Stacks Image 2

Umorismo di sostegno

PUBBLICAZIONE UMORISTICA FONDATA DALL'ACCADEMIA DEI CINQUE CEREALI IL 2 GIUGNO 2016

ANNO VI d.F. - IDEATO, SCRITTO, IMPAGINATO, POSTATO E LETTO DAGLI AUTORI E DA SEMPRE DEDICATO A FRANCO CANNAVÒ

Fondatore e macchinista: Paolo Marchiori.
Vicedirettori postali (addetti ai post): Stefania Marello, Christina Fasso, Italo Lovrecich, GioZ, il Pensologo Livio Cepollina.

In questa sezione sono riportati articoli scritti tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC collaborava allegramente con LA TAMPA

LA PIANTA DEL MESE: EONIA TURRATIENSIS


A CURA DELL’ACCADEMIA DEI CINQUE CEREALI

.

«Quando la botanica non è più un’opinione ma diventa una scienza esatta»

LEONARDO FIBONACCI (Pisa, settembre 1170 – Pisa, 1240 ca.)

.

Molti la definiscono la pianta del millennio, una definizione nata non si sa dove e nemmeno perché però fa tendenza. Stiamo parlando dell'Eonio ma soprattutto della sua compagna, l'Eonia. Questo singolare vegetale, come poche altre specie del suo mondo, conta sia esemplari maschi che esemplari femmine. Queste ultime sono anche volgarmente chiamate Leonesse.


L'aspetto arboreo è quello di un eptifoglio e quindi si suppone che, se un quadrifoglio porti fortuna, con un eptifoglio potreste avere un culo incredibile. Le foglie sono spesse ma non eccessivamente carnose poiché essendo un vegetale, non ama la carne anzi, per il tipo di alimentazione la si potrebbe definire una pianta vegana. Si può di conseguenza affermare che non è una pianta grassa (avete mai visto dei vegani grassi?).


Un'originale caratteristica dell'Eonio maschio è quella di avere un "motu proprio" e orienta le sue corolle verso il televisore in occasione della trasmissione di gare di motociclismo.


La femmina invece ama recitare poesie, un comportamento insolito per un vegetale e sul quale gli scienziati stanno lavorando al fine almeno di capire quali versi stia recitando, se siano stati imparati a memoria oppure se vengano creati a braccio, sul momento, in base magari alle condizioni atmosferiche o d'umore. Sinora queste poesie, nonostante tutti gli sforzi fatti dagli studiosi, risultano assolutamente criptate.


Senza ombra di dubbio è stata classificata nella famiglia dei cereali pur non producendo alcun tipo di cereale. Una volta all'anno fiorisce a turno, una volta il maschio (se non è impegnato a guardare la MotoGP in televisione) e una volta la femmina (se non è presa da qualche recita o saggio).


Si riproduce per osmoclorofillistosi e ciò la rende facilmente coltivabile e difendibile anche su substrati di terriccio non particolarmente ricchi di sostanze nutritive anche se, è stato notato, che un cucchiaino di Orzoro solubile ogni tanto, contribuisce alla lucentezza delle sue foglie. In alternativa può andar bene anche l'Orzobimbo (bimbombà) ma solo per gli arbusti più giovani.


L'ACCADEMIA DEI CINQUE CEREALI ha deciso di assumere a proprio simbolo tale pianta e presto inizierà le pratiche per il riconoscimento dell'Eonia Turratiensis come patrimonio dell'umanità.


Alcune radichette saranno portate dall'astronauta italiana Cristoforetti, sulla stazione orbitale MIR per essere coltivate in loco in assenza di gravità.

.

Prof.ri Italo Miglio e Frank Oats.

.

Un'altra ricerca vorrebbe che...

PIANTA ANTICA?

L’albera a cui tendevi la pargoletta mano...

.

Si tratta di Eonia Italica Turratiensis, una specie rara di pianta grassa succulenta non spinosa. Secondo una scuola di pensiero (la scuola botanica Green Thumb School) questa pianta è la ‘femmina’ della specie Aeonium Arboreum, più comunemente detta Eonio.


Una teoria più recente invece ipotizza che sia una nuova specie a sé stante, evolutasi dall’antico eonio per deidrogenasi alcoolica dei mitocondri contenuti nelle foglie (fenomeno comunemente abbreviato in De-Riesling).


La nuova pianta si trova in uno stadio evolutivo più avanzato, ed è senza dubbio esteticamente più gradevole dell’eonio originario (esattamente come Eva - se ci è concesso un paragone ardito – che, originata da Adamo per partenogenesi costale, è risultata col tempo una specie più robusta, più gradevole, e meglio adattata all’ambiente).


.

Dr.ssa Stéphanie Hop-Là

(SETTEMBRE 2012)



.

AMRICORD: questo articolo è stato scritto tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC (Accademia dei Cinque Cereali) collaborava allegramente con LA TAMPA

Disclaimer. Questo blog non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog potrebbero essere estrapolati da internet e, pertanto, se non considerate di pubblico dominio, perlomeno accessibili a chiunque. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, siete pregati di comunicarcelo senza esitazioni all’indirizzo e-mail: info @ lastampella.it e saranno immediatamente rimossi.
Gli scritti che contengono riferimenti a persone realmente esistenti hanno il solo scopo (si spera) di far sorridere e sono frutto del vaneggiare degli autori. Se tuttavia qualcuno non gradisse un articolo o una sua parte può chiederne la rimozione all’indirizzo di cui sopra, motivando l’istanza.
Non siamo responsabili dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
| Copyright © 2016 La Stampella | contatti | newsletter | privacy policy | sitemap |