Stacks Image 2

Umorismo di sostegno

PUBBLICAZIONE UMORISTICA FONDATA DALL'ACCADEMIA DEI CINQUE CEREALI IL 2 GIUGNO 2016

ANNO VI d.F. - IDEATO, SCRITTO, IMPAGINATO, POSTATO E LETTO DAGLI AUTORI E DA SEMPRE DEDICATO A FRANCO CANNAVÒ

Fondatore e macchinista: Paolo Marchiori.
Vicedirettori postali (addetti ai post): Stefania Marello, Christina Fasso, Italo Lovrecich, GioZ, il Pensologo Livio Cepollina.

In questa sezione sono riportati articoli scritti tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC collaborava allegramente con LA TAMPA

A PORTA PALAZZO, CREATA PER CASO, UNA NUOVA SCIENZA: L’ORNITTIOLOGIA

L’INTUIZIONE A SEGUITO DELLA CHIUSURA DEI DEPOSITI DEL MERCATO ITTICO DOPO UN CONTROLLO DELL’ASL


Pare che, dall'accoppiamento tra i pesci morti e i piccioni vivi, si siano originate nuove forme di vita

Gli ispettori dell’ASL, inviati al mercato del pesce di Porta Palazzo per i consueti controlli sul rispetto dell’igiene, avrebbero trovato sui banchi strane uova, apparentemente di pesce. Un campione di queste uova è stato prelevato e portato nell’acquario- incubatrice del laboratorio di Pescopennataro (IS). Una volta schiuse, hanno liberato animali con la testa di storione, ma branchie così sviluppate da sembrare ali di Columba livia domestica, cioè di comune colombo. Con tali pseudo ali, di tanto in tanto e se ne hanno voglia, questi animali possono spiccare il volo. In pratica si tratta di pesci volanti, ma solo se volenti. Se nolenti invece restano nell’acqua. Gli ittiologi li hanno definiti storiombi, subito smentiti dagli ornitologi, secondo i quali si tratterebbe di colomboni.

Un’altra curiosità degna di studio è il fatto che alcuni pesci all’interno del mercato, simili per dimensione, forma e colore alle orate, presentino uno strano piumaggio al posto delle squame. Anche a questa nuova specie è stato dato un nome: ornitorata.

Inoltre i piccioni che, contro ogni norma igienica, zampettavano tra le cassette del pesce fresco, presentavano aspetti anomali. Alcuni parevano respirare a fatica e, con cadenza regolare, andavano a tuffarsi nelle vasche delle anguille vive, dove stavano a lungo immersi nell’acqua, come a riprendere fiato. Naturalmente le anguille, che hanno un forte senso della comunità e della difesa del territorio da incursioni extra specie,si sono subito raggruppate sul lato nord della vasca, annodandosi tra loro in atteggiamento ostile, formando quella che i pescatori di Comacchio chiamano una Ligà d’anguile. Ma altre stranezze zoologiche si sono verificate fuori dai locali del mercato ittico di Torino.

È notizia dell’ultima ora che, nei pressi di Vengo Ligure, una famiglia di turisti inglesi (la signora e il signor Hitchcock e i loro tre bambini) siano stati aggrediti - mentre erano sul pedalò e mangiavano tranquilli un panino - da strani uccelli, simili in tutto e per tutto ai comuni piccioni.

Questi uccelli, dopo aver trafugato i panini, si sono posati sull’acqua, come fanno le anatre e i gabbiani, però tubando come tortore.

Gli Hitchcock sostengono di averne contati tredici, uno dei quali emanava una sorta di alone fosforescente (forse un effetto radioattivo?) e camminava sulla superficie dell’acqua.

Da tempo si sono insediati sulle rive del Po e della Dora i gabbiani di fiume, ma mai si erano avute segnalazioni di piccioni di mare al largo delle coste.

L’ultima segnalazione viene dalla Sicilia, dove ormai i tonni rossi del Mediterraneo scarseggiano e la pesca è stata vietata. Alcuni pescatori di frodo avrebbero avvistato dei tonni, dotati di una specie di grosso becco giallo.

Sui tonni becco giallo, e sulle altre strane creature, gli ittiologi e gli ornitologi litigano in continuazione, con insulti anche pesanti. Un ornitologo ha addirittura sporto denuncia per essere stato chiamato “ornitorinco” da un ittiologo.

Si sa che c’è una sorta di competizione tra queste due categorie di scienziati, fin da quando non riuscivano a mettersi d’accordo su quale delle due dovesse studiare la passera, considerata dagli uni un pesce (Scophthalmus rhombus) e dagli altri un volatile (Prunella modularis, detta anche Passera Scopaiola).

Guariniello sta studiando il modo di riappacificarli, affinché possano contribuire alle indagini con spirito collaborativo. Ha già annunciato la creazione, presso l’Istituto di Zoologia dell’Università di Torino, del Dipartimento di Ornittiologia Comparata. Per mancanza di aule e laboratori, il Dipartimento sarà provvisoriamente ospitato in alcuni locali privati di via Cristoforo Palombo.

A Pasqua si festeggerà con il caviale di storiombo, e per dessert si mangerà la colomba salmonata? Al di là di queste battute divertenti, in molti si chiedono dove ci porteranno questi incroci così inquietanti.



Stephanie Hop-Là (SETTEMBRE 2012)





AMRICORD: questo articolo è stato scritto tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC (Accademia dei Cinque Cereali) collaborava allegramente con LA TAMPA

Disclaimer. Questo blog non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog potrebbero essere estrapolati da internet e, pertanto, se non considerate di pubblico dominio, perlomeno accessibili a chiunque. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, siete pregati di comunicarcelo senza esitazioni all’indirizzo e-mail: info @ lastampella.it e saranno immediatamente rimossi.
Gli scritti che contengono riferimenti a persone realmente esistenti hanno il solo scopo (si spera) di far sorridere e sono frutto del vaneggiare degli autori. Se tuttavia qualcuno non gradisse un articolo o una sua parte può chiederne la rimozione all’indirizzo di cui sopra, motivando l’istanza.
Non siamo responsabili dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
| Copyright © 2016 La Stampella | contatti | newsletter | privacy policy | sitemap |