sono più corti. Tra i consigli: una sana pennichella allontana ogni forma di impazienza. Il Professore Chiarissimo Sun Nen Bun, Dipartimento Torrazzese dell’Università di Pensologia di Torino, 107 anni: “Strano, il giorno che distribuirono la pazienza stavo insegnando le parolacce al piccolo Vittorio Sgarbi, eppure sono ancora vivo”.


Sei mesi di attività fisica aerobica migliorano le capacità cognitive, e ci regalano nove anni mentali. 160 anziani, sedentari e con degrado cognitivo certificato, sono stati sottoposti a due diversi esperimenti. L’attività fisica ci permette di mantenerci in forma, di tonificare la muscolatura, e mantenere in salute le articolazioni. Inoltre, anche il nostro umore ne trae beneficio. Uno studio della Duke Aging Center, e del Duke Alzheimer’s Disease Research Center di Durham, nella Carolina del Nord, e pubblicato sul giornale dell’Accademia Americana di Neurologia, ha certificato che gli stili di vita salutari spostano indietro le lancette dell’orologio biologico mentale. Il Professore Chiarissimo Sun Nen Bun, Dipartimento Torrazzese dell’Università di Pensologia di Torino, 107 anni: “Diffida da questa gente, che vuole farti sudare!”.


Ritardatario è bello: il ritardo cronico rende più felici, creativi e perfino longevi. Jeff Conte, professore associato del Dipartimento di Psicologia alla San Diego State University ha messo in relazione il rapporto con il tempo col tipo di personalità (in base alla classificazione proposta da Meyer Friedman e Ray Rosenman, cardiologi americani che hanno contribuito allo sviluppo della psicologia della salute). Se si è puntuali significa essere organizzati, ambiziosi e impazienti; essere ritardatari vuol dire essere confusionari, ma molto rilassati nella vita. Diana DeLonzor, consulente di aziende di Fortune 500, autrice del saggio “Never be Late Again: 7 Cures for the Punctually Challenged”, sostiene che chi ritarda è più entusiasta, e in grado di fare più cose contemporaneamente, è più curioso e creativo, è più rilassato, sa reagire meglio allo stress. Mayo Clinic, e l’Harvard Medical School, concludono dicendo che i ritardatari rischiano meno l’ipertensione, e hanno aspettative di vita migliori. Il Professore Chiarissimo Sun Nen Bun, Dipartimento Torrazzese dell’Università di Pensologia di Torino: “Un lungo pippone, per giustificare un vizio deprecabile”.

LE GRANDI SFIDE LETTERARIE DELLA STAMPELLA


Antitrust multa i quattro principali gestori di disservizi telefonici, per un importo complessivo di 228 milioni di €uro, questa volta per “intesa anticoncorrenziale per il ritorno alla fatturazione mensile”. Perché i sanzionatori fanno finta di non rendersi conto che queste multe vengono pagate da noi utenti? E soprattutto, perché gli utenti non sanno che fine fanno questi soldoni? Hanno utilità sociale o li intasca qualcuno?

Il vecchio tarlo


Nel 2019 la Ferrari ha venduto più di 10mila auto in un anno. Vivi complimenti. Comunque, io preferisco non comprarmene una. Capite, è per non dare nell’occhio!

Carlo Chievolti


Il Parlamento ha approvato una legge che permette al Governo di punire i giudici che ne criticano le riforme giudiziarie e le nomine di cariche pubbliche, e proibisce ai magistrati di svolgere ogni attività pubblica che possa essere considerata politica. Le punizioni vanno dalla multa al licenziamento. Non ti esaltare, accade in Polonia.

Il vecchio tarlo


Vent’anni fa, in piena bolla Internet, Amazon quotava in Borsa 68,88 dollari, e molti giudicarono il prezzo troppo alto. Oggi vale 2.055 dollari, con un incremento del 2.880%. Potremmo fare molte critiche, ma dovremmo soltanto complimentarci.

Carlo Chievolti


La Presidenza del Consiglio italiana ha 1900 dipendenti, ognuno dei quali avrà l’aumento di 270 €uro al mese. Cosa vuoi che sia, un piccolo ritocco delle accise...

Il vecchio tarlo


Ad Arcola, La Spezia, è stato realizzato un SEI al Superenalotto che ha vinto ben 67 milioni di €uro. Io ho fatto DUE, da 5,70 €uro: dividerò in parti uguali col socio.

Carlo Chievolti

AUTO CHE SI AUTO-GUIDANO

Il perfezionamento delle auto robotiche, che viaggiano senza bisogno di una persona alla guida, va di pari passo con l'aumento dei crolli di ponti e autostrade, nonché degli incidenti automobilistici e ferroviari.

Viaggiare diventa sempre più pericoloso, perciò sorge spontanea una domanda: sarà possibile, in un prossimo futuro, mandare le nostre auto a guida automatica in giro per il mondo, con a bordo videocamere e altri strumenti di raccolta immagini e dati?

Noi ci potremmo godere il viaggio da casa, al sicuro, comodamente stravaccati sul divano, davanti ad un mega schermo che riporta i panorami ripresi da videocamere ad alta definizione. Oggi sono già disponibili tecnologie avanzate che permettono, indossando un casco, di visualizzare la realtà virtuale in 3D, suoni, voci e odori compresi. Sarà come essere nei luoghi che vogliamo visitare, senza tuttavia patirne gli inconvenienti.

Nel frattempo potremmo ordinare, nei vari ristoranti etnici ormai diffusi in ogni città, piatti pronti tipici dei paesi visitati dalla nostra auto, che ci verranno consegnati a casa in pochi minuti. E i rischi saranno tutti del povero addetto alla consegna pasti a domicilio...

Stefania Marello


Meglio una guida da cani o un'auto che si auto-guida?

LE MIGLIORI DELLA SETTIMANA


Truffa alla Sanità: clinica spacciava interventi estetici per essenziali. E a volte lo sono, davvero.


Auto dei vigili con telecamere a 360°. Ma, per ora resta invariata l’angolazione dei multati: 90°.


Da mercoledì è disponibile in edicola il Libro dell’Economia. Ma risparmi già se non lo compri.


Il divorzio compie cinquant’anni. Ma è sufficiente una settimana di matrimonio, per desiderarlo.


Le sorelle Parodi ai fornelli per i piccoli all’ospedale. Come non avessero abbastanza problemi.



LE PERLE DEI PIRLA


Se a San Valentino la moglie va a cena con l'idraulico significa qualcosa?

Gary Buja


Crollano le borse asiatiche. Anche le azioni colpite dal coronavirus?

Martin Scortese


È vero che la Lamborghini produrrà un'auto elettra?

George Clone


Il coronavirus si trasmette per telecinesi?

Bepi Ciopadepan


La mia musica fa talmente cagare che mi hanno messo su Sputify

Freddy Marchiori


Accadeva un anno fa: Nel segreto dell'Ufficio Contabilità, Dio vede che state datando le fatture 31/12/18.

Paul Rice


Quando sento dire "La mano de Dios" ormai penso al Papa. Sempre argentino è...

Tony Luganega


Qui al bar si fa cultura con la Q maiuscola

Pierino di Montanaro


"Restiamo amici". A quanti di voi è capitato di rimanere davvero amici?

Wild Rice


Chiudono 500 librerie all'anno e aprono 12000 gruppi sui Social. La cultura non sparisce, semplicemente si sposta nel web.

Al Damerini


Chiese al dentista i danni fisici e i danni molari.

Paul Rice


Pensa come se vivessi in eterno, vivi come se fossi al Grande Fratello VIP.

Senzafucio

HIKIKOMORI

Hikikomori è un termine giapponese che significa “stare in disparte”. Così i giapponesi definiscono i giovani tra i 14 e i 25 anni che non studiano né lavorano. Non hanno amici, trascorrono gran parte della giornata nella loro camera e a stento parlano con genitori e parenti.

Nel Paese del Sol Levante questi giovani asociali sono circa un milione, ma non si tratta di un fenomeno limitato ai confini giapponesi.

Le ultime stime parlano di 100mila casi italiani di hikikomori, un esercito di reclusi del quale non si ha percezione.

Notizia di cronaca


Hikikomori: la traduzione letterale in italiano è qui sto e qui morirò.

Triste forse, ma almeno non rompono le palle al prossimo.

Esistono invece altri giovani, come Greta (con i suoi seguaci) e le Sardine, che non praticano l'Hikikomori. Caso mai praticano il Hikikomoriretetuti, che in giapponese significa: morirete tutti se non fate come diciamo noi.

Infatti, viene voglia di suicidarsi.

Commento di Nonna



LE MIGLIORI DELLA SETTIMANA


QUESTA SETTIMANA: TOP TEN

Lo stalker di Sabrina Ferilli era guidato dagli alieni. Gli stessi che le hanno suggerito di recitare.


L’assessore alla Sanità Icardi inaugura il nuovo acceleratore dell’ospedale di Ivrea: aveva fretta!


A Torino arrivano 100 nuovi bus elettrici. Speriamo si diano una “scossa”, per arrivare puntuali.


Istat 2019: “Ennesimo aumento della disoccupazione”. Presto rimarrà senza lavoro anche l’Istat.


25mila neonati l’anno nascono prematuri causa aumento delle temperature? Partorite d’inverno.


Nuove creme di bellezza con gli scarti dell’uva. E, se non diventi bello, il vino ti farà rallegrare.


La compagnia di un cane fa bene al cuore. Ma, eccetto quando vedi il prezzo di certe crocchette.


Aumenta a dismisura il sesso non protetto. Incauti: io ho sempre i preservativi, sebbene scaduti.


Tra quattro anni non ci saranno più i pediatri. Non è importante, tanto non nascono più bambini.


C’è il progetto per la Metro 2 che ci farà arrivare fino a San Mauro. Ma cosa andiamo a fare, là?


BUGLIANO, LA CITTA' DELLA BUFALA

Sono comparse di recente in rete strane notizie su fatti paradossali avvenuti presso il Comune di Bugliano, località inesistente, creata dalla fantasia di qualche buontempone.

L'idea è senz'altro geniale (qui lo dice e qui non lo nega l'Accademia dei Cinque Cereali, fondata da inventori professionisti di fandonie, nonché da esperti in fanfaluche) e ha ingannato centinaia di migliaia di utenti social, causandone le proteste e la mobilitazione. Solo successivamente si scopriva trattarsi di una bufala creata ad arte.


L'ultima del 2019 citava testualmente:

"Bugliano: per consentire i tradizionali botti di capodanno senza incidenti e fastidiosi latrati, un decreto obbliga i proprietari di cani a tenerli chiusi in casa e legati. Multa di 89 euro ai trasgressori"


Naturalmente gli esperti dell'ACC non hanno potuto astenersi dal commentare la singolare notizia.

L'idea innovativa potrebbe applicarsi anche ad altre categorie di disturbatori. Per esempio si dovrebbe vietare agli anziani di uscire di casa tra le 7:30 e le 9 del mattino, ora di punta per studenti e lavoratori. Gli anziani, infatti, hanno la pessima abitudine di salire sui mezzi pubblici già affollati e di lamentarsi che gli studenti non cedono loro il posto. Inoltre attraversano le strade a vanvera, e vengono spesso investiti dagli automobilisti che stanno andando al lavoro.

Insomma, al mattino gli studenti hanno diritto di fare i loro comodi sugli autobus, e i lavoratori devono poter zigzagare a tutta velocità e bruciare i semafori per arrivare in tempo a timbrare il cartellino, senza che anziani rincoglioniti (che potrebbero starsene a casa e non rompere le palle) intralcino le operazioni.

Inoltre, obbligando per legge gli anziani a restare a casa in quell'orario, si eviterebbero anche gli intralci nei negozi di alimentari, dove i lavoratori, alle 7:30 del mattino, si recano per acquistare un panino da portare al lavoro. Sovente sono costretti ad attendere che l'anziana che li precede termini la sua spesa. E che spesa! Non compra mai meno di quindici articoli: la scatoletta di cibo per il gatto, quella per il cane, i semi di chia per il pappagallo, il lecca lecca per il nipotino, la merendina per la nipotina, le pastiglie di liquirizia per la tosse... E solo dopo aver pagato si ricorda che deve prendere anche tre etti di sopressa veneta all'aglio per il marito, e fa riaprire il conto. Naturalmente non le va bene il peso e fa togliere una fetta. Il tutto rallentato da continue chiacchiere con il negoziante. Nel frattempo si è formata una fila di almeno dieci persone impazienti...

Per non parlare dell'Ufficio Postale e del medico di famiglia, dove i pensionati stazionano a tutte le ore.

Perciò i Nonni Abeffardi lanciano l'accorato appello: istituire, in certe fasce orarie, il coprifuoco per le persone anziane.

M&M – Marchiori & Marello – ACC


Continua...

Disclaimer. Questo blog non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog potrebbero essere estrapolati da internet e, pertanto, se non considerate di pubblico dominio, perlomeno accessibili a chiunque. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, siete pregati di comunicarcelo senza esitazioni all’indirizzo e-mail: info @ lastampella.it e saranno immediatamente rimossi.
Gli scritti che contengono riferimenti a persone realmente esistenti hanno il solo scopo (si spera) di far sorridere e sono frutto del vaneggiare degli autori. Se tuttavia qualcuno non gradisse un articolo o una sua parte può chiederne la rimozione all’indirizzo di cui sopra, motivando l’istanza.
Non siamo responsabili dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
| Copyright © 2016 La Stampella | contatti | newsletter | privacy policy | sitemap |