Stacks Image 2

Umorismo di sostegno

PUBBLICAZIONE UMORISTICA FONDATA DALL'ACCADEMIA DEI CINQUE CEREALI IL 2 GIUGNO 2016

ANNO VI d.F. - IDEATO, SCRITTO, IMPAGINATO, POSTATO E LETTO DAGLI AUTORI E DA SEMPRE DEDICATO A FRANCO CANNAVÒ

Fondatore e macchinista: Paolo Marchiori.
Vicedirettori postali (addetti ai post): Stefania Marello, Christina Fasso, Italo Lovrecich, GioZ, il Pensologo Livio Cepollina.

GLI SCALTRI REBUS DE LA STAMPELLA


REBUS (5)

.

.

.

Disegno: GabryCZ

OPERAI CON STIPENDIO RADDOPPIATO PER ERRORE


QUANDO L’AGENZIA DELLE ENTRATE APPLICA LE NORME CON ECCESSO DI ZELO


I controlli fiscali effettuati dall'Agenzia delle Entrate avvengono perlopiù sulle dichiarazioni di imprenditori e liberi professionisti.


Gli studi di settore determinano il reddito medio per tipologia aziendale e, in base a questo, vengono controllate le proprietà di beni immobili e mobili del presunto evasore.


Quindi, se un imprenditore con un reddito dichiarato di diecimila euro annui possiede una villa al mare, alcune auto di lusso e magari uno yacht, nessuno rimarrebbe sorpreso se si scoprisse che evade il fisco.


Quanto accaduto a un operaio metalmeccanico è invece abbastanza singolare.


Infatti il lavoratore dipendente, estratto a sorte per un controllo di routine, è risultato possessore di un appartamento in centro (con mutuo che estingueranno i posteri fra due generazioni), un'Audi A5 con finanziamento ventennale, impianto di climatizzazione con pagamento a mezzo di cambiali (alcune scadute), e l'abbonamento per lo stadio.


L’ispettore incaricato dal fisco, un giovane talentuoso neolaureato in matematica, applicando le apposite tabelle sugli studi di settore in vigore per gli imprenditori ha stabilito che l’operaio dovrebbe percepire almeno il doppio dello stipendio dichiarato.


Per rientrare nei parametri, solitamente si va alla ricerca di entrate non dichiarate (il cosiddetto “nero”) ma, in tal caso, l’ispettore ha avuto una pensata che solo un matematico poteva avere: per riportare i parametri alla normalità, invece che agire sul fattore evasione, si può agire sul fattore salario. Ed ecco che l’equazione torna a quadrare.


Per questo motivo, l’Agenzia delle Entrate ha dato ordine al datore di lavoro di raddoppiare lo stipendio al dipendente, con somma gioia dell’operaio che ormai si vedeva perduto.


Pare che vi sia già una lunga lista di attesa di operai, che faticano ad arrivare alla terza settimana, e soffrono di crisi d'ansia a partire dalla seconda, che si autodenunciano, chiedendo di essere sottoposti al controllo fiscale.


Più che ravvedimento operoso, potremmo chiamarlo ravvedimento operaio.


.

Marchiori assisted by Marello – ACC (GENNAIO 2017)

I precompilati degli operai vanno a ruba tra i milionari, così possono risparmiare fino al 99% sulle tasse

LA RISTAMPELLATA: questo articolo è stato scritto tra il 2016 e il 2018 e viene qui riproposto a grande richiesta.

DA BIMBO GIOCAVA AL DOTTORE: RICEVE LAUREA IN MEDICINA


Mancano medici, paramedici, infermieri e, in un periodo come quello che stiamo vivendo, occorre incrementare il numero dei sanitari per sostenere la lotta alla pandemia.


Il Governo ci ha provato prevedendo l'abilitazione all'esercizio delle professioni contestualmente al conseguimento della laurea magistrale, e predisponendo appositi corsi da infermiere della durata di 300 ore cui potranno partecipare gli O.S.S.


Tuttavia questi interventi non sono sufficienti.


A dare manforte ci ha pensato l'Università di Pensologia di Torino, conferendo a un giovane operaio metalmeccanico di Brevigliasco (CN) la laurea in medicina.


Il riconoscimento è stato possibile grazie alle testimonianze di amici e amichette d'infanzia che, tra gli otto e i dieci anni di età, erano soliti giocare con lui, fingendosi pazienti. Gli ex compagni di giochi hanno rivelato la sua attitudine a esercitare la professione di medico che ha convinto la Commissione presieduta dal Magnifico Rettore.


Data la sua attuale esperienza nel settore delle saldature, conoscendo a fondo gas come argon, acetilene e soprattutto ossigeno, gli è stata conferita direttamente la specialistica in pneumologia.


L'Accademia dei Cinque Cereali porge sentite felicitazioni al Dottor Guido Lambulanza per il traguardo raggiunto, sperando che la sua opera e le sue operazioni siano concretamente utili al sistema sanitario.


Voci di corridoio sosterrebbero che il medico stia pensando addirittura a una joint venture tra l'officina presso la quale lavorava e il reparto ortopedico del nosocomio cittadino per la fornitura di placche e bulloneria ad uso chirurgico.

.

Paul Rice - ACC



Il Dott. Lambulanza nel suo ambulatorio

IL PENSOLOGO


QUESTA SETTIMANA LA TOP FIVE RADDOPPIA


30 chili di cocaina e 300mila €uro in contanti a casa dello spacciatore. I soldi mi fanno sballare!


Chiedi un caffè ad Alexa e la macchinetta Lavazza Voicy te lo prepara. Altro che le donne vere!


Torino: la città che si muove? Rebaudengo: una scala mobile su due è fuori uso e l’altra è ferma.


Verdetto scientifico: il vaccino AstraZeneca è meglio dai 60 in su. E anche dai 50 portati male?


Zingaretti: “Se avessimo più dosi faremmo più iniezioni”. C’è ancora chi sostiene che sia pirla?


Giorgio Armani cerca un socio italiano. Se non dovessi rateizzare la Tari, ci farei un pensierino.


Col lockdown son diminuiti i borseggi, ma aumentati gli omicidi. Vabbé, non si può avere tutto.


Crema: invia un biglietto d’amore scagliando una freccia. Denunciato. Il romanticismo è morto!


Il gruppo automobilistico Stellantis assumerà torinesi. Il posto di lavoro è in India, oppure Cina.


Michelle Hunziker imita una cronista altoatesina e una siciliana allo stesso modo. Serve talento!

BORSE & LAVORI


Chiara Ferragni è entrata nel CDA di Tod’s, e il titolo in Borsa ha guadagnato il 14%: incremento di 138 milioni di €uro. La faccio entrare a La mosca cocchiera?

Italo Lovrecich


.

La ditta edile Vanoncini di Mapello (BG), e in particolare l’A.D. Danilo Dadda, crede fortemente nel valore della cultura e della formazione, ed elargirà un buono da 100 €uro ai dipendenti per ogni libro letto. Sarà sufficiente preparare una scheda da leggere ai colleghi durante le riunioni mensili. Peccato che io non sia un edile, e risieda in Piemonte, altrimenti mi farei così tanti soldi che non saprei dove metterli.

Italo Lovrecich

LE GRANDI SFIDE LETTERARIE DELLA STAMPELLA

I sondaggi dicono che Nicola Zingaretti sia il candidato del centro-sinistra con maggiori probabilità di vincere la sfida delle elezioni a sindaco di Roma. Batterebbe tutti: Bertolaso, Calenda, Raggi. Zingaretti ha già detto che non intende concorrere. Un autentico peccato: sono triste, quando a un tontolone viene impedito di far danni.

Il vecchio tarlo

* * * * *

La produzione di Fiat 500 elettriche, a Mirafiori, è scesa da 300 a 210 vetture al giorno, nel primo trimestre 2021. La flessione deriva da una domanda che langue. Forse aveva ragione Sergio Marchionne, buonanima, che rifiutava tale moda scema.

Carlo Chievolti

* * * * *

Clamoroso: si è dimesso il ministro della Sanità. Ha motivato la decisione con lo stato di esaurimento causato dal sovraccarico di lavoro durante la pandemia Covid. Purtroppo, sono le dimissioni di Rudolf Anschober, ministro della sanità austriaco.

Il vecchio tarlo

* * * * *

Nell’omelia della Messa nella Festa della Divina Misericordia, il Papa ha detto: “Condividere la proprietà non è comunismo, è cristianesimo allo stato puro”. Come sempre, dia il buon esempio condividendo le proprietà del Vaticano, e ne parliamo. 

Carlo Chievolti

* * * * *

Mario Draghi e la sua signora, entrambi a 72 anni, nel 2020 avevano ottenuto un mutuo ventennale per una casettina sulla riviera del Brenta, da 1,5 milioni di €uro. Finiranno di pagare le rate a 93 anni. Agli umani più meritevoli viene accordato un mutuo al massimo a 55 anni, per poter pagare entro i 75. Ma lui è lui, e gli altri no.

Il vecchio tarlo

* * * * *

Il vaccino AstraZeneca è accusato per il possibile nesso tra la somministrazione e l’insorgere di alcune gravi reazioni avverse. Si scopre che anche Pfizer-Biontech e Moderna hanno creato problemi. Non ci resta che affidarci allo Sputnik V, russo.

Carlo Chievolti

L'INARRIVABILE NONNO ABEFFARDO

A Bologna si fanno i vaccini anche in bici. È la “Bike-through” inaugurata per la visita del generale Francesco Paolo Figliuolo e di Fabrizio Curcio. Io avevo pensato avessero inaugurato una procedura per la quale il vaccinatore veniva da noi in bici.

£ £ £ £ £

Il Comune di Brento Sanico, un borgo medievale tra Firenze e Bologna, destinato all’oblio dopo che è passata lì vicino un’autostrada, sta ora faticosamente tentando di rinascere dai ruderi. Una iniziativa lodevole. Una signora ha lanciato un appello, in radio, per una colletta che servirebbe ad acquistare le campane. Ma per piacere…

£ £ £ £ £

Boom di badanti ereditiere a Sanremo: ville e conti in banca da milioni. E c’è chi eredita attici o palazzi interi, conti a sei zeri, e chi negozi nelle vie dello shopping.

Tutti meritati, certo. Ma che tristezza, questi nonni ricchissimi morti senza parenti.

£ £ £ £ £

Il Meteo del TG3 Piemonte ci ha regalato un’altra perla, segnalandoci che “verrà contraddistinto da nuvolosità perlopiù assente”. Troppo facile dire “ci sarà il sole”?

£ £ £ £ £

A Londra è stato rapito Darius, il coniglio più grande al mondo. I 129 centimetri lo hanno reso famoso sul “Guinness World Record”. Offerte 1000 sterline per il suo ritrovamento. Tra le ipotesi del rapimento, uno scherzo di vicini antianimalisti, una richiesta di riscatto, un tentativo di farlo riprodurre, una mangiata cucinato al forno.

.

Nonno Abeffardo

IL PROFESSOR MIGLIO E I SUOI

Il Vaffa della settimana va a

Georges, 62 anni, sacrestano a Saint Germain des Près.

Con la seguente motivazione:

Si è arricchito rubando elemosine. Il Tribunale di Parigi lo ha condannato a 18 mesi di carcere, e a pagare 80 mila €uro di risarcimento. Poi gli ha sequestrato nove auto.

@ @ @ @ @

Il Cetriolo Plumbeo Honoris Causa va a

Herrera Fuentes Juan, prete della Regione del Biobio, in Cile.

Con la seguente motivazione:

Stava celebrando una messa clandestina, violando le misure anti-contagio disposte dalle autorità. Ha cercato di evitare l’arresto fingendo di essere stato investito da un mezzo della polizia. Una mossa patetica: si è lanciato all’indietro contro il retro di un pick-up degli agenti, fingendo di essere stato investito, poi si è sdraiato sotto per simulare una lesione maggiore. Il video gli fa fare decisamente una figura da idiota.

@ @ @ @ @

L’esortazione a recarsi a defecare sulla urtica dioica va a

L’anonimo social media manager dell’account ufficiale twitter dello US Strategic Command, che è il responsabile della salvaguardia delle armi nucleari statunitensi.

Con la seguente motivazione:

Ha scatenato il caos pubblicando un tweet incomprensibile. Sembrava che l’account potesse essere stato violato, a causa del criptico messaggio “; l ;; gmlxzssaw”. Ma l’aveva lasciato aperto e incustodito. Il messaggio era stato scritto dal figlio piccolo.

@ @ @ @ @

Il premio vauro ridens va a

Ravasi Gianfranco, Cardinale, Ministro della Cultura del Vaticano.

Con la seguente motivazione:

Ha dichiarato: “Ascolto il rap per spiegare la Bibbia ai ragazzi”.

@ @ @ @ @

Il premio pane e volpe va a

Biart Marc Feren Claude, presunto ’ndranghetista, ricercato per traffico di cocaina.

Con la seguente motivazione:

Pubblicava video culinari su YouTube, nascondendo il volto. Ma la polizia italiana lo ha riconosciuto, grazie ai suoi tatuaggi. È stato arrestato nella città di Boca Chica, nella Repubblica Domenicana.

E adesso è in attesa dell’estradizione in Italia.

@ @ @ @ @

Il premio “ma ci faccia il piacere” va a

Il Consiglio comunale di Brighton & Hove, in Inghilterra, guidato dai Verdi.

Con la seguente motivazione:

Vuole vietare le grigliate dappertutto, come misura contro il riscaldamento globale.

LA VESPA TERESA

Timorosa di prendere l'autobus per via del Covid, ma indignata dal costo dei taxi, nonna Teresa era in cerca di un mezzo di trasporto, adatto alle sue necessità e alle sue... dimensioni.

È sempre stata piccola di statura, e invecchiando ha perso ancora qualche centimetro, come del resto aveva messo in conto, orgogliosa dell'appartenenza al pregiato albero genealogico della Banda Bassotti. Sua mamma era bassa, sua nonna - la nobildonna Maria Teresa Dell'Erbamedica da Portacomaro - era ben inferiore al metro e mezzo, sua sorella era bassa, una zia da parte di padre, due cugini... La sua stirpe, piemontese da generazioni, era orgogliosa di avere una statura fisica pari, se non addirittura inferiore, a quella del Re.

Ma questo orgoglio si trasformava in frustrazione quando la nonna guidava un'automobile. Chi è dotato di altezza normale non può immaginare le difficoltà di una persona bassa in alcuni frangenti. Le auto moderne hanno il sedile di guida regolabile in varie posizioni, ma sempre progettate su persone di taglia media. Inoltre, Teresa condivide l'auto con sua figlia che - chissà da chi accidenti avrà preso - è piuttosto alta, tant'è che a scuola la chiamavano Spilunga. Così, ogni volta che nonna Tere deve usare l'auto che è stata usata in precedenza dalla figliola, deve spostare il sedile in avanti, rialzare lo schienale (Spilunga, infilata nella piccola utilitaria di mamma, guida praticamente sdraiata), poi deve infilarsi sui sedili posteriori a raccattare due cuscini che, posizionati sotto le sue nobili terga, le permettono di vedere la strada oltre il volante. Dall'esterno, sembra che alla guida ci sia una bimba di nove anni, di quelle di una volta (oggi le bambine di nove anni sono ben più alte di lei e hanno già le tette...) che si sia appropriata dell'auto di papà.

Per non parlare dell'agilità della nonna, che è pari a quella di un bradipo in letargo: non riesce a ruotare la testa o - peggio - la schiena quanto serve per andare in retromarcia in sicurezza. L'ultima volta che nonna Tere ha preso la macchina pioveva a dirotto, i vetri si appannavano di continuo, gli occhiali pure, con l'umidità l'artrosi la rendeva più rigida e anchilosata del solito, e non è riuscita a parcheggiare: c'erano solo posti di misura, che richiedevano almeno un paio di manovre in retromarcia. Nonna Tere, dopo alcuni tentativi infruttuosi, è ritornata a casa, sconfitta.

Allora, ha rispolverato dalla cantina la vecchia bicicletta, ha abbassato il sedile e gonfiato le gomme, e ha provato a pedalare nella vicina pista ciclabile. Tutto è andato bene per un po': è riuscita ad evitare un paio di pedoni sordo-ciechi, un centinaio di piccioni accaniti su una brioche, un'auto parcheggiata di traverso (sulla ciclabile!), e un bidone di raccolta indifferenziata rovesciato, con tutto il contenuto sparso sulla pista.

All'incrocio con il corso, la pista si interrompe bruscamente. Per proseguire e ricongiungersi con la ciclabile, si deve scendere dalla bici, ritornare sul marciapiede, attraversare il corso con i suoi due controviali. In totale sono tre cicli di semaforo.

Ripresa la ciclabile, ciclando e riciclando, e affrontando altri incroci a piedi con il pedale della bici che le sbatteva sulle vene varicose del polpaccio, è giunta a destinazione.

Al ritorno ha scelto una ciclabile segnalata dalla guida: più lunga, ma forse con meno interruzioni. Infatti, tutto stava procedendo per il meglio, e nonna Tere aveva anche preso velocità: pedalando, con il vento nei capelli, si sentiva come una squaw a cavallo, stile "Balla coi lupi". Poi, all'improvviso, sulla pavimentazione della pista sono apparsi rigonfiamenti e solchi profondi, sassi e pezzi rotti di cemento, e larghe crepe nelle quali era cresciuta un'erba alta e rigogliosa... Nonna Tere non è riuscita a frenare in tempo, tantomeno ad appoggiare i piedi: è volata in avanti, sempre con il vento nei capelli, e sarebbe ancora là, nell'erba alta, se un passante misericordioso non l'avesse aiutata a rialzarsi. Ha riportato qualche ammaccatura, ma niente di serio. Invece si è ridotta male la bicicletta, sebbene fosse molto più giovane della nonna.

Nonna Teresa l'ha riportata in cantina, e ha concluso definitivamente l'avventura della bici.

Però, l'idea del cavallo e del vento nei capelli la affascinava ancora. Ma si poteva permettere un cavallo vero? Dove avrebbe potuto tenerlo, abitando in città?

Finalmente, qualche giorno fa, al supermercato, nel reparto giocattoli, nonna ha visto il mezzo di trasporto che fa per lei. Una Vespa! Una Vespa in miniatura, per una nonna in miniatura: funziona a batteria, ed è ammessa anche sui marciapiedi sotto la sorveglianza di un adulto. Nel suo caso l'adulta è lei stessa, e può provarlo.

Velocità massima, con il vento a favore, 5 chilometri all'ora.

Così nonna Teresa è ritornata a cavallo.



Stefania Marello - ACC

La Vespa per vispe Terese

LE PERLE DEI PIRLA


Se Mameli avesse visto l'Italia oggi, invece che il poeta compositore di inni, avrebbe fatto il ciabattino o il falegname.

Al Damerini

Con i piatti bianchi le coppie durano di più: piatti chiari, convivenza lunga.

Chaltron Teston

A ora di pranzo ho fatto due passi in città e alla prima grigliata abusiva ho detto: o mi invitate o chiamo i carabinieri. Che mangiata ho fatto!

Martin Scortese

Devo organizzare una festa abusiva, sapete che orari fanno le forze dell'ordine?

Gary Buja
Fare l'oppositore a Putin è un mestiere più usurante di quello dell'asfaltatore autostradale.

Paul Rice

Ho portato a riparare l'auto e in officina ascoltavano gli Iron Maiden. I classici metal meccanici.

Freddy Marchiori

L'unica certezza è che fanno più malati le udienze in tribunale che il Covid.

Tony Luganega

Una vigilessa mi ha fischiato. Caso di car calling?

Bepi Ciopadepan

Il Signor Giancarlo compra solo su Amazon?

Pierino di Montanaro

Siccome il virus si propaga nell'aria, non converrebbe distanziarsi di un metro cubo?

Paul Rice

Ormai per non passare per molestatore, se ti piace una persona, le devi chiedere direttamente e senza giri di parole se vuole bombare. Si o no?

Martin Scortese

Solo un cretino fischierebbe al gatto. Il gatto di si chiama con: tsk tsk tsk!

Paul Rice

Sapete dove vendono le famose "Biglie quadre"?

Gary Buja
A giudicare dagli effetti avversi dei vaccini, saranno certamente sicuri, ma sospetto che portino sfiga.

Chaltron Teston

Se siete grati a qualcuno, dategli dei soldi, altrimenti diventa gratis.

Freddy Marchiori

Mia moglie mi chiama Astra Zeneca: i miei casi di "trombo" sono estremamente rari.

Pierino di Montanaro

Il cane mi ha addentato per la seconda volta, ma si vedeva che era dispiaciuto. Il tipico caso di rimorso.

Bepi Ciopadepan

SENZA PRE-TESE


Fate la preadesione sul sito della Regione, per prenotare la prechiamata al vaccino previsto contro il Covid.


Visto l'andazzo, vi preavviseranno presto o vi sarà preclusa la prenotazione? È prematura ogni previsione.


Lui, il Figliuolo prodigo prediletto della Nazione, predica bene, ma pratica come può: dai precedenti episodi di pressapochismo, si prevede che la prechiamata non sarà precoce.



Date le premesse, si preannuncia per qualcuno una presa per i fondelli, anche se non v'è premeditazione: c'è chi prega e chi prevarica la fila, con presupposti pretestuosi.


È preferibile non prefissarsi una data, non preoccuparsi, e neppure prestare attenzione a presentimenti e presagi. Conviene vivere, premuniti di mascherine e con le precedenti precauzioni.

.

.

Dottoressa Stephanie Hop-là - ACC


RIFORMA DELLA RIFORMA FORNERO: TUTTI IN PENSIONE A 55 ANNI



INVECE DI TOGLIERE AI POLITICI LE PENSIONI OTTENUTE FACILMENTE, SI CONCEDERANNO A TUTTI I LAVORATORI


Si tratta di un’iniziativa rivoluzionaria e unica nel suo genere. Per la prima volta i privilegi non saranno tolti a chi li ha, ma dati a chi non li ha, raggiungendo così, con soddisfazione di tutti, la tanto ambita parità di trattamento.


Del resto la discussa Legge 214/2011 (detta anche Legge Fornero, oppure, dai fanatici delle leggi in latino, Ius Labora Ora et Semper) non piace a nessuno, forse neppure ai politici che l’hanno a suo tempo approvata.


Qualcuno si domanderà perché non sia stata ancora abrogata, se tutti la riconoscono come riforma assurda e iniqua.


Sembra la vecchia barzelletta del carabiniere costretto ogni giorno a pranzare con un panino al salame e, alla fine, si scopre che il sandwich se lo preparava da solo.


Soltanto una riforma alla riforma Fornero (in pratica una controriforma) potrà mettere fine alle discussioni in merito.


Si tratta di una proposta che equipara i requisiti di pensionamento di ogni categoria di lavoratori a quelli dei politici.


Se dovesse passare questo mirabolante disegno di legge anche un operaio potrebbe andare in pensione con quattro anni e mezzo di contributi INPS e a soli 55 anni di età.


Qualcuno ha proposto di chiamarla Legge Forbianco, per evidenziare il suo valore contrario e migliorativo dell'originale Legge Fornero, ma è stato subito tacciato di razzismo.


Dato l’elevato numero di lavoratori coinvolti, più che di casta, si parlerebbe di catasta.

.


Freddy Marchiori assisted by La Nonna in pensione – ACC (LUGLIO 2017)



Anche i 55enni avranno diritto alla PENSIONE COMPLETA

L'ANGOLO DELLA (S)CULTURA



A cura di Manfredi Maria Miglio Marello

.

.

LA NONNA STORTA

.

C'era una nonna storta

con la memoria corta.

Se aveva la luna storta

sbatteva forte la porta.

Ma la nonnina storta,

un po' pallida e smorta,

nei suoi pensieri assorta

era anche molto accorta:

di mele aveva una scorta,

di farina e uova una sporta,

e da una ricetta contorta

ti sapeva fare una torta

da resuscitare una morta.

.

.

Nonna Abeffarda

.

SU CASU MARZU


Quarant’anni fa sono stato un’unica volta in Sardegna, ospite dell’amico Salvatore, a Teulada.


Raggiunta Genova con la mia moto Laverda 500 rossa bicilindrica, mi sono imbarcato sul traghetto: io ho dormito in cuccetta (già allora ero un signore), la moto legata alla paratia nella stiva.


Sbarcato la mattina presto, mi sono avventurato sulla “Carlo Felice” (SS131), la strada che taglia verticalmente la Sardegna da Porto Torres a Cagliari. Per fortuna avevo il pieno, visto che allora non esisteva alcun distributore lungo tutto il percorso. Anche il traffico era inesistente, e per pura fortuna siete ancora qui a godere delle mie facezie, visto che le mie ossa non stanno sbiancando al sole impietoso del deserto della Sardegna. E la mia moto non è là, ridotta ad un rottame arrugginito.


L’ultimo tratto tra Cagliari e Teulada è quasi tutto costa, vista mare.


Ho trascorso giorni tranquilli, con gite al mare e all’interno, ma soprattutto con grandi mangiate.


Efisio andava ad accogliere le barche al rientro dalla pesca notturna, e sceglieva il pesce che poi Angela cucinava con arte sopraffina.


Ricordo anche il porceddu, il tipico maialino sardo che, chissà perché, là sembra “più” speciale.


Ma soprattutto ho il ricordo del cannonau, un vino dal colore tra il rosso e il rosè, da più di 13 gradi, che veniva tenuto in frigo. Io, abituato ai vini piemontesi, all’inizio ho fatto il “sofista”, ma poi l’ho trangugiato di gusto, col risultato di schiantarmi nel letto dopo pranzo, reso inabile a qualsiasi cosa.


Il ricordo più strano è il “casu marzu” (tradotto: formaggio marcio), che si comprava dai contadini. Googlando, si scopre che si chiama anche casu frazigu. È un formaggio caprino, che deve la sua morbidezza alla colonizzazione da parte delle larve di mosca casearia, a causa delle quali è stato inserito nel libro del Guinness dei Primati 2009 come formaggio più pericoloso del mondo. Ho visto i vermicini bianchi scorrazzare sulla tovaglia, lunghi 6-7 millimetri, dal diametro meno di uno, poi li ho visti unire le due estremità in basso, formare una specie di cerchio, e scattare più in là di qualche centimetro. Superate perplessità e imbarazzo, l’ho assaggiato: un delizioso peccato di gola!


In commercio non esiste, è vietatissimo. Forse si trova nelle lande sperdute delle campagne sarde, e lo si puo ottenere solo dopo controlli guardinghi, conoscenze di amici di amici, e scambio di parole d’ordine elaborate. Inutile traslocarlo in “continente”: dopo pochi giorni a Torino diventa un pezzo di caprino dalla consistenza di un sasso, complicato da grattugiare con ogni tecnologia conosciuta.


Solo adesso, in terza età, mi rendo conto di aver fatto “qualcosa”, da giovane, e quindi di essere stato parzialmente vivo.


Amico Salvatore, dopo quarant’anni non sono ancora riuscito a ringraziarti adeguatamente.

.

Italo Lovrecich






LA STAMPELLA PRESENTA

La (il?) transgender Susan Cuthbert, di 51 anni, ha scoperto il suo fidanzato con il suo ex amante, nello Yorkshire. Li ha accoltellati entrambi, in un raptus di gelosia alimentato da alcol e droga. La gelosia non ha limiti e confini, come diceva Lucio.

§ § § § §

I medici di Duhok, in Iraq, hanno pubblicato uno studio che descrive un caso di trifallia: è nato un bimbo con tre pirilli, e sembra il primo caso al mondo. I casi di difallia (2) registrati sono circa 100, pari a uno ogni sei milioni di umani. Al piccolo sono stati eliminati due dei tre pirilli. Purtroppo, nessuno gli ha chiesto il suo parere.

§ § § § §

L’Antitrust ha sanzionato per cinque milioni di €uro “Autostrade per l’Italia” per pratica commerciale scorretta, per non aver gestito adeguatamente i pedaggi. Perciò la relativa multa sarà pagata dagli utenti tramite un congruo incremento delle tariffe.

§ § § § §

Papa Francesco ha detto: “Gesù disse una volta: nel mondo ci sono due Signori, Dio e il denaro, chi serve il denaro è contro Dio”. Il Vaticano è proprio senza soldi?

§ § § § §

Nacho Vidal, porno attore spagnolo 47enne, è stato accusato di omicidio colposo. Avrebbe fatto inalare vapori velenosi, estratti da un rospo psichedelico, a Jose Luis Abad, fotografo di moda, provocandone la morte. Costui si sarebbe sottoposto a un rituale sciamanico per liberarsi dalla dipendenza alla cocaina. Il truffatore e il fesso.

§ § § § §

Le grandi domande: perché alle candidate a comparire in televisione non fanno pronunciare il vocabolo meteorologia, e cacciano a pedate chi dice meteREOlogia?

.

Suntant Kathiw

LA MOSCA COCCHIERA IN PILLOLE

La banana è uno dei frutti più condannati nelle diete, perché ritenuta ipercalorica. Invece, come dice la nutrizionista Analía Moreiro, è un frutto completo che fornisce vitamine, magnesio e potassio, regola l’intestino, e migliora il sistema immunitario. Il team di dietisti e nutrizionisti della High Performance Nutrition Australia fornisce consigli su come e quando mangiarla. Verde e acerba è una fonte di probiotici, ma ci fa sentire appesantiti per la percentuale di amido. Gialla ha alto indice glicemico e risulta più digeribile. Macchiata è ricca di zuccheri, facilmente digeribile. Quando diventa marrone scuro è l’ideale per essere utilizzata per confezionare torte e dolci. Il Professore Chiarissimo Sun Nen Bun, Dipartimento Torrazzese dell’Università di Pensologia di Torino: “Ma questi fessi non hanno niente di meglio da ricercare?”.

$ $ $ $ $

Quali sono le sostanze che danno dipendenza, quindi più pericolose? Un team di psichiatri, chimici e farmacologi del Royal College of Psychiatrists del Regno Unito le ha classificate in base a tre fattori: i danni fisici che causano, quanta dipendenza creano, e quali siano i costi sostenuti dalla sanità. Hanno pubblicato i risultati sulla rivista medica The Lancet. I ricercatori hanno studiato i tre fattori che determinano dipendenza: piacere e dipendenza psicologica, desiderio quando la droga è sospesa, dipendenza se è sospesa. La classifica: eroina, cocaina, nicotina, barbiturici, e alcol. Il Professore Chiarissimo Sun Nen Bun, Dipartimento Torrazzese dell’Università di Pensologia di Torino: “Non assumo eroina, cocaina e barbiturici, e non fumo più. Ma, cari i miei ricercatori, tenete ben lontane le ricerche dai miei vini, per cortesia”.

$ $ $ $ $

Scoperto in Cina un vino di oltre tremila anni fa. Un gruppo di archeologi cinesi lo ha rinvenuto in una tomba risalente alla dinastia Zhou, al potere dal 1046 al 256 avanti Cristo. Le ampolle in bronzo col vino sono state scoperte in un’antica tomba nella città di Yuncheng. E Li Jingpu, membro del gruppo di ricerca della University of Chinese Academy of Sciences, spiega che gli archeologi hanno trovato composti organici volatili, e vari acidi organici, correlati alla fermentazione vinicola, che poi hanno confermato fossero tracce di vino di frutta. È la prima scoperta in Cina di un vino risalente al periodo antecedente alla dinastia Qin, al potere dal 221 a.C. Scavi nel sito funebre di Beibai’e, che copre circa 1.200 metri quadrati, hanno recuperato oltre 500 manufatti composti da materiali tra i quali rame, giada, pietra, lacca e oro. Il Professore Chiarissimo Sun Nen Bun, Dipartimento Torrazzese dell’Università di Pensologia di Torino: “Un collega sostiene che avesse un retrogusto marsalato”.

PENSOLOGO - QUESTA SETTIMANA LA TOP FIVE RADDOPPIA


Finto dog sitter spacciava a Porta Palazzo. Smascherato da un finto rider, un pusher concorrente.


Settimo: rimossa la discarica abusiva dalla pista ciclabile. Le buone idee non hanno mai seguito.


Triplicati i pacchi alimentari. Sono aumentati i poveri golosi, o sono aumentati proprio i poveri?


Autisti Amazon costretti a fare pipì nelle bottiglie. Basterebbe ordinare il pappagallo a 8.48euro.


Arrestato boss mafioso arrivato dal Brasile per Pasqua. È mancanza di tatto da parte dello Stato.


Spionaggio alla Russia: trafugati file riservatissimi. Domenica li avrebbe aperti Barbara D’Urso.


Belen ed Antonino si sposeranno prima del parto. Programmata, dopo, la data della separazione.


Yahoo Answers rischia la chiusura. E se volete sapere il motivo chiedeteglielo, ma fate in fretta.


La televisione russa è considerata trash: ha messo in piazza il dolore. Mai vista, quella italiana?


Vende a 660mila dollari un “Super Mario” ritrovato dopo 35 anni. Io ritrovo solo calzini spaiati.


I Nas trovano tracce di Covid sulle obliteratrici dei bus. È istigazione a non pagare il biglietto...

IL PROFESSOR MIGLIO E I SUOI


SPECIALE 3x2

Il premio pane e volpe va a

Anonimo ladro a Modena.

Con la seguente motivazione:

Rapinato un negozio di sigarette elettroniche, è fuggito su un monopattino elettrico.

Fermato, verrà carcerato, o se la caverà con una multa con pagamento elettronico?

@ @ @ @ @

Il premio pane e volpe va a

Due coniugi britannici del Kent.

Con la seguente motivazione:

Hanno percorso 210 chilometri a bordo di una Porsche Taycan elettrica, ritirata dal concessionario con le batterie poco cariche. Hanno trovato solo stazioni di ricarica fuori servizio o con poca autonomia, impiegando quasi otto ore. Tragitto da 2 ore e mezza con un’auto normale.

@ @ @ @ @

Il premio pane e volpe va a

Una coppia di vigili urbani di Roma.

Con la seguente motivazione:

Hanno fatto sesso sull’auto di servizio, ma le effusioni sono state registrate.

Pare che abbiano lasciato accesa la radio, ma in tal caso sarebbero anche fessi.

A meno che non sia stata una congiura di colleghi già a conoscenza della tresca.

@ @ @ @ @

Il premio “ma ci faccia il piacere” va a

Il Comune di Torino.

Con la seguente motivazione:

Una signora ha portato a spasso il cane al quartiere Crocetta, ma senza i documenti: i documenti del cane. È stata multata per violazione dell’articolo 28 del regolamento comunale numero 320, per la tutela e il benessere degli animali in città.

@ @ @ @ @

Il premio “ma ci faccia il piacere” va a

Sunak Rishi, Cancelliere dello Scacchiere nel secondo governo di Boris Johnson.

Con la seguente motivazione:

Fa la guerra ai giganti della tecnologia come Facebook e Google per assicurarsi che paghino un’aliquota fiscale equa e non abusino della loro posizione sul mercato per schiacciare i rivali. Ecco un romanticone che si riempie la bocca di inutile retorica.

@ @ @ @ @

Il premio “ma ci faccia il piacere” va a

Bruel Benoit, pizzaiolo di Déliss Pizza, di Lione, Francia.

Con la seguente motivazione:

Ha inventato una pizza ai 254 formaggi, certificata dal Guinness World Record.

PONGOLITICA

pon-go-lì-ti-ca


SIGNIFICATO: Politica del Pongo


 ETIMOLOGIA: parola composta da Pongo, marchio registrato di materiale plasmabile e colorato, simile alla plastilina, usato dai bambini per modellare, e da politica (sottinteso arte o tecnica) dal greco antico politikḗ 'che attiene alla polis', cioé l'arte del governare uno Stato.

Come si arrivi da un popolare gioco infantile alla nobile arte del governare è presto detto. Chiunque abbia giocato da bambino con il Pongo, o abbia figli e nipotini che manipolano questo materiale, ne conosce le caratteristiche.

Il Pongo viene prodotto in svariati colori dall'aspetto intenso e brillante. Dopo un certo tempo di utilizzo, tempo che dipende dalle capacità creative, ma anche (e soprattutto) dal potenziale distruttivo di ogni bambino, i colori vengono mescolati fra loro e riutilizzati più volte, finché ne resta una massa informe, praticamente inutilizzabile, di un colore indefinito tra il grigio canna di fucile e il marrone cacca di cane.

Nelle moderne democrazie, là dove si parla di governi di larghe intese o di grande coalizione, accade qualcosa di molto simile: ogni elettore propone, tramite il voto, il suo colore preferito, ed è un colore deciso, brillante e ben definito come quelli del Pongo ancora confezionato.

Terminato lo spoglio delle schede, al momento di comporre un governo, i politici esercitano la loro creatività, esattamente come i bimbi impegnati nel gioco del modellare: tutti vogliono dare forma al proprio colore. Così, dopo una serie di rimpasti, mescolamenti, stiracchiamenti per mancanza di materiale, palleggi e successive manipolazioni, dopo aver aggiunto qui un po' di nero, là un po' di rosso, può succedere che il nuovo governo abbia un inqualificabile colorino marrone e si riveli quindi inutile al suo scopo: risolvere i problemi del paese.

Questa è una parola recente: si attribuisce ad una maestra elementare l'idea di servirsi della similitudine tra i giochi politici e il gioco del Pongo, nel tentativo di spiegare ai bambini, con un esempio famigliare, le complicate questioni governative.

I bambini, si sa, raccontano in famiglia ciò che apprendono a scuola, e la parola Pongopolitica (successivamente contratta nella forma attuale, Pongolitica) si diffuse rapidamente attraverso i media.

Riassumendo, la Pongolitica sarebbe l'arte di creare un governo pressoché inutile, di colore indefinito e privo di una chiara connotazione politica.

.


Stefania Marello (1° APRILE 2018)

.

.

Con l'invenzione di questa parola la nostra Stefania Marello ha vinto il prestigioso e goliardico concorso "Una Burla al Giorno 2018", organizzato ogni anno a partire dal 2015, in occasione del primo aprile, dal prestigioso sito www.unaparolaalgiorno.it.


L'obiettivo del concorso è inventare una parola inesistente, per poi spiegarla e commentarla come farebbero i migliori vocabolari.





Continua...

Disclaimer. Questo blog non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog potrebbero essere estrapolati da internet e, pertanto, se non considerate di pubblico dominio, perlomeno accessibili a chiunque. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, siete pregati di comunicarcelo senza esitazioni all’indirizzo e-mail: info @ lastampella.it e saranno immediatamente rimossi.
Gli scritti che contengono riferimenti a persone realmente esistenti hanno il solo scopo (si spera) di far sorridere e sono frutto del vaneggiare degli autori. Se tuttavia qualcuno non gradisse un articolo o una sua parte può chiederne la rimozione all’indirizzo di cui sopra, motivando l’istanza.
Non siamo responsabili dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
| Copyright © 2016 La Stampella | contatti | newsletter | privacy policy | sitemap |