Stacks Image 2

Umorismo di sostegno

PUBBLICAZIONE UMORISTICA FONDATA DALL'ACCADEMIA DEI CINQUE CEREALI IL 2 GIUGNO 2016

ANNO VI d.F. - IDEATO, SCRITTO, IMPAGINATO, POSTATO E LETTO DAGLI AUTORI E DA SEMPRE DEDICATO A FRANCO CANNAVÒ

Fondatore e macchinista: Paolo Marchiori.
Vicedirettori postali (addetti ai post): Stefania Marello, Christina Fasso, Italo Lovrecich, GioZ, il Pensologo Livio Cepollina.

In questa sezione sono riportati articoli scritti tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC collaborava allegramente con LA TAMPA

I MERCATINI DELLE PULCI CHE NEANCHE COL FRONTLINE...

Se una volta non c’erano domeniche senza aperitivo con il giornale sottobraccio e la passeggiata al Valentino senza scorta armata, ora non vi sono domeniche senza un mercatino delle pulci. Grandi, medi e così piccoli da dire “ma dove sta? Tu lo vedi?”, vivacizzano piazze che fino a prima rappresentavano il più alto anonimato toponomastico.

Certi nomi di vie e di piazze li scopri solo dopo che ci hanno fatto un mercatino, an- che se sono a due passi da casa tua.

.

- VENDITORI -

Ci sono quelli che lo fanno per “arrotondare” i conti che non “quadrano”.

Ci sono le mogli che hanno trovato una buona scusa, per allontanarsi dal marito che bradipamente segue il calcio sul divano, fra una russata e un rutto al gusto Moretti.

Ci sono quelli che amano trarre guadagno da robe buttate da altri.

Ci sono quelli che per vendetta amano svendere, se non regalare, robe che altri si sono guadagnati faticosamente.

.

- CLIENTI -

Il cliente più sgradito dai venditori (cliente... meglio dire disturbatore) è il classico signore sulla cinquantina di anni che esce in braghe corte, calzini corti, mocassini con stringhe disegnate e t-shirt extralarge super finta Lacoste, con coccodrillo tipo pantegana gigante, visibilmente chiazzata da spruzzi di sugo che fino ad un paio di ore prima “tsunamava” le lasagne che voracemente si sono strafogati.

Normalmente non compra mai un tubo, ma tocca tutto. Lo spaccamarroni fatto uomo. Non solo tocca, ma prende in mano e fa vedere ai suoi compagni di passeggiata “Miii... Gino, te le ricordi queste, come si chiamavano... le cose... le CliccheClacche, tenendole con la mano ci facevi battere le palline una contro l’altra... e da lì viene il nome Click Clack (wow... l’uomo genio quando c’è, viene fuori). Mi ricordo che all’inizio, prima d’imparare a sbatterle, ti facevi sempre male alle dita”. Ed il venditore pensa: se non le rimetti a posto, vedi dove te le metto e vedrai come ti faranno ancora più male.

Poi c’è il cliente improvvisamente folgorato dalla consapevolezza, quello che sottovoce dice alla moglie “ma guarda qui, trent’anni fa ho buttato valigiate intere di questi Monelli ed Intrepidi e questo cogl... li vende a 15 euro l’uno”. Il venditore, ormai psicologicamente assuefatto dal sentirsi ripetere alle spalle sempre le stesse parole, replica sempre sottovoce “allora mi sa che fra noi il cogl... sei tu”.

I clienti più assidui e che personalmente adoro, sono gli anziani collezionisti. Le loro collezioni sono vere e proprie passioni, le amanti della terza età che non necessitano di Viagra, il loro scopo di vita. Ma la memoria ormai è quella che è e così estraggono dal taschino del loro camiciotto corto (appena stirato e senza macchie di sugo) il loro taccuino dove sono appuntati i numeri mancanti delle strisce di Tex o la quotatura delle 100 lire Minerva del ‘56, queste ultime costano un patrimonio, ma sperano di trovarle da qualche vuotatore di solai a molto meno, per poi con orgoglio mostrarle ai nipoti che vedendole esprimeranno il loro imbarazzato menefreghismo con un “E beh? ...”.

Poi ci sono quelli che comprano di tutto, sono vere e proprie combriccole di abitué dell’acquisto vintage, fra loro parlano solo di “pezzi”.

Vecchi canzonieri di Sanremo, dischi vinile 58 giri, gavette del Regio Esercito, cavaturaccioli, pezzi di gambe di bambole Lenci (forse dei maniaci?), insomma per loro tutte le cose sono “pezzi”. Spesso non sanno neanche cosa veramente rappresentino quei pezzi, ma di questi riempiono la casa, con la moglie che sbraita perché non sa più dove ficcarli. Stessa moglie che poi, quando in qualche modo è riuscita a sistemarli, riflette e si consola “meglio questo che vedermelo girare per casa in vestaglia sbuffando perché annoiato dall’inattività”

Amen.

.

Livio Cepollina (SETTEMBRE 2012)



.

AMRICORD: questo articolo è stato scritto tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC (Accademia dei Cinque Cereali) collaborava allegramente con LA TAMPA

SHORT STORIES

.

SHORT STORIES

by Italo Leavenworth

.

IL CRETINO

.

Ho conosciuto un cretino.

Gli ho detto che è un cretino.

Mi ha querelato.

Mi sono trovato davanti a un Giudice. Cretino.

Ma a lui non ho detto che è un cretino.

Mi ha condannato per diffamazione.

Dovrò pagare 1.000 €uro di multa, 500 di risarcimento danni morali e materiali al succitato cretino, 88 per divulgazione di fatti personali, 54 per eccesso colposo di verità, 11 per il diritto di accesso al Tribunale, 27 di diritti di cancelleria, 45,50 di diritti di sentenza, 64 di imposta regionale, 0,33 di accise per la guerra di Abissinia, 1,66 di tassa per il terremoto del Belice, 1,34 di tassa per il Vajont, 1,02 di sovrattassa per la crisi di Suez, 0,43 per il rinnovo del contratto degli Autoferrotranvieri, 0,06 per il rinnovo del parco automezzi della Polizia.

In totale 1.749,34 €uro, più 367,36 di IVA, più due marche da bollo da 14,62 €uro cadauna.

Ho dovuto allegare il bollettino postale che comprova il versamento di 48,33 €uro di sovrattassa erariale prevista per Disturbo di Giudice in Causa Inferiore a 2.500 €uro.

Quando incontrerò nuovamente il cretino gli dirò che è un fesso. Chissà quanto costa...

(DICEMBRE 2012)

.

AMRICORD: questo articolo è stato scritto tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC (Accademia dei Cinque Cereali) collaborava allegramente con LA TAMPA

ESTATE ATTENTI AL LIVELLO DI TESTOSTERONE


COME LE TASSE ANCHE IL TASSO PUÒ AVERE FORTI INCREMENTI

.

Come ogni estate l’E.S.T.A.T.E. (Ente per la Salvaguardia del Testosterone A Tasso Esile) ha aggiornato le note le misure da adottare per passare indenni la stagione più calda dell’anno.


Il professor Simone Perma, a capo dell’equipe, così ci ricorda fine e risultato delle ricerche: “Si parla sempre dei problemi correlati al caldo, al fatto che bisogna bere molti liquidi, che bambini e anziani dovrebbero stare riparati e così via, ma viene sempre dimenticata la categoria di chi è ipersensibile alla sovraesposizione della ghiandola mammaria.


La finalità della E.S.T.A.T.E., dunque, è limitare la produzione eccessiva di ormoni al fine di prevenire cefalee, disturbi del nervo ottico, iperattività degli arti superiori e molte altre patologie.” Prossimamente nelle migliori librerie tecniche, negozi di giocattoli e ferramenta, dunque, un libello di semplici regole pratiche per diminuire rischi per la salute “Estate no problem”, 3782,5 pagine, 20 €, edizioni E.S.T.A.T.E. Su permesso dell’Ente ne estrapoliamo qualche capoverso.


1 – Tutte le misure di seguito riportate devono considerarsi con una tolleranza dello 0.0004%

38 – Le misure sono espresse col sistema di misura internazionale MKS; le anglosassoni non sono autorizzate a fraintendere in quanto avvezze a pollici e piedi.

38bis – D’altronde pollici e piedi influiscono sul tasso di produzione testosteronica per un 0.027%;

97 – Il tasso di produzione testosteronica deve essere corretto:

a) con un fattore moltiplicativo pari a 0.15 se l’oggetto osservato ha una massa >160 kg

b) con un fattore moltiplicativo pari a 0.25 se l’oggetto osservato ha un’altezza <1420 mm

c) con un fattore moltiplicativo pari a 0.38 se il soggetto osservante ha un’età >91.2 anni solari

d) con un fattore moltiplicativo pari a 0.06 se l’oggetto osservato ha un’età >60.7 anni solari

215 – É sconsigliabile alle donne dotate di coppa ≥C l’attraversamento pedonale saltellando

333 – Il tanga è sconsigliato alle donne dotate di gluteo di raggio >154 mm o se il rapporto tra l’asse maggiore e quello minore della natica è > 1.6

472 - La scollatura deve avere una profondità minore della distanza intercapezzolare (e al massimo pari a 0.557 di)

1839 – La formula semplificata è alla pagina seguente

2203 – É vietato usare questo libro come fermaporta.

.

Luke Monty – Paul Rice (AGOSTO 2012)

.

AMRICORD: questo articolo è stato scritto tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC (Accademia dei Cinque Cereali) collaborava allegramente con LA TAMPA

Pillole mie - Hardware by Dario di Osio Sotto

.

La Clerici non comprerà la lingerie pubblicizzata da Nicole Minetti. Che grana!

.

Accusato di bigamia un anziano che sposa due ragazze cubane. Chissà perché.

.

Google è il secondo operatore pubblicitario italiano. La Rai arriva molto dopo.

.

Scoperta in Tibet l’antica statua di Buddha scolpita in un meteorite. Taroccato.

.

Il calcio greco in crisi è sponsorizzato da bordelli e pompe funebri. Estremismi.

.

Ha punta- to la pistola contro l’amico col singhiozzo per spaventarlo. L’ha ucciso.

.

Per sfuggire all’autovelox è sufficiente una targa tedesca. Provare, per credere.

.

Arriva dopo 68 anni una cartolina censurata del soldato Antonio. Viva le poste.

.

Regola condominiale: è vietato proibire gli animali. Come quelli “a due zampe”.

.

L’Authority ha proposto una lista nera per schedare i morosi di elettricità e gas.

.

Arrestato un 23enne che a Ravenna, in un night, ha rubato gli slip alle ballerine.

.

Uno spacciatore di Napoli chiede un passaggio ad un’auto civetta della polizia.

.

Il decreto Balduzzi taglia i risarcimenti per gli errori dei medici. Non ammalarti!

.

Apre a Bologna il primo museo del gelato. Prossimamente quello del “sorbetto”.

.

Un manuale spiega ai soldati afghani “come capire l’ignoranza degli occidentali”.

.

Bimbo di 10 anni morsicato da un topo di fogna ad Arezzo. Il topo sta benone.

.

È stato concesso il permesso umanitario, in Italia, ad un clandestino a 106 anni.

.

Il mercato del cibo per animali è quattro volte quello degli alimenti per bambini.

.

L’Agenzia delle Entrate ci spiega su Youtube come riuscire a farci dissanguare.

.

Carlo Chievolti (NOVEMBRE 2012)

.

.

AMRICORD: questo articolo è stato scritto tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC (Accademia dei Cinque Cereali) collaborava allegramente con LA TAMPA

Pillole


Pillole mie - Hardware by Dario di Osio Sotto

.

 A Roma una voragine di 10 metri inghiotte una BMW. Perché accontentarsi di una Fiat?

.

 Madonna regala una casa a Manhattan alla figlia, per il 16° compleanno. Nientedimeno?

.

 De Benedetti lascia il controllo della CIR ai figli. I tre s’illudono che non abbia scherzato.

 Aumentate con i social network le avance delle pazienti ai dottori: hanno tutte le fortune.

.

 Dice Monti: “Non abbiamo chiesto noi di stare al Governo”. E allora, perché non lascia?

.

 UBS coi conti in profondo rosso licenzia 10mila dipendenti. Anche le banche piangono?

.

 La Minetti andrà in Usa: “Spero di diventare la loro first lady”. La first lady delle oche?

.

 Pechino: divorzia e chiede i danni alla moglie che ha partorito una figlia “troppo brutta”.

.

 Vendola assolto perché il fatto non sussiste. Piange commosso per lo scampato pericolo.

.

 Tiziano Ferro ricoverato per un malore a Madrid. Ha prontamente smentito di drogarsi.

.

 Un ex cassiere Equitalia ha rubato 56mila euro dei cittadini. Anche gli esattori fregano.

.

 Face è il primo robot che si emoziona come un uomo. E le signore sembrano interessate.

.

 50mila euro a un consigliere IDV, per sei ore di lavoro alla Regione Lombardia. Prosit.

.

 Grillo vuole Di Pietro al Quirinale. Non sarebbe meglio farlo Ministro dell’Istruzione?

.

 Il sindaco di Amsterdam riapre i “coffee shop” ai turisti. Riprende il turismo del fumo.

.

 Islamabad: hanno ucciso con l’acido la figlia quindicenne che ha ‘guardato’ un ragazzo.

.

 In arrivo il Redditest, che verificherà la compatibilità tra redditi e spese. E sarai punito.

.

 Kate Moss confessa che posare a seno nudo la faceva piangere. Sì, le due mezze mele...

.

 Panico nella metropolitana milanese per un kamikaze. Ma era l’annuncio di un cretino.

.

 Pneumatici etichettati per legge da novembre. Già prodotte in Cina etichette contraffatte.

.

 Aida Yespica è stata “divorziata” con un sms. Se vuole consolarsi, io sono gentiluomo.

.

 Un 40enne di Belluno ha fatto sesso con la fidanzatina del figlio. Il vero padre snaturato.

.

 5 feriti davanti all’Ikea di Piacenza, per le cariche della polizia. È necessario rimontarli.

.

 Gazprom subisce la riduzione di vendite di gas. Allora? È sufficiente aumentare i prezzi.

.

 Forse la Regina Elisabetta è malata: guerra di successione in vista. Ma, Carlo è escluso.

.

 Record in Cina: nati sette panda giganti in tre mesi. E speriamo non li facciano arrosto.

.

 Emilio Fede torna in TV su Vero, canale 55 del Digitale Terrestre. Sentivi la mancanza?

.

Carlo Chievolti (NOVEMBRE 2012)

.

AMRICORD: questo articolo è stato scritto tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC (Accademia dei Cinque Cereali) collaborava allegramente con LA TAMPA

PILLOLE


Pillole mie - Hardware by Dario di Osio Sotto

.

 PD e SEL riconoscono ufficialmente le coppie gay. Ma Bersani e Vendola si fidanzano?

 Pestato a Milano un tale che difende dai bulli un venditore di rose: farsi gli affari propri?

 Arrestati due nigeriani. Hanno rubato un iPhone ma sono stati rintracciati con una APP.

 Flavio Briatore: “In Italia tutti evadono le tasse, ma i politici sono insuperabili”. È vero.

 A Roma (caput mundi?) molte famiglie vivono nei tubi di scarico fognario. Come i ratti (delle Sabine?).

 La Fornero vuole “meno vincoli per i contratti a termine”. Ma non sa che cosa significa.

 Monti declama: “No al posto fisso incrostato”. Togliendosi dalle chiappe croste secolari.

 Sesso sadomaso tra Brad Pitt e Angelina Jolie? Io scelgo sesso con lei e sadismo per lui.

 Trucchi per risparmiare scegliendo tra Frecciarossa e Italo? Terza opzione: stare a casa.

 Allarme del CNR: la lingua italiana rischia di scomparire dal web. What is “italiana”?

 Gli pignorano il bar, e lui sfonda con la 500 l’Agenzia delle Entrate di Genova. Pagherà.

 Polemica sullo spot di Santoro “Loro rubano, e tu che fai?”. Io, forse, ruberei a Santoro.

 Richard Gere odiava Pretty Woman, ma doveva pagare il mutuo di casa. Sono problemi.

 Un frate playboy di Spalato ruba un milione alla Chiesa e fugge con l’amante. È geniale!

 Denunciati due napoletani che hanno venduto motoseghe cinesi spacciate per autentiche.

 Una nonna sventa una rapina in banca, a Vienna. Poi urla al ladro: “Cercati un lavoro!”.

 Soppressa la Bianchetti su Rai2. Non proprio lei, letteralmente, ma il suo programmino.

 Nina Moric ricoverata in coma etilico. Effetti collaterali del bazzicare Fabrizio Corona.

 Costituita l’associazione ‘Amici della Minetti’. Vorrei sapere come faccio ad iscrivermi.

 Il pugile Cruz combatte dopo il coming out, e dedica la vittoria alla comunità gay. Mah.

 Per sfuggire all’arresto un rapinatore ha morso due poliziotti. I due non hanno replicato.

 Ligabue si è rasato a zero. Dice perché ne aveva voglia. O perché assalito dai pidocchi?

 Ligabue promette testualmente: “Starò un po’ fuori dai piedi”. E magari anche da altro.

 Primo stop del treno Italo: quattro ore di guasto in galleria nell’Appennino. L’altro ride.

 Un rapinatore di Bolzano perde i soldi in strada. I passanti li raccolgono e scompaiono.

 Dice Monti: “Non ci sarà la cintura di castità sui bilanci nazionali”. Si capisce solo lui.

.

Carlo Chievolti (OTTOBRE 2012)

.

AMRICORD: questo articolo è stato scritto tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC (Accademia dei Cinque Cereali) collaborava allegramente con LA TAMPA

LETTERA ALL’ACCADEMIA DEI CINQUE CEREALI

.

Gentilissima Accademia,

mi chiamo Kandìs Achila e sono egiziano. Sono in Italia da tre anni e abito vicino a Porta Palazzo, un bel quartiere della vostra città, nel quale mi sento come a casa mia.

Per imparare meglio vostra lingua leggo sempre giornali italiani. Uno mi piace tanto, perché parla di sole, un sole come neanche al mio paese c’è: il Sole 24 ore.

Su questo giornale leggo tante cose che capisco, ma anche tante che non ci capisco un’acca (si dice così?) ma certo dipende dal fatto che non sono italiano.

Quello che volevo chiedere è: perché su questo giornale scrivono sempre che i mercati sono nervosi? Grazie tantissimo per la vostra risposta.

.

Risposta:


Caro Kandìs,

essendo egiziano è normale che lei non capisca gli articoli de Il Sole 24ore. Ma le dirò di più: succede anche a molti italiani.

Da un recente studio della nostra Accademia sui contenuti dei vari quotidiani, Il Sole 24ore è risultato, a dispetto del nome, piuttosto oscuro: una parola su tre non è italiana e delle due parole rimanenti, una è una sigla (Ftse, Mib, Rbc, NASDAQ eccetera) e l’altra una congiunzione o un articolo.

Ma veniamo alla sua domanda.

I mercati, per loro natura, sono luoghi soggetti a movimento continuo: non c’è nulla che stia fermo, ci sono resse e aperture improvvise, confusione, voci, allarmi, grida.

Poiché lei abita vicino a Porta Palazzo, la invito a recarsi una mattina al Mercato del Pesce.

Noterà subito un grande nervosismo: intanto c’è una puzza tremenda e questo non favorisce la calma e l’autocontrollo.

I pesci sembrano tutti uguali ed è estremamente difficile capire a prima vista quali sono freschi e quali sono stati sottoposti a mummificazione (processo che lei, come egiziano, conoscerà molto bene) e conservati poi nel freezer per sei mesi.

La gente si affolla intorno ai banchi, spintonata da chi sta dietro e spintonando a sua volta senza pietà chi sta davanti, per arrivare per primi a tossire direttamente sulle cassette di alici freschissime, che non fanno una piega perché protette dai migliori antibiotici a largo spettro.

Ma sono proprio i clienti più impazienti, se lei ci fa caso, che fanno perdere tempo quando è il loro turno: non sanno mai che pesci pigliare.

Discutono sulla freschezza dell’aringa e sul prezzo del pesce spada, sulle quota- zioni dei calamaretti e sul valore di omega3 nelle sardine. Se acquistano le cozze, pretendono di averle già lavate, magari anche cotte, aperte e con la spruzzata di li- mone.

Così il nervosismo cresce: volano parole grosse, si innervosisce anche la pescivendola, che litiga con il marito, che inciampa nella vasca dei polpi vivi, che subiscono danni irreversibili, costringendo il venditore a praticare l’eutanasia e abbassare il prezzo, altrimenti nessuno li compra.

Più o meno le stesse cose succedono nel cosiddetto Mercato Azionario, dove, in vece dei pesci, si vendono azioni.

Le azioni, come lei sa, possono essere buone o cattive, ma non sempre si distinguono a prima vista le une dalle altre.

Le azioni si vendono in pacchetti esattamente come i pesci e anch’esse finiscono in borsa (Borsa Valori). Stessa ansia, stessa fretta di comprare e vendere, prima che il prezzo cambi.

Alcune azioni puzzano e appaiono gonfiate, come pesci andati a male. Altre ci fanno l’occhio di triglia dai Listini, tanto che paiono gridare: “Comprami, comprami!”.

.

Dott.ssa Stephanie Hop-là – ACC (OTTOBRE 2012)


.

AMRICORD: questo articolo è stato scritto tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC (Accademia dei Cinque Cereali) collaborava allegramente con LA TAMPA

TEMPI DIFFICILI: LE BANCHE SVIZZERE PORTANO I CAPITALI OCCULTI A PANAMA, PER PROTEGGERLI



Un reportage dei prof. Italo Miglio coadiuvato da Frank Oats

.

Si sta verificando ciò che gli economisti e i ministri del Tesoro di ogni Paese occidentale temono maggiormente: la fuga di capitali.


Non la tipica e consueta fuga di capitali verso banche estere, i classici soldi in Svizzera che fanno avanti e indietro a seconda delle esigenze in patria bensì, una fuga di massa di soldi dalle banche, soprattutto quelle dei Paesi in crisi economica.


Grecia, Spagna, Italia, Portogallo, Irlanda e presto anche altre nazioni, vedono i fondi depositati presso le banche locali, diminuire in maniera esponenziale.


Dal piccolo correntista al grande risparmiatore, tutti a prelevare i contanti per portarli in luoghi sicuri. Per alcuni, questi luoghi sicuri sono il materasso di casa, per altri le cassette di sicurezza pressoché inviolabili, ma per cifre ingenti è sicuramente meglio una sicura banca svizzera o un istituto bancario lussemburghese... questo era valido fino a ieri.


La notizia che alcune delle maggiori banche svizzere stiano trasferendo i denari verso Panama sta allarmando il mondo dei finanzieri, dei ricconi, dei politici di un certo rango. Pare che lo staterello centramericano stia diventando un piccolo forziere ancora più sicuro di quello elvetico.


Gli stessi panamensi però ammettono che il sistema bancario locale potrebbe andare in tilt, motivo per cui a loro volta, starebbero trasferendo la liquidità verso le isole Cayman dove il contante, di qualsiasi valuta, sarebbe maggiormente tutelato.


Da una nostra ricerca presso le suddette isole, sembrerebbe che alcune agenzie bancarie locali stiano a loro volta dislocando una parte del tesoro presso uffici decentrati delle Salomone, luoghi pressoché inaccessibili ai controlli fiscali di qualsiasi nazione.


Alle Salomone oramai pare ci siano più sportelli bancari che abitanti. Esponenti governativi del luogo ci avrebbero però confidato che, per timori non meglio specificati, tutto quel flusso di denaro era meglio renderlo meno vistoso deviandone il corso verso alcune piccole banchette delle isole Tuvalu dove solerti ragionieri terrebbero al sicuro ingentissime somme.


Ma pare che le Tuvalu non siano l’ultima destinazione dei capitali in fuga. Quasi certamente, dalle banchette delle Tuvalu, dollari ed euro approderebbero alle banchine (del porto) dell’isola di Cook dove la signora Galambelang Ushuwarizay sarebbe impegnata giorno e notte nello scavo di grosse buche ove interrare il denaro reduce da così tante transazioni.


Ricchi imprenditori, figli di governanti, miliardari d’ogni razza e nazionalità, Ibraimovich di turno, potranno finalmente dormire i loro sonni tranquilli sapendo i loro averi, sì lontani, ma al sicuro.

.

I servizi vanno in stampa senza fotografie per uno sciopero dei benzinai automatici delle tangenziali est e ovest.


(OTTOBRE 2012)

AMRICORD: questo articolo è stato scritto tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC (Accademia dei Cinque Cereali) collaborava allegramente con LA TAMPA

PROIEZIONE ALL'APERTO DI OTTO FILM D’ESSAI SUL TEMA: CEREALE, C’È ED È REALE

in collaborazione con

ACCADEMIA DEI CINQUE CEREALI

Aiace di Torrazza Piemonte

.

I FILM IN PROGRAMMA

.

Grano Torino

Film struggente e malinconico racconta la storia di un reduce dalla guerra di Cerea e dei suoi ricordi di contadino, prima di essere assunto alla Fiat per lavorare alla produzione della mitica Duna.

Famosa la scena del protagonista immerso fino alla cintola nel grano maturo, mentre accarezza le spighe con le mani. Sullo sfondo la Mole Antonelliana.

.

Il miglio perde

Le storie di alcuni condannati alla sedia elettrica, raccontate dall’idraulico addetto alla manutenzione dei bagni penali.

.

I Cinque (cereali) dell’Ave Maria

I cinque super(?)eroi, rimasti in quattro per la perdita di Mais, scoppiato per aver voluto esagerare con la tintarella, e in crisi mistica si rifugiano in convento.

.

Mais dire Mais

Mais in realtà non è scoppiato, ma fa la spia per il servizio segreto britannico. Un film in perfetto stile Pop (corn).

.

A Beautiful Mile

Tratto dalla storia vera del matematico americano John Out e della sua geniale Teoria del Miglior Miglio.

.

Mais senza mio nonno

Cittadina americana sposata con un iraniano si reca con il mari- to a Teheran portandosi dietro il nonno. Secondo le leggi islamiche in vigore, una donna sposata è proprietà del marito insieme a tutta la sua famiglia, nonno compreso. La donna deve affrontare difficoltà e ostacoli per poter riportare l’anziano nonno negli Stati Uniti.

.

L’avena è meravigliosa

Film cult del cinema USA anni 40, con James Stewart.

.

Riso a mare

Capolavoro neorealista girato interamente tra le campagne vercellesi e Diano Marina.

.

Alla proiezione seguirà un dibattito, moderato da Angelo Galeno, ordinario di Filosofia dell’Anagramma e direttore del portale Cinefili&Cinofili. Parteciperà il giovane regista emergente afro-molisano Woody Pallen.

.

(MAGGIO 2012)

.

.

AMRICORD: questo articolo è stato scritto tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC (Accademia dei Cinque Cereali) collaborava allegramente con LA TAMPA

ECCO UN TIPICO ESEMPIO DI COME LE COLPE DEI PADRI RICADONO SULLA TESTA DEI FIGLI


Padre con un amico, in coppia, impartiscono una severa sconfitta per dieci a zero al figlio di otto anni che giocava da solo.


L'annata calcistica, che si sta avviando alla conclusione, ha visto Torino festeggiare lo scudetto della Juventus e la promozione dei cugini granata in serie A. Anche a Napoli c’è stata occasione di giubilo per la conquista della Coppa Italia. Altre grandi città, in particolare Milano e poi Genova, hanno sofferto per le prestazioni delle loro blasonatissime squadre.


Ecco allora che, qualche tifoso tra i più frustrati e incarogniti, pur di vincere qualcosa, se la prenda con i più piccini.


Vittima di un impari incontro di calciobalilla il figlio di un supporter di una compagine che non citeremo per non far pubblicità.


L’uomo però, non essendo sicuro di riuscire a sconfiggere il figlioletto in una partita secca, ha chiesto e ottenuto l’appoggio di un amico bravo in attacco. I due hanno così cominciato a martellare gli omini blu del ragazzino. Pare addirittura, a detta di alcuni testimoni oculari, che i due adulti abbiano fatto largo uso di ganci che, in questo tipo di gioco, sono considerati sleali se non addirittura esplicitamente proibiti.

.

Dal nostro corrispondente di TUTTOSTORT (MAGGIO 2012)

.

.

AMRICORD: questo articolo è stato scritto tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC (Accademia dei Cinque Cereali) collaborava allegramente con LA TAMPA

Continua...

Disclaimer. Questo blog non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog potrebbero essere estrapolati da internet e, pertanto, se non considerate di pubblico dominio, perlomeno accessibili a chiunque. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, siete pregati di comunicarcelo senza esitazioni all’indirizzo e-mail: info @ lastampella.it e saranno immediatamente rimossi.
Gli scritti che contengono riferimenti a persone realmente esistenti hanno il solo scopo (si spera) di far sorridere e sono frutto del vaneggiare degli autori. Se tuttavia qualcuno non gradisse un articolo o una sua parte può chiederne la rimozione all’indirizzo di cui sopra, motivando l’istanza.
Non siamo responsabili dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
| Copyright © 2016 La Stampella | contatti | newsletter | privacy policy | sitemap |