Stacks Image 2

Umorismo di sostegno

PUBBLICAZIONE UMORISTICA FONDATA DALL'ACCADEMIA DEI CINQUE CEREALI IL 2 GIUGNO 2016

ANNO IX d.F. - IDEATO, SCRITTO, IMPAGINATO, POSTATO E LETTO DAGLI AUTORI E DA SEMPRE DEDICATO A FRANCO CANNAVÒ

Fondatore e macchinista: Paolo Marchiori.
Vicedirettori postali (addetti ai post): Stefania Marello, Christina Fasso, Italo Lovrecich, GioZ, il Pensologo Livio Cepollina.

Guest

LA STAMPELLA PRESENTA: LA POETESSA DI SAN MAURO MARE


.

NASSIRYA

.

Nella polverosa cortina degli spari

occhi mediterranei celati da veli

sguardi sui rosari arabi,

uomini donne bambini

vittime innocenti

spezzati come fuscelli d'albero

al primo soffio di vento

terra arida crepe sterili

crateri d'odio

si allargano sopra corpi mozzati

e passi pesanti solo stracci stesi

anneriti dalla polvere

laceranti come i pensieri

soldati italiani in missione di pace,

locuste mimetizzate nel cuore

per la libertà

dipingono espressioni di dolore

nel sacrificio estremo della vita,

increduli nello scorgere uno stelo

di un fiore colore puro

nel torbido spicchio di cielo.

.

Caterina Tisselli

.



Per questa poesia, Caterina ha ricevuto una telefonata dalla Segretaria del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella dall'ufficio del Quirinale, per congratularsi per l'opera dedicata ai soldati italiani in missione di pace.


Ha precisato che il testo denota una profonda sensibilità, dall'anima descrittiva e poetica ed inoltre, attraverso la segretaria, il Presidente Mattarella si è complimentato per il ricco curriculum della poetessa degno di nota e di stima.

MANI



.

MANI

.

Dalle nostre mani intrecciate

sgocciola ancora nostalgico

il ricordo del nostro amore.

.

BrunoZ il Savio

SOLITUDINE

.

SOLITUDINE

.

Quella lacrima ghiacciata

cadendo nello stagno gela la superficie,

che riflette i miei pensieri vacui.

Cerco lontano con lo sguardo,

verso il monte imponente,

e nei colori dell’autunno,

un acconto di allegria

che tacita il fiele della tristezza.

Ma non lo trovo.

Nemmeno l’oro dell’imbrunire,

e quei vividi colori, zittiscono

il desolante gorgogliare del mio cuore,

quella sorgente che anima mestizia,

quel demone non prende il volo;

e mi sento sempre più solo.

Il sommesso sciacquio mi ridesta,

e l’ultimo balzo giocoso

e spensierato del Rondone,

riflesso da stanchi raggi,

rende meno amaro l’attimo,

e toglie, ormai al crepuscolo,

un po’ di quella malinconia.

Per donare domani un’alba tiepida,

proemio di rosea giornata,

non più solo e perduto nell’oblio,

ma incline a seguire nuovo cammino.

.

BrunoZ il Savio



LA STAMPELLA PRESENTA: LA POETESSA DI SAN MAURO MARE - SPOSALIZIO DEL MARE


SPOSALIZIO DEL MARE

.

Remori anfratti ricordi

nel grigio che sovrasta

sopravvivono vividi

sopra schegge frammentarie

di vulcanica rena

lambita dai tempi,

striature venate di giallo

s'arancia il cielo

dove si sposa con l'onda marina

orizzonte boreale

intarsiato d'amore.

.

Caterina Tisselli

.


TRE VELI

.

Morbido foglietto, agevolante ambrosia nel mondare il carnoso alveolo,

nel quotidiano di te mi avvalgo e,

imbrattato da vermicello all’occhio mi rimembri ancor,

nonostante il mio rifiuto,

gli odiati e astuti carnefici politichini che

imperterriti susseguono nell’apocalittico brigare.

Diligenti fannulloni escogitanti acutizzanti balzelli e dazi e gabelle in ogni dove, oltre illogici arbitri focalizzati a quell’alveolo infrangere;

non con brutale furia ma con scaltrita sapienza.

Mi netto velocemente per non calare ancor più nel furibondo oblio, rassegnando il foglietto nella bianca ceramica e, voltandomi

l’acqua lo decanta via e con esso, il livore di nefaste memorie.

.

BrunoZ il Folle



BRUNOZ LO SVELTO?

.

BRUNOZ LO SVELTO?

.

Il Nobel per la Fisica 2023 a Pierre Agostini, Ferenc Krausz e Anne L’Huillier. Gli scienziati sono stati premiati per lo studio degli attosecondi, i segnali più brevi creati dall'uomo che promettono di aprire la via a una nuova era dell'elettronica. Non avrei mai immaginato, che le mie rapidissime prestazioni eiaculatorie avrebbero portato il Nobel a chi le ha studiate.

.

BrunoZ

MASCHERE E MASCHERINE


.

In ginocchio un comparto,

sottoterra un distretto

ancor più inumata la dignitus populi,

sgretolata la nobiltà intrinseca

del libero respiro.

Bloccato il dissenso,

riprovevole pensiero,

dilaga la dispotica censura.

Terrorismo mediatico,

camuffata tirannia.

Maledetti, eppure dritti tirate!

Vi vorrei tutti saltellanti,

nell’ardente contenitore di latta,

sopra un lapillante fuoco alimentato,

come lucertole alla tortura,

sino a che solo tizzoni carbonizzati

permarranno.

Gradevole opzione è rinchiudervi

in un gigantesco microonde,

ed arrostirvi alla massima potenza,

deliziandomi divertito all’esplosione

dei vostri corpi ignominiosi.

Desioso.

.

BrunoZ il Pazzo

ATTIMO INFINITO

.

LA STAMPELLA PRESENTA: LA POETESSA DI SAN MAURO MARE

.

ATTIMO INFINITO

.

In un'urna di vetro

si accendono stelle

crepitìo d'argento

mentre il mare

è attimo infinito

di onde bianche

che s'infrangono lente

sulla riva solitaria!

.

Caterina Tisselli



TRAM-BUS-TO TRASPORTI A TORINO


.


TRAM-BUS-TO

TRASPORTI A TORINO

.

Ecco il birba Pepe Rino

pronto a farsi un pensierino:

son sul volo, da Alicante,

già mi girano, all'istante,

al confronto del biglietto

per andare a Cavoretto,

Santa Rita o piazza Manno.

Ma... ci sono, oppur ci fanno?

Vuoi viaggiar "climatizzato"?

Ecco un pullman sderenato!

Guarda il conto della serva

(lo scontrino si conserva...):

venti €uro o poco più

per venire da laggiù?

Sai, non reggono il confronto,

(chi non lo capisce è tonto).

Un biglietto: uno e novanta,

con la gente, proprio tanta,

che non paga mai la corsa:

vedi, quella è una "risorsa".

Bus e tram sporchi di fuori:

buonanotte ai suonatori.

Non ti monta, poi, la rabbia

se sul tram prendi la scabbia?

Te la prendi solo tu:

l'altro viaggia in auto blu.

Lamentarsi? Serve a un tubo.

Quella faccia da carrubo:

"Non so niente, son foresto",

dice "quello", lesto lesto,

che ti lascia lì, impietrito.

Manca sol che mostri il dito!

.

Rino Pepe 905

Si ringrazia Vierich

SPIRAGLIO


.

Un tenue pennello di luce

irradia il tuo volto,

il chiaroscuro ne esalta il profilo,

amabile declivio,

e capelli sparsi smorzano i tratti;

morbide labbra dolci e sorridenti,

l’armonia di occhi delicati

e lunghe ciglia.

L’ombra scontorna le gentili linee,

le seguo con lo sguardo,

le venero con le dita.

Carezzevole sentimento mai pago.

Vorrei ricordare

questo raggio di sole,

guardarlo indietro

beandomi della tua grazia,

sorridere alla leggiadria

del tuo amore,

inebriarmi nel tempo,

senza perdere l’attimo,

portandoti via,

lontano con me.

.

BrunoZ il Savio

.

LA STAMPELLA PRESENTA: LA POETESSA DI SAN MAURO MARE

.

PASSA IL TEMPO

.

Lo sciacquio delle onde

Che baciano la spoglia battigia

Il dondolarsi delle barche

Ferme sul molo

L’ondeggiare del grano

Alla brezza mattutina

Lo stormire delle foglie

Al passaggio del vento

Il garrire delle rondini

Pronte a migrare in altri paesi

Il volteggiare delle foglie

Che vanno a posarsi

Colorando il tappeto erboso.

Gli ultimi boccioli delle rose

Raggrinziti dal freddo mattino

E il tempo se ne va

imperterrito

.

Caterina Tisselli



LA STAMPELLA PRESENTA: LA POETESSA DI SAN MAURO MARE - NEL FANGO


.

NEL FANGO

.

Sopra volti tesi spira un forte vento,

nell'eco delle urla disperate

si ode solo il gorgoglio strozzato

dei fiumi impietosi esondati

sui vali e nelle case

sopra le mura segni tragici

dell'acqua putrida,

bagagli di oggetti spogli

onda assassina

che contrasta

la naturale essenza

dei fiori esili lontani

che profumano di primavera.

.

Brandelli di vita sparsi intorno

scheletri della loro anima ferita,

crateri e fessure aperte sulla collina

sono echi sospesi a metà cielo

aggrappati inutilmente alla vita.

.

Sogni spezzati

come togliere una benda

da una fresca ferita,

solo frammenti dettagli

e svolte fulminee

attanaglia il pensiero

prima ancora che il dolore esulti.

.

'Tin bota'... Romagna solare nella tenacia di giovani angeli spalatori del fango che forti intonano a 'squarciagola' Romagna Mia sotto un cielo livido nel ricordo di quel nefasto sedici maggio duemilaventitré dove anche il cuore è rimasto il Paese più straziato di quel poco e breve che non sapevamo vivendolo capaci d'immenso.

.

Caterina Tisselli



IGNOMINIOSO UCCELLACCIO


.

Laido corvaccio nero,

pica abietta dal verminoso ventre,

ispiratrice del corrotto grassatore umano

sul verone poggi, pronta al ratto

così come i lestofanti senzienti tuoi pari,

di stagnante secreto apocrine adorni.

Estollenti esseri, nell’Emmaus corrente,

eiaculanti gaudenti

al tinnitus dell’iniqua pecunia,

trasfusa nel baratro delle saccocce:

mai paghi, impuniti e sfrontati.

Libate col miele, sin che potete!

Libate ancora, che presto o tardi

al disonor del Golgota vi chinerete,

e stanche ceneri riverrete.

.

BrunoZ il Pazzo

.

Licenza poetica Manzoniana,

Riverrete:

seconda persona plurale

dell'indicativo futuro di rivenire.

.

LA STAMPELLA PRESENTA: LA POETESSA DI SAN MAURO MARE - SPECCHIO DI MARE

.

SPECCHIO DI MARE

.

Bianche scogliere

nitide imponenti vanitose

corrose dalle onde

sospinte a tratti

dai marosi dei venti,

corone di perle

dove è sempre bello

ammirare intorno

lo splendore infinito

del mare.

.

Caterina Tisselli



LA STAMPELLA PRESENTA: LA POETESSA DI SAN MAURO MARE

.

SALE

.

Come stelle sul mare

volano gabbiani

rughe d'inverno

dal colore di sabbia bagnata

boccheggiano su frange di spuma

sommesse ansie,

ed intorno si ode

il fragore del mare

ed il profumo del suo sale

.

Caterina Tisselli

LA STAMPELLA PRESENTA: LA POETESSA DI SAN MAURO MARE - TRAMONTO MARINO


.

TRAMONTO MARINO

.

Il giorno s'arancia al tramonto

sulla cortina di rena

lambita ed erosa

dalla spuma marina.

.

Caterina Tisselli



SOSPIRO



.

Non posso sentirti o vederti,

né toccarti; ma sei in me.

Ricordi indistruttibili albergano

in ogni centimetro del mio essere,

in ogni riflesso dei miei occhi,

nel sentore di primavera

o nel freddo dell'inverno.

O in una goccia di pioggia,

quella che scorreva sul vetro,

appannato dai nostri respiri.

Tutto evoca il palpitare

di quegli attimi indelebili,

scolpiti nel cuore, nell'anima.

Il passare del tempo

non affievolisce il dolore,

ma il ricordo è ancora dolore.

Così il fruscìo quieto

dei tuoi passi nudi

su quella moquette,

e la tua silhouette,

mi infiammano come allora,

e il duro lamento

della mia essenza

mi lascia senza fiato.

Sospiro.

E nella visione

ti giri sorridendo,

e te ne vai sul vento,

e ti perdi nel crepuscolo.

.

BrunoZ il Savio

.

LA STAMPELLA PRESENTA: LA POETESSA DI SAN MAURO MARE - SCHEGGE DI MARE

.

SCHEGGE DI MARE

.

Nelle burrasche

conchiglie

regalano mute speranze

alle dune stanche,

e la sofferenza

scaglia nel sale del mare

ricordi sopra scogli

che si assopiscono

trafitti da schegge

di schiume amare.

.

Caterina Tisselli



LA STAMPELLA PRESENTA: LA POETESSA DI SAN MAURO MARE - L'ONDA


.

L'ONDA

.

L'onda non aspetta sulla riva

possiede la stessa luce della luna

in una notte priva di stelle

ci saranno tempeste

e moriranno conchiglie

per lasciare sotto l'onda

nuove impronte di mare.

.

Caterina Tisselli



LA STAMPELLA PRESENTA: LA POETESSA DI SAN MAURO MARE - TRAMONTO LUNARE


.

TRAMONTO LUNARE

.

Ricalcare i passi nel viale

ancora vivido di foglie muschi

e licheni

respiri dal sapore familiare

il pensiero s'arancia al tramonto

si apre radioso alla luna piena

e metallica

fascio di luce abbagliante

che irradia grandi alberi

nell'abbraccio scosceso

come fragili braccia

accarezzate dal vento

al tramonto lunare

cuore del cielo.

.

Caterina Tisselli



Continua...

Disclaimer. Questo blog non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog potrebbero essere estrapolati da internet e, pertanto, se non considerate di pubblico dominio, perlomeno accessibili a chiunque. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, siete pregati di comunicarcelo senza esitazioni all’indirizzo e-mail: info @ lastampella.it e saranno immediatamente rimossi.
Gli scritti che contengono riferimenti a persone realmente esistenti hanno il solo scopo (si spera) di far sorridere e sono frutto del vaneggiare degli autori. Se tuttavia qualcuno non gradisse un articolo o una sua parte può chiederne la rimozione all’indirizzo di cui sopra, motivando l’istanza.
Non siamo responsabili dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
| Copyright © 2016 La Stampella | contatti | newsletter | privacy policy | sitemap |