Stacks Image 2

Umorismo di sostegno

PUBBLICAZIONE UMORISTICA FONDATA DALL'ACCADEMIA DEI CINQUE CEREALI IL 2 GIUGNO 2016

ANNO VI d.F. - IDEATO, SCRITTO, IMPAGINATO, POSTATO E LETTO DAGLI AUTORI E DA SEMPRE DEDICATO A FRANCO CANNAVÒ

Fondatore e macchinista: Paolo Marchiori.
Vicedirettori postali (addetti ai post): Stefania Marello, Christina Fasso, Italo Lovrecich, GioZ, il Pensologo Livio Cepollina.

IL PROFESSOR MIGLIO E I SUOI

.

Il Vaffa della settimana va a

Chiunque sia il responsabile, nel Tribunale di Milano.

Con la seguente motivazione:

Condanna a pagare una seconda volta una ditta il cui versamento è stato intercettato da un hacker. Il pagamento è stato riconosciuto, la ditta creditrice dovrà ricevere i soldi, e il debitore paga ben due volte: una al creditore e l’altra al pirata informatico.

@ @ @ @ @

L’esortazione a recarsi a defecare sulla urtica dioica va a

Chiunque sia il responsabile, nel Comune di Roma.

Con la seguente motivazione:

Un residente in un quartiere a traffico limitato, e con un permesso a pagamento per l’ingresso nella ZTL, ha cambiato auto, e deve ripagare 132 €uro. Che pidocchieria!

@ @ @ @ @

Il Cetriolo Plumbeo Honoris Causa va a

Istituto Sant’Alessio, a Roma, azienda di servizi ai non vedenti della Regione Lazio.

Con la seguente motivazione:

Ha inviato a ciechi avvisi di pagamento via raccomandata, o li ha affissi in bacheca. Mail o PDF riproducibili a voce da un software non sono “comunicazioni ufficiali”?

@ @ @ @ @

Il premio pane e volpe va a

Il “Controllo di sicurezza” di Lottomatica, la concessionaria dei giochi per lo Stato.

Con la seguente motivazione:

Un’addetta alle paghe ha rubato 1,5 milioni di €uro in tre anni: inventò dipendenti immaginari. Se ne sono accorti, e l’hanno denunciata. Ma se ne son accorti per caso.

@ @ @ @ @

Il premio “ma ci faccia il piacere” va a

Anonimo sottufficiale dei Carabinieri a Perugia, calvo.

Con la seguente motivazione:

Un tizio lo ha apostrofato con la battuta goliardica: “Ecco il Maresciallo che arresta tutti tranne la caduta dei capelli”. L’ha denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale.

PUGNI SCHIUSI


Nel 1968 Muhammad Ali rifiutò di arruolarsi per la guerra del Vietnam. Venne accusato di renitenza e gli fu revocato il titolo mondiale dei pesi massimi.

Spiegò che la sua coscienza non gli avrebbe permesso di sparare a gente povera e affamata, facendo notare peraltro che nessun vietnamita lo aveva mai chiamato "sporco negro".

.

Sono certo che nessun americano di buon senso lo abbia mai chiamato "sporco negro" e credo non sia mai capitato neppure a Mike Tyson.

Al Damerini

LA STAMPELLA: DA ENRICO TOTI A NONNO TONIO, PASSANDO PER IL DOTTOR HOUSE


Oggi parliamo di stampelle, così siamo sicuri di non andare fuori tema.


Nel titolo di questo blog, il significato di stampella è puramente metaforico: è un ausilio all'umorismo, quel sentimento complesso capace di stimolare il buon umore, che a volte è zoppicante e ha bisogno di un sostegno.


Nel suo significato letterale, invece, la stampella è un dispositivo medico di aiuto alla deambulazione.


L'inventore fu un certo Emile Schlick, ingegnere francese che, all'inizio del secolo scorso, brevettò un bastone da passeggio dotato di un supporto obliquo per appoggiarvi l'avambraccio. Il successo di questa invenzione - diciamolo, piuttosto banale - è dovuto probabilmente all'impronunciabile cognome dell'ingegnere. Se l'avesse inventata Mimmo Caputo, falegname di Cerignola, per il figlioletto che si prendeva frequenti calci negli stinchi giocando a pallone con i più grandi, non l'avrebbe mai brevettata nessuno.


Negli anni successivi la stampella subì varie trasformazioni, e oggi ne esistono più versioni, realizzate con materiali tecnologici.


Merita un cenno rispettoso la famosa stampella di Enrico Toti, bersagliere italiano, ucciso nel 1916 nel corso della Prima Guerra Mondiale. Questo eroe, citato in tutti i libri di storia, prima di tirare le cuoia tirò la sua stampella contro gli austriaci in segno di sfida. Ma chissà come sono andate veramente le cose: forse il Toti, soprannominato Toto-iella dai commilitoni a causa della sua sfiga superiore alla media, aveva già una gamba gigia, e quando si rese conto che anche l'altra era inutilizzabile gettò la stampella ormai inutile. O forse fu un gesto di rabbia, accompagnato da un bestemmione che la storia decise di ignorare, perché è noto che gli eroi non bestemmiano. Del resto, quale uomo già ferito non si sarebbe "indignato" nell'essere di nuovo colpito? E soprattutto, se il Toti aveva già le stampelle, ci si chiede perché fosse ancora a combattere al fronte.


Comunque, la stampella sembrerebbe un attrezzo banale, ma servirsene in modo corretto non lo è affatto. Se acquistate delle stampelle nuove, esistono istruzioni per l'uso (si spera anche in italiano), ma se le prendete a noleggio, o ve le fate prestare, vi conviene leggere qui:


1 - portate avanti entrambe le stampelle inclinando il busto leggermente in avanti. Quindi fate avanzare l’arto infortunato avendo cura di non oltrepassare la linea demarcata dalle due stampelle; questa è la fase oscillante, ovvero fino ad ora si carica ancora solo sulla gamba sana.

2 - La fase successiva di carico, prevede di trasferire il carico sulla gamba malata per fare oscillare in avanti la gamba sana. A questo punto il peso del corpo viene portato il più possibile sui bastoni e questi sono usati per oscillare in avanti. Il passo sarà eseguito portando la gamba sana alla stessa altezza del piede malato o leggermente più avanti eccetera...


Avete capito? Beati voi.


Quando ho avuto bisogno di stampelle per una piccola frattura al piede mi veniva naturale fare esattamente l'opposto di quanto consigliato, e ho impiegato così tanto tempo a imparare la corretta coordinazione che ormai era ora di togliere il gesso e camminare normalmente. Mi sarebbe servita una terza stampella, cerebrale.


Se si utilizza una sola stampella, questa deve stare dal lato dell'arto sano, nonostante il dottor House della famosa omonima serie tv si ostini a fare il contrario. Ma lui è un personaggio fuori dagli schemi: non è un cattivo medico, anzi, è un genio nelle diagnosi. Però è un medico cattivo, sottilmente perfido. Forse anche l'attore che lo interpreta ha un brutto carattere, e il regista non osa dirgli che sbaglia.


Infine, c'è nonno Tonio, ospite della RSA "Autunno Splendente". Cammina con una stampella, tenendola a volte a destra e a volte a sinistra, senza una regola. In realtà non ne avrebbe bisogno: nonostante i suoi 97 anni deambula speditamente anche senza. Ma la usa come arma intimidatoria, facendola roteare in aria, per minacciare il compagno di stanza su futili questioni, legate soprattutto all'utilizzo della TV. E quando interviene il personale sanitario per calmarlo, minaccia anche loro.


Poiché non è consentito neutralizzarlo sparandogli una siringa di sedativo, come fanno i veterinari con i cavalli agitati e pericolosi, nonno Tonio, sorridendo sotto i baffoni, si gode il suo programma preferito, al volume preferito, mentre il compagno di stanza si gode le coccole consolatorie delle infermiere, e il budino extra che gli concedono.


Per questo tipo particolare di utilizzo della stampella non esistono istruzioni, ma nonno Tonio è sempre stato un buon autodidatta.

.

Stefania Marello - ACC



Stampella, copia originale

.



Stampella, copia pirata

DIALOGO TRA VIP


Mara Venier: “Sono perfezionista”.

Mara Maionchi: “Sei una Vergine?”.

Mara Venier: “Ascendente Vergine!”.

Mara Maionchi: “Il peggio del peggio”.

Nonna Abeffarda: “Già. La nonna che è Vergine ascendente Leone e discendente Gazzella, che dovrebbe dire allora? Non può mai stare ferma!”

(DICEMBRE 2017)

Due gazzelle pronte scattare

UN REBUS FACILE


Inviatoci dalla nostra amica e assidua lettrice Peperina

.

REBUS (2, 5, 6)

.

BIGAMO NON SA CON CHI SEPARARE I BENI

.

PIETRAPORZIO – Pur essendo residente in un comune con una settantina di abitanti Pietro Porzio, agente di commercio rappresentante di lozioni per pizzetti e basette, era riuscito a sposarsi con due donne del paese all'insaputa di tutti. All'insaputa anche di se stesso perché, nella seconda occasione, forse a causa di una temporanea amnesia, si era scordato del primo matrimonio.


Alla notizia del suo status di bigamo le due donne hanno prontamente chiesto la separazione, ma qualcosa è andato storto.


I due matrimoni sono stati entrambi celebrati in regime di comunione dei beni ed è praticamente impossibile stabilire con quale moglie dovrà dividerli in fase di separazione.


La via d'uscita potrebbe essere chiedere perdono alle mogli rimanere sposato con entrambe, soluzione che saprebbe di beffa, poiché al povero sig. Porzio rimarrebbero sul groppone ben due suocere.

.

Kristine Lachen & Paul Rice – ACC

.

LA RISTAMPELLATA: questo articolo è stato scritto tra il 2016 e il 2018 e viene qui riproposto a grande richiesta.

I REBUSTRANI DI DALÌ AQUÌ

REBUS (8, 2, 4)

LA STAMPELLA PRESENTA: LA POETESSA DI SAN MAURO MARE - (A)MARE

.

(A)MARE

.

Il mare

punto d'incontro

per ogni innamorato

e disperato

il mare un oceano

di sentimenti immensi!

.

Caterina Tisselli



.

Ringraziamo l'amica Caterina che, direttamente dalla Romagna, ci delizia con una poesia che mostra le sfaccettature del "suo" mare.

L'ANGOLO DELLA (S)CULTURA - BOX DANCE

.

A cura di Manfredi Maria Miglio Marello

.

Scatole e scatoloni, che andranno a scatafascio,

da scansare e da scavalcare, tra le scariche scansie,

mi accanisco a inscatolare. Salgo, scendo dallo scanno,

dalla scala, scarmigliata, pure nello scantinato, scaricando

da scaffali scalcinati, tra scaracchi, scarafaggi, vecchie scarpe

scamosciate o scarponi scalcagnati, scadenti gonne scampanate,

scandalosi scamiciati, scarti, scartoffie, e scartafacci scarabocchiati.

Scalmanata scapperei, scaraventerei tutto nella scarpata, scantonando

la differenziata. Non ho scampo, e mi duole (scalogna!) anche la scapola.

.

Stefania Marello

GLI SCALTRI REBUSCEMI DI PICK ASSO


REBUS (8, 2, 6)

IL PROFESSOR MIGLIO E I SUOI


.

Il Vaffa della settimana va a

Una vigilessa di Genova.

Con la seguente motivazione:

Ha multato un corriere che “bloccava il traffico”. Lui ha bestemmiato, perché stava lavorando. La signora gli ha aggiunto 103 €uro, per un totale di 300. Molto brava!

@ @ @ @ @

Il Cetriolo Plumbeo Honoris Causa va a

I responsabili della campagna pubblicitaria del treno “.italo”.

Con la seguente motivazione:

.italo promuove l’Italia più bella: passa vicino a Colosseo, Duomo e Ponte di Rialto.

@ @ @ @ @

Il premio vauro ridens va a

Conte Giuseppe, capo M5S, ex Presidente del Consiglio della Repubblica Italiana.

Con la seguente motivazione:

Protesta contro l’aumento delle spese militari, ma quando comandava questa sfigata Italia aumentò le spese da 21 a 24,6 miliardi di €uro l’anno. È un aumento del 17%.

@ @ @ @ @

Il premio pane e volpe va a

Alcuni genitori giapponesi.

Con la seguente motivazione:

Old Enough, ovvero Grande Abbastanza, è il nuovo show di Netflix che arriva dal Giappone. Il format è un recipiente di trovate bizzarri: bambini piccoli sono mandati a compiere commissioni, da soli, in strada e in autobus. Poi filmati. Immaginate un bimbo di due anni da solo sul bus. È controllato, ma non pensate abbia un trauma?

@ @ @ @ @

Il premio “ma ci faccia il piacere” va a

Paragone Gianluigi, capo del fondamentale partito Italexit.

Con la seguente motivazione:

Ha organizzato un flash mob con uno striscione: “ITA deve essere italiana” e con bandiere tricolori. E spiega che “sarebbe un colpo mortale, perdere questo asset”. Così gli italiani continueranno a buttare soldi nel cesso della compagnia di bandiera.

LE GRANDI SFIDE LETTERARIE DELLA STAMPELLA

.

La Presidenza del Consiglio rinnova l’impianto di climatizzazione della propria sede: 57 condizionatori, quasi 40mila €uro. Qualunque cosa accada, a chi ci governa spetta un trattamento gradevole, per poterci amministrare senza fastidiosi patemi. Oltre che pagarlo, alla plebe compete sopportare caldo d’estate e freddo d’inverno.

Il vecchio tarlo

* * * * *

Per visitare Venezia si dovrà presto mostrare un QR Code, simile al Green Pass, col lodevole intento di regolare l’afflusso di turisti. Il nuovo strumento di controllo sugli italiani potrebbe a breve essere esteso alle grandi città turistiche, come Firenze e Roma. Purtroppo, a Torino non sarà mai necessario, causa la scarsità di domanda.

Carlo Chievolti

* * * * *

La Commissione Europea propone uno “scostamento di bilancio” UE, nel 2022, per garantire il sostegno a chi fugge dall’Ucraina, da 99,8 milioni di sostegni in più. Scrivere 100 non sarebbe stato attraente, come insegnano i prezzi dei supermercati.

Il vecchio tarlo

* * * * *

Le dichiarazioni dei redditi 2021 evidenziano che ogni torinese ha perso 527 €uro in un anno. Opportuno modificare il detto: i piemontesi sono falsi, cortesi e distratti.

Carlo Chievolti

* * * * *

La cinese DJI, leader mondiale nella produzione di droni, non fornirà nulla né a Russia né a Ucraina. Parliamo male della Cina, ma costoro rinunciano al business per favorire la pace. Fatelo sapere ai cosiddetti leader occidentali, Draghi compreso.

Il vecchio tarlo

* * * * *

Grande successo progressista! I vostri figli avranno due cognomi: di mamma e di papà. I vostri nipoti ne avranno quattro, i pronipoti otto, eccetera. Vi ricordate la storiella del chicco di grano sulla prima casella di una scacchiera? E di com’è finita?

Carlo Chievolti

CIRCOLARE!


Contro il logorio della vita moderna, dopo il circolo degli astemi, la rotonda degli alcolisti.

Si consiglia di presentarsi già bevuti

.

M&M - ACC

LA STAMPELLA PRESENTA - SUNTANT KATHIW

.

Possono togliere tutte le Z dall’Universo, ma Selensky resta sempre uno Stronso.

§ § § § §

Il prestigioso quotidiano CORRIERE DELLA SERA ci informa che un’azienda sarda ha trovato la maniera di utilizzare gli scarti della produzione della birra per la produzione di gas, e riducendo l’impatto ambientale dello smaltimento degli scarti. Le stime prevedono un risparmio in bolletta dell’80%. Putin mediterà il suicidio?

§ § § § §

L’emittente televisiva La7 sta programmando la serie su Zelensky che fa l’attore, che viene vista dal 3,4% dei tele-morenti. Come farà, a smaltire le altre 50 puntate?

§ § § § §

Dalla data dell’invasione russa, in Ucraina si sono celebrati 22mila matrimoni, e 1.500 solo a Kiev. Nessuno li ha informati che ci sono problemi? Meditate, gente...

§ § § § §

Nelle città olandesi Eindhoven e Utrecht puoi ricaricare il cellulare dondolandoti sull’altalena, nelle stazioni ferroviarie. Possibile che non abbiano ancora inventato un dispositivo da polso per ricaricare il cellulare e altro mediante la masturbazione?

.

Suntant Kathiw

IL RAGNO NEL FRIGO

- C'è un ragno che vive nel mio frigo - mi disse un giorno un amico.

Trattandosi di un buontempone credevo scherzasse, invece mi inviò una foto come prova. Si vedeva l'interno del frigo, piuttosto vuoto per la verità, e in fondo, nell'angolo, un piccolo ragno nero nella sua ragnatela.

La convivenza tra il ragno e il mio amico è pacifica: si tollerano a vicenda. Lo ha chiamato Aaargh, che non è altro che il grido emesso dalla fidanzata quando, aprendo il frigo, lo vide per la prima volta.

Secondo il manuale di classificazione dei ragni (¹), si tratta dell'Aracnida Findus Vulgaris, detto Ragno del Frigo perché quello è il suo habitat d'eccellenza.

Ma come riesce a conquistare la sua "terra promessa"?

Durante l'estate, questo aracnide è particolarmente insofferente al caldo: lo patisce più dei pensionati che si sventolano con il giornale, stravaccati sulle panchine all'ombra. Perciò, si nasconde mimetizzandosi perfettamente tra la frutta o la verdura fresca del mercato, e può succedere che venga incartato, pesato, e quindi pagato al caro prezzo dei prodotti ortofrutticoli; è così che entra nelle case degli ignari acquirenti, e finisce dentro il frigorifero. Qui trova la temperatura ideale e cibo sempre fresco.

Poiché non ha a disposizione insetti vivi da catturare (di norma gli insetti non amano l'ambiente gelido e asfittico dei frigoriferi), la ragnatela gli serve soltanto come amaca per i momenti di riposo.

I Ragni del Frigo sono una specie protetta dal WWF perché a rischio di estinzione, sia a causa del riscaldamento globale, sia a seguito delle globali pulizie di certe massaie meticolose, che svuotano e lavano frequentemente il frigo. Se cavare un ragno dal buco è difficile, cavare un ragno dal frigo, invece, è semplice.

Un rischio ben più temibile per questa creatura è essere divorato da qualche umano single e affamato che, trovando il frigo vuoto, decide di mangiarsi il ragno, spalmato sul pancarré.

Il Ragno del Frigo è una bestiola del tutto innocua: non morde, non salta, non puzza, non sbava, e soprattutto non abbaia; anzi, è più silenzioso del frigo stesso. È educato e discreto, si limita a mangiucchiare piccole quantità di cibo. È vegetariano, ma non vegano: predilige i formaggi stagionati, ma non disdegna la frutta e gli ortaggi. Se è tollerato dal proprietario del frigo non ne uscirà mai più, a meno di eventi estremi, come la rottamazione dell'elettrodomestico, l'inondazione della casa, o la guerra nucleare.

Se nel frigo non arriva un esemplare del sesso opposto, trasportato casualmente in una spesa successiva, il nostro amico invecchia e muore tutto solo, senza aver generato figli. Diversamente potrebbe generare giovani esemplari della sua specie. (²)

Questi aracnidi sono molto intelligenti, e per questo alcuni entomologi li chiamano anche Ragni Draghi (ogni riferimento a persone reali è del tutto casuale).

In virtù della sua intelligenza, Aaargh ha potuto essere ammaestrato dal mio amico, sulla base del detto piemontese:

.

"Ragn a la matin a porta sagrin,

ragn a mesdì a porta piasì,

ragn a la seira a porta surpreisa." (³)

.

In poco tempo, grazie a qualche bocconcino prelibato come ricompensa, ha imparato a non farsi vedere quando il frigo viene aperto di mattina, per non recare sagrin, a mostrarsi allegro e gagliardo quando la porta si apre intorno all'ora di pranzo, e nelle ore serali sbuca all'improvviso da dietro un peperone, gridando "Sorpresa!".

.

Stefania Marello

.

(¹) cit. Il Regno dei Ragni, opera omnia del naturalista italo-americano Low Custa, edizioni Tarantola

.

(²) A scanso di denunce per aver parlato di "sesso opposto", specifico che quanto affermato vale anche per ragni LGBT.

.

(³) Traduzione per i non piemontesi e per i piemontesi giovani:

.

"Ragno al mattino porta crucci,

ragno a mezzogiorno porta piacere,

ragno alla sera porta sorpresa."

    .

    Esemplare ben conservato di Aracnida Findus Vulgaris

    LE PERLE DEI PIRLA

    .

    Gli unici cannoni che portano pace nel mondo sono quelli giamaicani.

    Freddy Marchiori

    .

    Strategia: caldaie accese a manetta tutta l’estate, così finiamo il gas, e il prossimo inverno lasceremo i russi al freddo.

    Gary Buja

    .

    Per colpa dei giornali locali che estendono la provincia di Biella fino a Trieste, la Gazzetta fa partire il Giro d'Italia dall’Ungheria.

    Paul Rice

    .

    Ho cambiato il contratto e il costo di ogni bolletta è rimasto invariato! Prima erano bimestrali, ora mensili.

    Luigi Pirlandello

    .

    I numeri secondi sono tutti quelli che vengono subito dopo i numeri primi?

    Al Damerini

    IL PENSOLOGO

    .

    QUESTA SETTIMANA LA TOP FIVE RADDOPPIA

    .

    Scamarcio pilota di rally a Torino. Immagino donne alle quali piacerebbe bocciare contro di lui.

    .

    Ferrari richiama i modelli 458 e 488 per i problemi ai freni. Li aveva anche il mio Doblò usato...

    .

    Cirio regala biglietti Eurovision ai profughi ucraini. Alcuni rimpiangono di essere venuti da noi.

    .

    I torinesi hanno perso 527 €uro in un anno. Sono esclusi coloro che non avevano neanche quelli.

    .

    Impiegata Amazon multata: è stata troppo tempo in bagno. Pannoloni in quinta corsia, settore 8.

    .

    Lapo Elkann ha portato in salvo 150 profughi ucraini. Ci siamo giocati la fusione fra Vaz e Fiat.

    .

    Per la Consulta è discriminatorio assegnare il cognome del papà. Anche perché non sempre lo è.

    .

    Valeria Bruni Tedeschi: “La leggerezza si conquista invecchiando”. E io invecchiando ingrasso.

    .

    Michael Marmot: “La solitudine causa perdita di memoria”. Meglio dimenticare certa gentaglia.

    .

    Roberto Vecchioni: “A Firenze scoprii che mia moglie mi tradiva”. Anche noi siamo stufi di lui.

    I REBUSTRANI DI DALÌ AQUÌ

    .

    REBUS (9)

    .

    L'ANGOLO DELLA (S)CULTURA - LO DISS(I)


    .

    A cura di Manfredi Maria Miglio Marello

    .

    LO DISS(I)

    .

    Sì, “sembrerebbe”

    dissipato il dissesto,

    dissolto il disservizio,

    dissuaso, il distributore

    dissoluto di mail disperse.

    .

    Stefania Marello

    .

    L'INARRIVABILE NONNO ABEFFARDO

    .

    I funghi parlano tra loro, e si scambiano informazioni. Avrebbero sviluppato un loro vocabolario di 50 parole. Ma io conosco certa gente che non ne sa molte di più.

    £ £ £ £ £

    Si moltiplicano in Italia i corsi per diventare influencer, che rilasciano anche una laurea. Età consigliata per iscriversi 17-25 anni. Purtroppo, sono molto fuori target.

    £ £ £ £ £

    Si chiama Vienna, ha 72 anni, e andrà da Venezia a Pechino a piedi. Arriverà in Cina a 76 anni. Io sono sempre contento, se trovo gente che perde tempo più di me.

    £ £ £ £ £

    Charles Leclerc, pilota delle automobiline da corsa Ferrari, è stato circondato da un gruppo di ammiratori festanti. Uno di essi ne ha approfittato per sfilargli il suo pregiato orologio da polso, un pezzo unico da collezione, da due milioni di €uro.

    £ £ £ £ £

    Un orso è entrato nel recinto di due maiali, in Connecticut, ma Hamlet e Mary si sono coalizzati, e lo hanno cacciato. L’unione fa la forza, contro un nemico cattivo.

    .

    Nonno Abeffardo

    Continua...

    Disclaimer. Questo blog non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog potrebbero essere estrapolati da internet e, pertanto, se non considerate di pubblico dominio, perlomeno accessibili a chiunque. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, siete pregati di comunicarcelo senza esitazioni all’indirizzo e-mail: info @ lastampella.it e saranno immediatamente rimossi.
    Gli scritti che contengono riferimenti a persone realmente esistenti hanno il solo scopo (si spera) di far sorridere e sono frutto del vaneggiare degli autori. Se tuttavia qualcuno non gradisse un articolo o una sua parte può chiederne la rimozione all’indirizzo di cui sopra, motivando l’istanza.
    Non siamo responsabili dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
    | Copyright © 2016 La Stampella | contatti | newsletter | privacy policy | sitemap |