Stacks Image pp294520_n312906_n2

Umorismo di sostegno

PUBBLICAZIONE UMORISTICA FONDATA DALL'ACCADEMIA DEI CINQUE CEREALI IL 2 GIUGNO 2016

ANNO VI d.F. - IDEATO, SCRITTO, IMPAGINATO, POSTATO E LETTO DAGLI AUTORI E DA SEMPRE DEDICATO A FRANCO CANNAVÒ

Fondatore e macchinista: Paolo Marchiori.
Vicedirettori postali (addetti ai post): Stefania Marello, Christina Fasso, Italo Lovrecich, GioZ, il Pensologo Livio Cepollina.

TRISBISNIPOTI DI MAMELI CHIEDONO I DIRITTI S.I.A.E. PER L'INNO SUI BALCONI

In questi giorni di quarantena forzata abbiamo assistito a diverse manifestazioni sui balconi delle nostre città: chi esponeva la bandiera tricolore, chi impastava il pane azzimo causa irreperibilità di lievito, i più destabilizzati dal lockdown si sono dati al giardinaggio curando fiori finti.

Particolare adesione hanno trovato le iniziative collettive ideate sui social e rilanciate dai principali TG come flash mob e soprattutto l'inno nazionale cantato a squarciagola in contemporanea su tutto il territorio nazionale.

Proprio quest'ultima trovata ha fatto storcere il naso ai discendenti diretti di Goffredo Mameli. Pare infatti che i cantanti improvvisati non abbiano compilato il regolare borderò della S.I.A.E., facendo perdere loro migliaia di Euro in diritti d'Autore.

Per ovviare a questo inconveniente gli aventi diritto auspicano che venga inserito un emendamento al Decreto Rilancio per dare la possibilità di regolarizzare e pagare i diritti a chiunque abbia utilizzato la composizione dell'autore e poeta durante questo periodo.

Pare invece che Michele Novaro, compositore della musica dell'Inno, non abbia discendenti intenzionati a reclamarne i diritti.

Paul Rice – ACC (MARZO 2020)

Balconi pre-Covid19 utilizzati per stendere il bucato

Disclaimer. Questo blog non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog potrebbero essere estrapolati da internet e, pertanto, se non considerate di pubblico dominio, perlomeno accessibili a chiunque. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, siete pregati di comunicarcelo senza esitazioni all’indirizzo e-mail: info @ lastampella.it e saranno immediatamente rimossi.
Gli scritti che contengono riferimenti a persone realmente esistenti hanno il solo scopo (si spera) di far sorridere e sono frutto del vaneggiare degli autori. Se tuttavia qualcuno non gradisse un articolo o una sua parte può chiederne la rimozione all’indirizzo di cui sopra, motivando l’istanza.
Non siamo responsabili dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
| Copyright © 2016 La Stampella | contatti | newsletter | privacy policy | sitemap |