Stacks Image 2

Umorismo di sostegno

PUBBLICAZIONE UMORISTICA FONDATA DALL'ACCADEMIA DEI CINQUE CEREALI IL 2 GIUGNO 2016

ANNO VI d.F. - IDEATO, SCRITTO, IMPAGINATO, POSTATO E LETTO DAGLI AUTORI E DA SEMPRE DEDICATO A FRANCO CANNAVÒ

Fondatore e macchinista: Paolo Marchiori.
Vicedirettori postali (addetti ai post): Stefania Marello, Christina Fasso, Italo Lovrecich, GioZ, il Pensologo Livio Cepollina.

ANZIANI NINJA



La vaccinazione contro il Covid per gli over 80 è iniziata qualche settimana fa, e prosegue come può, data la scarsità di materia prima. Si temeva che i chiamati si dichiarassero contrari al vaccino, ma è accaduto esattamente l'opposto: si accapigliano per ottenerlo.


Ogni edizione del telegiornale ci propina il relativo servizio, con immagini di vecchietti dall'aspetto emaciato, che guardano l'obiettivo con occhi miti e rassegnati al di sopra della mascherina, porgendo i loro braccini pallidi e macilenti alla siringa dell'operatore. Nemmeno gli agnelli al macello suscitano tanta pena e tenerezza. Sono loro le "persone fragili" di cui si parla in continuazione. Dobbiamo proteggerle, si dice: dal Covid, dai truffatori, dai ladri, dalla canicola estiva.


La realtà però è diversa. Nella vita di tutti giorni i nostri anziani si rivelano capaci di sfoderare un'energia straordinaria.


L'altro giorno ne ho avuto una dimostrazione. Mi trovavo in un parco pubblico, in un bel pomeriggio di sole: c'era un gran movimento di bambini, palloni, biciclette, cani, frisbee, e ovviamente tanti nonni, che chiacchieravano seduti sulle panchine.


All'improvviso, una dolce nonnina, posata la rivista che stava leggendo (ho sbirciato: si trattava di "Legittima difesa", la nuova rivista sulle tecniche di autodifesa), si è alzata dalla panca e, tenendo stretta la borsetta per i manici, l'ha roteata in aria, neanche fosse una gara di lancio del peso, avventandosi su un ragazzino adolescente che bazzicava intorno alla sua nipotina. Il ragazzo, schivato per un pelo il primo colpo, vista la furia della nonna, non ha perso tempo a giustificarsi ed è fuggito a gambe levate, mentre la vegliarda gli gridava: "Guai a te se ti fai ancora rivedere a spacciare da questa parti".


Per un attimo, di fronte a quella scatenata forza della natura, si sono zittiti anche gli uccellini.


La nonna è ritornata tranquilla al suo posto, risistemandosi la mascherina che le era andata di traverso. Poi, ai presenti che la guardavano sbigottiti, ha detto: "Prevenire è meglio che curare, lo dice anche il mio medico".


Ma in fondo non c'è da stupirsi: se ci fate caso sono sempre gli anziani, in solitaria o a coppie, che difendono con ferocia il posto nelle code, che si tratti di uffici postali, sale di attesa per visite mediche, o code alle casse dei supermercati. Arrivano che sembrano invalidi, ingobbiti e malfermi sulle gambe, con il bastone in una mano e la busta delle radiografie nell'altra, tanto che non si può non provare un moto di simpatia e protezione. Ma guai se, avvicinandovi, date loro l'idea di volerli superare nella coda: protestano a voce alta, menando il bastone, lanciandovi contro il deambulatore e minacciandovi con ogni genere di improperi. Sempre pronti alla rissa, non hanno paura di nulla: per loro la vita è una guerra, e sono ben determinati a vincerla.


Per questo non mi sono stupita leggendo sul giornale del gran parapiglia in uno dei centri di somministrazione vaccini, che ha richiesto l'intervento delle forze dell'ordine: il cortile in cui sono scoppiati i tafferugli era pieno di anziani over ottanta, alcuni soli, altri accompagnati dalle badanti, altri dai figli, ormai anziani anche loro. Pare che le badanti, conoscendo i loro polli, si siano subito date alla fuga.



Stefania Marello - ACC

Non lasciatevi ingannare dalle apparenze: il bastone e il carrello possono diventare armi micidiali

L'INARRIVABILE NONNO ABEFFARDO


Il leader nordcoreano Kim Jong-un è stato eletto segretario generale del Partito dei lavoratori, in occasione del congresso. Complimentiamoci tutti col simpaticone.

£ £ £ £ £

Un ristorante due stelle Michelin servirà “carne vegetale” stampata in 3D. Grazie a una tecnologia di microestrusione di ultima generazione, viene mandata in stampa per ottenere bistecche 3D. L’inventore della tecnologia è già presente sul mercato, con bocconcini di pollo, carne macinata e tonno. Ora si cimenta con la realizzazione della migliore “fiorentina”. No! Sono troppo vecchio per simili diavolerie moderne.

£ £ £ £ £

La “bubble car” Microlino verrà fabbricata vicino a Torino. Citata come l’erede della storica Bmw Isetta, sarà elettrica. Sarà omologata forse in estate, ma ha già più di 20 mila prenotazioni. In un video “accattivante” vince una sfida cittadina con una Ferrari rossa. Fasulla. So che non c’è alcun rischio, ma vi vieto di regalarmela!

£ £ £ £ £

Stanno costruendo l’isola artificiale Blue Estate, sulla quale le case costeranno da circa 16 mila €uro fino a superare il miliardo. Situata a 25 minuti d’aereo dalla capitale delle Bahamas, Nassau, e a 90 da Miami, misurerà un chilometro per 1,5, la metà di Monte-Carlo, e potrà ospitare 15 mila residenti. Io resterò a Brevigliasco.

£ £ £ £ £

Vi ricordate che all’inizio della pandemia era raccomandatissimo non toccarsi la faccia? Adesso non se ne parla più. Mi viene il dubbio che sia una delle tante balle.

£ £ £ £ £

Tra le ultime novità su come combatter il Covid c’è mangiare meno: l’obesità è un fattore scatenante. Quando ci daranno il consiglio di “fare la pipì dal balcone”?


Nonno Abeffardo


LE GRANDI SFIDE LETTERARIE DELLA STAMPELLA


Sembra ieri, che Giuseppe Conte disse che non vedeva l’ora di lavorare con Joe Biden. Oggi Biden dice che non vede l’ora di lavorare con Mario Draghi. Curioso!

Il vecchio tarlo

* * * * *

Il calciatore di palloni Ronaldo Cristiano, evidentemente non appagato dal ricco parco auto di sua proprietà, si è regalato una Bugatti Centodieci, prodotta in soli 20 esemplari, da 1.600 cavalli, 380 chilometri l’ora di velocità. Riporta un suo marchio personale, e costa 8 milioni di €uro. E non è invidia, ma costui mi fa davvero orrore.

Carlo Chievolti

* * * * *

Le grandi domande: il Vito Crimi che pochi giorni fa dichiarò che mai il M5S si sarebbe espresso a favore di Mario Draghi è lo stesso Vito Crimi, auto-reggente del M5S, che ha espulso dal partito quelli che non hanno votato la fiducia al governo?

Il vecchio tarlo

* * * * *

I vigili di un Comune ligure vanno a casa degli over 80 che non rispondono alla chiamata per vaccinarsi contro il Covid: “Per avere la certezza che tutti sappiano di questa opportunità. Se confermano di non volersi vaccinare raccoglieranno in modo formale la loro rinuncia”. È stato fatto il primo passo verso le liste di proscrizione.

Carlo Chievolti

* * * * *

I giudici bocciano il coprifuoco, e ordinano la revoca del divieto di circolazione notturna, perché “non c’è alcuna emergenza”. Non ti agitare: è accaduto in Olanda.

Il vecchio tarlo

* * * * *

Ho gusti semplici. Vorrei rifare la via crucis delle piole: mi mancano tanto!

Carlo Chievolti

LA MOSCA COCCHIERA IN PILLOLE


Com’è fatto l’uomo che piace alle donne? Il Professor Emmanuele A. Jannini è ordinario di Endocrinologia e di Sessuologia Medica all’Università Tor Vergata di Roma, e visiting professor a Shanghai, Hefei e Guangzhou. È suo il primo Corso di laurea di Sessuologia in Italia. È tra i venti autori col maggior indice bibliometrico per la ricerca sulle disfunzioni sessuali maschili, fra i primi tre per diagnosi e terapia dell’eiaculazione precoce. Spiega quali uomini piacciono alle donne. I lineamenti del volto regolari promettono salute, ma non garantiscono che uno non abbia Covid o Hiv. Le donne s’innamorano con le orecchie, hanno bisogno della storia, e l’uomo che piace alle donne racconta e ascolta. Gabriele D’Annunzio era basso, pelato, ma ha avuto le dive e le contessine più belle. Gli uomini sopravvalutano l’attenzione femminile al corpo maschile. Certi loro dettagli fisici sono un formidabile elemento di competizione “intra-genere” ma contano poco nella competizione “inter-genere”. La rivoluzione silenziosa è incarnata da uno come George Clooney: ha una evidente virilità, ma associata a dolcezza e propensione all’ascolto. Sembra non abbia timore della propria femminilità perché è convinto della propria virilità. La pubblicità parla dell’uomo che non deve chiedere mai, ma in realtà aveva dubbi sulla propria virilità. Il retaggio dell’incertezza dell’erezione: caratterizza l’uomo dall’inizio del mondo. Il Professore Chiarissimo Sun Nen Bun, Dipartimento Torrazzese dell’Università di Pensologia di Torino: “Il discorso è un po’ confuso. Ma, le signore sono sempre state generose con me, quindi sono fortunato, e continuo a lasciar scegliere a loro”.

$ $ $ $ $

Elon Musk, proprietario di Tesla, e imprenditore in vari settori all’avanguardia, ha inviato ai dipendenti alcuni suggerimenti per rendere più efficiente il loro lavoro, in particolare sulle riunioni. Farne poche, ridurre la loro durata ed il numero dei partecipanti. Andarsene, se ci si accorge di essere superflui. Evitare ogni gergo che confonda: non usare acronimi o parole senza senso per oggetti, software o processi. Non permettere che la gerarchia riduca l’efficienza: entrare direttamente in contatto con chiunque, evitando i passaggi burocratici. Non perdere tempo seguendo regole stupide: chi si accorge che la regola è sbagliata, è autorizzato a evitarla e cambiarla. Il Professore Chiarissimo Sun Nen Bun, Dipartimento Torrazzese dell’Università di Pensologia di Torino: “Il buon Musk ha dimenticato una regoletta, basata sul vil denaro: dovrebbe indire una riunione nella quale annuncia incrementi di stipendio”.

$ $ $ $ $

Il blu di metilene sarà usato nella lotta al Covid? I fratelli dottori milanesi Giulio (neurologo), e Giuseppe Augusto Scigliano (odontoiatra), pubblicano su “Medical Hypotheses” una proposta in tal senso al ministero della Salute, confortati da studi del 1876 del chimico tedesco Heinrich Caro, che lo mise a punto, e confermati dal francese Claude Wischik, per esempio nel trattamento della malattia di Alzheimer. Il Professore Chiarissimo Sun Nen Bun, Dipartimento Torrazzese dell’Università di Pensologia di Torino: “Noi Puffi siam così, noi siamo i Puffi blu. Sdrammatizzo”.

LE PERLE DEI PIRLA




In arrivo vaccino Johnson & Johnson, ideale per ultracinquantenni con capelli grassi.

Paul Rice

.

The Fest of Sanrem must go on.

Freddy Marchiori

.

In caso di alluvione, invece di evacuare un edificio, lo si fa evacquare?

Al Damerini

.

Sapete se dopo il fantacalcio è possibile giocare a fantapolitica?

Martin Scortese

.

Si può ipotecare un camper essendo un immobile, tuttavia mobile?

Gary Buja

.

Vincent Van Gongh si chiamava così perché era suonato?

Bepi Ciopadepan

.

Farsi il bidet prima di andare in bagno riduce il consumo di acqua fino al 70%.

Tony Luganega

.

I piatti dei vegani non sono né carne, né pesce.

Pierino di Montanaro

.

Ammiocuggino veterinario e infettivologo su Facebook, per sterilizzare il gatto, lo mette venti minuti in acqua bollente.

Martin Scortese

.

Le montagne rispettano le quote di genere: hanno il Monte Rosa.

Gary Buja

.

Mia moglie ha scoperto che ho truccato il righello per sembrare più dotato.

Pierino di Montanaro

.

Vorrei diventare negazionista, ma credo a tutto e a tutti. Nego di poter negare.

Freddy Marchiori

.

Molti laureati costretti a lavorare nei fast food. Se hai la fortuna di trovare un medico ti fa il ketchup completo.

Bepi Ciopadepan

.

La situazione è grammatica.

Paul Rice

.

Anno 1977: decisi che avrei fatto l'inventore.

Anno 1978: capii che ormai avevano già inventato tutto e abbandonai l'idea.

Tony Luganega

.

OTTIMO: Mi hanno prescritto una dieta che raddoppierà la mia potenza sessuale.

PESSIMO: Zero per Due fa sempre Zero

Pierino di Montanaro

.

Ai clienti che non intendono pagare fate lo sconto del 50% così dimezzate automaticamente il valore degli insoluti.

Gary Buja

.

Le pillole contro l'indigestione vanno prese a stomaco pieno o a stomaco vuoto?

Bepi Ciopadepan

ALLARME BOMBA IN DAD: EVACUATE LE AULE VIRTUALI DI UN LICEO



Il presunto tentato attentato si è verificato nel piccolo comune bresciano di Frottola Valtrompia ai danni del "Liceo Classico Pedante Alighieri", istituto dedicato al cugino prolisso del Sommo Poeta, noto per la sua opera Lunghina Commedia composta da sei dozzine di cantiche di 256 canti ciascuna.


Nel corso di una lezione di Educazione Fisica in D.A.D. (Didattica a Distanza) dove gli studenti, dopo il riscaldamento virtuale di rito, stavano partecipando alla consueta partitella tra quarta A e Terza B, mediante l'utilizzo di FIFASTRIZZA 2021, un'applicazione appositamente elaborata per effettuare attività in smartsport, quando la connessione internet è diventata improvvisamente instabile.


Dopo pochi secondi, si è introdotto in rete un hacker lanciando un allarme bomba virtuale nelle aule virtuali del liceo, gettando il panico fra gli studenti collegati.


Il preside, dando prova di sangue freddo ed esperienza, ha invitato i ragazzi a mantenere la calma, e a lasciare ordinatamene i locali dell'edificio scolastico virtuale cliccando molto lentamente il tasto destro del mouse.


All'arrivo del reparto artificieri, il server della scuola è stato isolato e, a una prima analisi, parrebbe possa trattarsi di un falso allarme, uno scherzo di cattivo gusto.


Le indagini procederanno nei prossimi giorni e tenteranno l'individuazione del computer dal quale è partita la segnalazione ma, da una prima analisi, parrebbe provenire da un PC con l'indirizzo IP abraso; se così fosse, sarà quasi impossibile risalire all'autore del gesto.



Paul Rice - ACC

La prova fotografica dell'intrusione nel sistema

POTREBBE PARTIRE UNA CAMPAGNA A FAVORE DELL’ABBANDONO DI ANIMALI



TROPPE RICHIESTE DI ADOZIONI E ABBANDONI IN CALO RISPETTO AL 2016


Secondo l’ISTATENT (Istituto Statistico Torrazzese Abbandoni Turistici E Non Turistici), che si occupa di monitorare il tasso di abbandono di animali lungo strade e autostrade, tali gesti indubbiamente riprovevoli, sono in netto calo rispetto agli anni passati.


Segno che la campagna a tamburo battente, atta a combattere questo malcostume e a sostenere i diritti degli amici a quattro zampe, ha prodotto gli effetti desiderati.


Se è vero che non tutti i mali vengono per nuocere, è anche vero che non tutto il bene viene per giovare.


A causa della pubblicità contro l’abbandono, infatti, migliaia di famiglie pronte ad accogliere un simpatico cagnolino o un tenero gattino, a causa dell’inversione di tendenza, corrono il rischio di non avere la loro pet-company.


Pare che il Governo sia pronto a emanare un D.L. per caldeggiare l’abbandono, allo scopo di sopperire alla scarsità di animali da adottare.


Anche se non è raro rinvenire una suocera accanto al guardrail, l’ISTATENT ha comunicato che non rientra nella statistica.



Al Damerini – ACC (GIUGNO 2017)



Casa abbandonata lungo la Route 66. Come l’hanno portata sul posto rimane un mistero

.

.

LA RISTAMPELLATA: questo articolo è stato scritto tra il 2016 e il 2018 e viene qui riproposto a grande richiesta.

LA POESIA CI SALVERÀ


Sei ancora ossessionato dai numeri e dai colori?

Meglio la poesia!

.

.

ODE #1

Il morbo infuria

il vaccino manca

niuna regione

sarà mai bianca.

.

.


ODE #2

Il morbo infuria

il vaccino manca,

ma in Sardegna sventola

bandiera bianca.

.

.

Nonna Abeffarda

IL PENSOLOGO

Per andare a rapinare il market ha preso il taxi: la professionalità si riconosce anche dai dettagli.


Dice Speranza: “Il rischio virus non è legato a un orientamento sessuale”. E vai col Puttan Tour!


Abuso di psicofarmaci nutellosi durante la pandemia: il fatturato della Ferrero è salito del 7,8%.


Alcune donne a volte non sanno che pesci pigliare. E per non restare nel dubbio, li pigliano tutti.


I piaceri della carne ingannano la mente. Ma, ogni tanto, se possibile, è piacevole farsi fregare...


Un nuovo tipo di assorbenti trasforma l’urina in gel. Speriamo non quello da mettere nei capelli.


Carlo Verdone: “Il mio libro sarà come i miei film”. Quindi, noioso. Grazie per averci avvertiti.


Fisco: lotta al contante. Ho visto un politico prendere a schiaffi svariate banconote da 500 €uro.


Trovato finalmente il modo di risolvere il grave problema della crisi di liquidità. Bevete molto...


Ho temuto che lo speciale dal Senato con Draghi facesse slittare la puntata di “Chi l’ha visto?”.

LE PERLE DEI PIRLA


.

Può una laureata in Scienza dell'Educazione essere maleducatissima?

Freddy Marchiori

.

Proporrei di promulgare una legge che vieti di commettere reati.

Gary Buja

.

Il Ministero dell'agricoltura è anacronistico, ormai l'ortofrutta si trova comodamente nei supermercati.

Bepi Ciopadepan

.

E basta con questa menata degli studi. Conosco persone con due lauree assolutamente stupide. Io riesco a esserlo col solo diploma elementare.

Pierino di Montanaro

.

Ormai non possiamo neanche più fidarci dei truffatori.

Tony Luganega

.

Ho fatto il testamento biologico, mi è caduta una goccia d'acqua e si è sciolto! Era anche biodegradabile!

Paul Rice

.

Attenzione segnalate correttamente sui social giorno di partenza e giorno di rientro dalle vacanze, per agevolare e tenere informati i ladri.

Martin Scortese

.

Il mio capo voleva darmi un aumento. L'ho mandato a quel paese! Mi ha preso per un morto di fame?

Gary Buja

.

Le nonne dovevano essere sempre incinte: il mondo è pieno di ammieicuggini

Al Damerini

.

La sposa capì al contrario la formula e da quel giorno per lei fu: Taccia ora o parli per sempre!

Tony Luganega

.

E se Moana fosse ancora viva? Non mi risulta abbiano mai fatto la rassegna in RAI dei suoi film il giorno dopo la presunta morte.

Bepi Ciopadepan

FEDEZ FA PIANGERE UN BAMBINO PER AUTOGRAFO


.


Pare che Fedez, abbia rifiutato un autografo a un bambino perché non richiesto su una copia del suo ultimo CD “Comunisti col Rolex”. Forse è un ordine che arriva dall’alto, dallo staff, che finisce tuttavia per danneggiare l’immagine del cantante.


L’articolo:

http://www.genovatoday.it/even...


La giornalista Concita De Gregorio lo ha incontrato per approfondire e chiarire la vicenda. Il succo spremuto dal discorso è questo:

“Allora ho parlato con Fedez che mi ha detto che sì, lui firma solo i cd perché queste sono le regole. Firma anche quelli comprati fuori dallo store, portati da casa, ma non pagine di diario o foglietti perché, dice, in tre settimane di firmacopie arrivano cinque o seimila persone a volta e bisogna dare la precedenza a chi ha comprato il disco.”

Le regole, sono regole, ma… …povero bimbo:

Il servizio completo è disponibile sul suo blog:

http://invececoncita.blogautor...

La domanda sorge spontanea: a chi acquista scaricando online i brani, verrà inviata una email con la firma digitale di Fedez? Oppure l’autografo verrà apposto direttamente sul lettore mp3?

Fortuna che il bambino era accompagnato da una nonna normale e non dalla nostra Nonna Abeffarda, altrimenti gliene avrebbe cantate quattro rappando, e magari pogando:

Non-so-chi-sia-sto-Fedez
ma-certo-è-un-bel-BIIIP ino

a-deludere-così
un-povero-bambino.
Se-fossi-io-la-nonna
se-fossi-stata-lì
pur-se-sono-gentildonna
l'avrei-mandato-a....

Nonna Abeffarda non è stata interpellata, altrimenti, di certo avrebbe verosimilmente scritto questo pezzo… fortunatamente neppure sa cantare, La Nonna…

Battute a parte noi de LA STAMPELLA, siamo come San Tommaso e abbiamo trovato una breve risposta di Fedez che riportiamo qui sotto

Gli crediamo, perchè gli artisti ricevono i fans che normalmente vengono indirizzati dagli addetti che, spesso, non fanno neppure parte del suo entourage. Il cantante, duramente attaccato sui social, mette in evidenza il suo punto di vista:

A parte il RAP della Nonna non c'è nulla di umoristico in questo articolo, ma siccome il fondamento dell'umorismo è lo spunto per la riflessione, ci è sembrato giusto sottoporvelo ugualmente.


                                                      Un RAPanello


.

.

LA RISTAMPELLATA: questo articolo è stato scritto tra il 2016 e il 2018 e viene qui riproposto a grande richiesta.

Stacks Image 282679

LA MORALE DEL MURALE (E IL MORALE DEI CITTADINI)


Dalla piazza del ridente Comune di Torraccia Pedemontana si può da poco ammirare un dipinto murale, di evidente richiamo all’arte post-avanguardista, del quale vi offriamo un’immagine work in progress

(in fase di realizzazione, n.d.r.).



LA TAMPA, sollecitata da questa notizia di notevole richiamo, ha immediatamente lanciato un’inchiesta. La maggior parte della popolazione si è espressa con grande entusiasmo, ma non è mancata una decisa minoranza che ha manifestato una forte perplessità, per non dire scetticismo.


Un volantinaggio notturno delle “Brigate cancellanti”, contrarie all’opera, ha reso necessaria la costituzione di un “Comitato spontaneo di sorveglianza”: volontari che tutte le notti pattugliano il circondario e piantonano l’opera, confortati da caldarroste e barbera. A causa della riservatezza degli abitanti, ben nota in tutto il Piemonte, non è stato possibile riportare interviste né effettuare riprese televisive. Tuttavia, su un punto il giudizio è stato unanime: il committente ha fatto una scelta oculata. La precedente opera pittorica fu realizzata da professionisti costosi, a un prezzo che avrebbe fatto indignare Michelangelo alle prese con la Cappella Sistina; ma stavolta ci si è affidati a fanciulli volenterosi, e la comunità ha pagato solo le spese vive.


Questo ha permesso di non ritoccare ulteriormente verso l’alto l’aliquota IMU, che vanta lo stesso coefficiente di Las Vegas.


Purtroppo, un’ombra cala minacciosa sull’opera, e sul morale dei cittadini orgogliosi di poterla ammirare tutti i giorni. Non si sa come ne sia venuto a conoscenza, e non si sa a quale titolo, ma l’Emiro Tardoc el-Fulandra bin Falabrak se ne vuole impossessare. Un suo portavoce spiega che intende farlo asportare, per poi farlo ricollocare nel suo lussuoso palazzo in Emiria. Un infiltrato nell’entourage spiega i dettagli dell’operazione. Sapete che un Emiro suo collega intende costruirsi una moschea in Sicilia, e si vocifera che in cambio intenda realizzare a spese sue il ponte sullo stretto di Messina? L’Emiro Taroc promette, in cambio della preziosa opera d’arte, di dotare di asfalto e marciapiedi, illuminazione, fognature e scarichi pluviali il Protettorato Statunitense di Torraccia Pedemontana, (opere che, malgrado le promesse dell’amministrazione degli anni ’80, non si sono potute finora realizzare).


La maggioranza della popolazione favorevole al murale è costernata e indignata: “Con i loro petrodollari vogliono espropriarci della nostra cultura!”.


Il Governatore della Regione è stato coinvolto nella questione, e un accorato appello è stato inoltrato al Capo dello Stato.


Pareva che le speranze restassero frustrate, e i cittadini disillusi, ma ecco il colpo di scena: il Capoprogetto Sovrintendente ai Beni Culturali dell’Emiria ha effettuato un sopralluogo per pianificare l’operazione, ma si è imbattuto in un inaspettato capolavoro, un masso erratico dell’era glaciale proiettato a Torraccia Pedemontana dal trapassato remoto (foto).


Il capoprogetto ha inviato la documentazione fotografica all’Emiro, e questi se ne è immediatamente innamorato, al punto di rivolgere su di esso le proprie capricciose attenzioni, dimenticando velocemente il dipinto.


MORALE: il MURALE è salvo, e il MORALE anche.



Carlo Chievolti (OTTOBRE 2012)

AMRICORD: questo articolo è stato scritto tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC (Accademia dei Cinque Cereali) collaborava allegramente con LA TAMPA

MERCATI NERVOSI

.


.

Gentilissima Accademia,

mi chiamo Kandìs Achila e sono egiziano. Sono in Italia da tre anni e abito vicino a Porta Palazzo, un bel quartiere della vostra città, nel quale mi sento come a casa mia.

Per imparare meglio vostra lingua leggo sempre giornali italiani. Uno mi piace tanto, perché parla di sole, un sole come neanche al mio paese c’è: il Sole 24 ore.

Su questo giornale leggo tante cose che capisco, ma anche tante che non ci capisco un’acca (si dice così?) ma certo dipende dal fatto che non sono italiano. Quello che volevo chiedere è: perché su questo giornale scrivono sempre che i mercati sono nervosi? Grazie tantissimo per la vostra risposta.

.

.

RISPOSTA:

Caro Kandìs,

essendo egiziano è normale che lei non capisca gli articoli de Il Sole 24ore. Ma le dirò di più: succede anche a molti italiani.

Da un recente studio della nostra Accademia sui contenuti dei vari quotidiani, Il Sole 24ore è risultato, a dispetto del nome, piuttosto oscuro: una parola su tre non è italiana e delle due parole rimanenti, una è una sigla (Ftse, Mib, Rbc, NASDAQ eccetera) e l’altra una congiunzione o un articolo.

Ma veniamo alla sua domanda.

I mercati, per loro natura, sono luoghi soggetti a movimento continuo: non c’è nulla che stia fermo, ci sono resse e aperture improvvise, confusione, voci, allarmi, grida.

Poiché lei abita vicino a Porta Palazzo, la invito a recarsi una mattina al Mercato del Pesce.

Noterà subito un grande nervosismo: intanto c’è una puzza tremenda e questo non favorisce la calma e l’autocontrollo.

I pesci sembrano tutti uguali ed è estremamente difficile capire a prima vista quali sono freschi e quali sono stati sottoposti a mummificazione (processo che lei, come egiziano, conoscerà molto bene) e conservati poi nel freezer per sei mesi.

La gente si affolla intorno ai banchi, spintonata da chi sta dietro e spintonando a sua volta senza pietà chi sta davanti, per arrivare per primi a tossire direttamente sulle cassette di alici freschissime, che non fanno una piega perché protette dai migliori antibiotici a largo spettro.

Ma sono proprio i clienti più impazienti, se lei ci fa caso, che fanno perdere tempo quando è il loro turno: non sanno mai che pesci pigliare.

Discutono sulla freschezza dell’aringa e sul prezzo del pesce spada, sulle quotazioni dei calamaretti e sul valore di omega3 nelle sardine. Se acquistano le cozze, pretendono di averle già lavate, magari anche cotte, aperte e con la spruzzata di limone.

Così il nervosismo cresce: volano parole grosse, si innervosisce anche la pescivendola, che litiga con il marito, che inciampa nella vasca dei polpi vivi, che subiscono danni irreversibili, costringendo il venditore a praticare l’eutanasia e abbassare il prezzo, altrimenti nessuno li compra.

Più o meno le stesse cose succedono nel cosiddetto Mercato Azionario, dove, in vece dei pesci, si vendono azioni.

Le azioni, come lei sa, possono essere buone o cattive, ma non sempre si distinguono a prima vista le une dalle altre.

Le azioni si vendono in pacchetti esattamente come i pesci e anch’esse finiscono in borsa (Borsa Valori). Stessa ansia, stessa fretta di comprare e vendere, prima che il prezzo cambi.

Alcune azioni puzzano e appaiono gonfiate, come pesci andati a male. Altre ci fanno l’occhio di triglia dai Listini, tanto che paiono gridare: “Comprami, comprami!”.

Si investe brutalmente, si insulta a suon di titoli, gli investitori protestano, scalpitano, ma poi non sanno che pesci – pardon – che azioni pigliare.

E hanno ragione: basta un colpo di tosse di Monti, una alzata di sopracciglio della Merkel, una scorreggia di Obama (ci scusiamo per il paragone, ma pare, da fonti autorevoli, che le faccia anche lui) a stravolgere la situazione.

Ora, caro Kandìs, avrà sicuramente capito da cosa deriva l’espressione “Mercati Nervosi”.

Sperando di aver risposto esaurientemente alla sua domanda, la saluto con i migliori auguri per le sue prossime fritture letture.

.


Dott.ssa Stephanie Hop-là

ACCADEMIA DEI CINQUE CEREALI

.

AMRICORD: questo articolo è stato scritto tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC (Accademia dei Cinque Cereali) collaborava allegramente con LA TAMPA

TEMPI DIFFICILI: LE BANCHE SVIZZERE PORTANO I CAPITALI OCCULTI A PANAMA, PER PROTEGGERLI



DA UNA PILLOLA DEL PROF. ITALO MIGLIO ELABORATA DA FRANK OATS


Si sta verificando ciò che gli economisti e i ministri del Tesoro di ogni Paese occidentale temono maggiormente: la fuga di capitali.


Non la tipica e consueta fuga di capitali verso banche estere, i classici soldi in Svizzera che fanno avanti e indietro a seconda delle esigenze in patria bensì, una fuga di massa di soldi dalle banche, soprattutto quelle dei Paesi in crisi economica.


Grecia, Spagna, Italia, Portogallo, Irlanda e presto anche altre nazioni, vedono i fondi depositati presso le banche locali, diminuire in maniera esponenziale.


Dal piccolo correntista al grande risparmiatore, tutti a prelevare i contanti per portarli in luoghi sicuri. Per alcuni, questi luoghi sicuri sono il materasso di casa, per altri le cassette di sicurezza pressoché inviolabili, ma per cifre ingenti è sicuramente meglio una sicura banca svizzera o un istituto bancario lussemburghese... questo era valido fino a ieri.


La notizia che alcune delle maggiori banche svizzere stiano trasferendo i denari verso Panama sta allarmando il mondo dei finanzieri, dei ricconi, dei politici di un certo rango. Pare che lo staterello centramericano stia diventando un piccolo forziere ancora più sicuro di quello elvetico.


Gli stessi panamensi però ammettono che il sistema bancario locale potrebbe andare in tilt, motivo per cui a loro volta, starebbero trasferendo la liquidità verso le isole Cayman dove il contante, di qualsiasi valuta, sarebbe maggiormente tutelato.


Da una nostra ricerca presso le suddette isole, sembrerebbe che alcune agenzie bancarie locali stiano a loro volta dislocando una parte del tesoro presso uffici decentrati delle Salomone, luoghi pressoché inaccessibili ai controlli fiscali di qualsiasi nazione.


Alle Salomone oramai pare ci siano più sportelli bancari che abitanti. Esponenti governativi del luogo ci avrebbero però confidato che, per timori non meglio specificati, tutto quel flusso di denaro era meglio renderlo meno vistoso deviandone il corso verso alcune piccole banchette delle isole Tuvalu dove solerti ragionieri terrebbero al sicuro ingentissime somme.


Ma pare che le Tuvalu non siano l’ultima destinazione dei capitali in fuga. Quasi certamente, dalle banchette delle Tuvalu, dollari ed euro approderebbero alle banchine (del porto) dell’isola di Cook dove la signora Galambelang Ushuwarizay sarebbe impegnata giorno e notte nello scavo di grosse buche ove interrare il denaro reduce da così tante transazioni.


Ricchi imprenditori, figli di governanti, miliardari d’ogni razza e nazionalità, noti attori e cantautori, Ibraimovich di turno, potranno finalmente dormire i loro sonni tranquilli sapendo i loro averi, sì lontani, ma al sicuro.



(NOVEMBRE 2012)



AMRICORD: questo articolo è stato scritto tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC (Accademia dei Cinque Cereali) collaborava allegramente con LA TAMPA

SIAMO OCCIDENTALI O ORIENTALI? DIPENDE DAI PUNTI DI VISTA

.

SIAMO NORDVEGESI O RESIDENTI USCITA RIMINI SUD? PROVIAMO A CAPOVOLGERE IL MONDO

.

Come ci insegnava a scuola qualche noiosissima professoressa di fisica, dipende sempre da dove si trova l’osservatore. Se ci pensiamo un attimo, per gli americani gli occidentali sono i cinesi, mentre per i giapponesi gli orientali sono gli americani.


Siamo abituati a sentir parlare di mondo occidentale e... di tutti gli altri.


In effetti al telegiornale non si sente mai parlare di “mondo orientale”: pare che non esista; c’è il medio oriente e c’è l’estremo oriente, ma l’oriente senza aggiunte che fine ha fatto?


Se prendiamo come riferimento il celebre meridiano di Greenwich, gli irlandesi sono occidentali, mentre i cinesi sono orientali?


Ma se utilizzassimo, come spartiacque tra oriente e occidente, il meridiano 180 - che passa dalla parte opposta al meridiano di Greenwich e che determina il cambio di data - salterebbe fuori che gli arabi sono occidentali, mentre il Portogallo farebbe parte dell’estremo oriente.


I nostri inviati in Australia e in Sudafrica durante gli scorsi mondiali di calcio hanno constatato che gli abitanti di questi Paesi, sono convinti che canadesi e scandinavi camminino a testa all’ingiù, visto che si trovano sottosopra rispetto al loro emisfero.


Ma chi ha deciso la posizione del nord e del sud? Se invece di un europeo fosse stato un neozelandese, ora sarebbe tutto capovolto, e i terroni saremmo noi?


Difficile immaginare i romagnoli che invadono l’Albania con i gommoni. Magari pagando centinaia di euro a spietati scafisti di Rimini.


Oppure, in questo immaginario mondo rovesciato, i calabresi, i siciliani e i lampedusani, con le pezze al sedere e la speranza in cuore, salire sui gommoni alla volta del ricco Marocco, dell’evoluto e industrializzato Egitto o della democratica Libia.


Cose dell’altro mondo. Appunto: un mondo... sottosopra.


E non dimentichiamo che, invertendo il nord con il sud, anche l’est si scambia con l’ovest.


Proviamo allora, andando indietro nel tempo, a immaginare la civiltà occidentale, settecento anni prima di Cristo: invece di nascere nei paesi che si affacciano sul Mar Mediterraneo, avrebbe avuto la sua culla ad esempio nel Golfo del Messico o nel Mar delle Antille: i grandi matematici e filosofi dell’antichità sarebbero stati indios e portoricani.


Socrate avrebbe bevuto serenamente un decotto di foglie di coca invece che di cicuta, dimenticandosi di punto in bianco tutta la sua filosofia, il sapere di non sapere, i suoi discepoli, il gallo di Asclepio e soprattutto quella bisbetica di sua moglie Santippe.


La Magna Grecia si sarebbe chiamata Magna Tacos. Anche le divinità sarebbero state tutte diverse: per esempio Bacco, invece di avere una corona di foglie di vite sulla testa, avrebbe avuto foglie di mais e, durante i baccanali, tutti quanti si sarebbero ubriacati di tequila e rhum.


E solo alla fine del XV secolo un uomo della Colombia, un certo Cristopher Dove, sarebbe partito alla volta delle Indie, con tre navi fatte intrecciando canne da zucchero, così appiccicose che i marinai le avrebbero soprannominate Le Tre Caramelle. Ma invece che alle Indie egli sarebbe arrivato sulle coste dell’isola del Giglio, sfrantecando tutta la fiancata della Niña o della Santa Maria de Guadalupe contro gli scogli.


Così finalmente anche l’Italia sarebbe stata scoperta.


Freddy Marchiori & Stefania Marello - (OTTOBRE 2012)


AMRICORD: questo articolo è stato scritto tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC (Accademia dei Cinque Cereali) collaborava allegramente con LA TAMPA

WHY ARE HURRICANES NAMED AFTER WOMEN?


BECAUSE THEY ARRIVE ALL WET AND WILD AND WHEN THEY LEAVE THEY TAKE YOUR HOUSE AND YOUR CAR.


INTERVISTA ESCLUSIVA AL COLONNELLO REGAZZI DELL’AERONAUTICA PARE-MILITARE DI ANDORNO MICCA


Sullo slancio della moda americana di chiamare per nome gli uragani, anche in Italia è consuetudine, ormai da qualche mese, battezzare con nomi propri di persona ogni perturbazione, sia essa una tempesta, un ciclone, o una semplice corrente d’aria calda. Persino un venticello di calunnia, come cantava il barbiere di Siviglia, oggi avrebbe il suo nome meteo. Abbiamo intervistato il Colonnello Regazzi dell’Aeronautica Pare-Militare di stanza ad Andorno Micca, il quale però ci ha ricevuti in cucina perché in stanza c’era la signora Maria che passava l’aspirapolvere.

-Bentornato Colonnello, e grazie per il tempo che dedicherà a questa intervista. Ci parli dell’osservatorio meteorologico di cui è il Direttore Responsabile.

-L’osservatorio di Andorno è uno dei più sofisticati del mondo, con attrezzature all’avanguardia.

-Ci dia un’idea di tali attrezzature.

-Stiamo aspettando dalla Regione una sovvenzione per l’acquisto di un telescopio che ci permetterebbe l’apertura di un osservatorio astronomico, ma a causa dei tagli ai fondi siamo trattati a pesci in faccia. I pesci che riceviamo comunque non vanno sprecati: vengono utilizzati per l’osservatorio gastronomico, al quale lavoriamo in attesa di tempi migliori.

-Di che cosa vi occupate?

-Vista la continua richiesta in tempo reale di informazioni meteo, grazie ai collegamenti internet di smartphone e tablet, noi non ci occupiamo di previsioni del tempo. Sapere che tempo farà domani o dopodomani non interessa quasi più a nessuno, anzi la gente è stufa di leggere, vedere e sentire previsioni del tempo, con precisione temporale all’ora, se non addirittura al minuto, che ci azzeccano sempre, togliendo quel minimo di sorpresa che la vita può ancora regalare. Noi ci occupiamo di informare i cittadini sulle condizioni meteo del momento.

-Una curiosità che interesserà i lettori: quali apparecchiature utilizzate?

-Disponiamo di radar, stormscope e altri congegni all’ avanguardia, inoltre siamo collegati via satellite con la NASA e con l’ombrellificio di Ternengo (se aumenta la produzione di ombrelli, significa che se ne stanno vendendo). Persino i Cinesi (molto bravi nell’inventare dispositivi elettronici di precisione) dai banchi dei mercatini rionali di piazza Benefica e corso Racconigi ci comunicano in tempo reale quanti ombrellini pieghevoli e/o occhiali da sole taroccati sono stati venduti. Nonostante le sofisticate apparecchiature, però, i metodi della nonna sono quelli che danno maggiori garanzie.

-Ce ne può descrivere qualcuno?

-Per esempio ogni mattina facciamo uscire il gatto e, se al rientro sarà bagnato, significa che sta piovendo. Se il gatto non dovesse rientrare (potrebbe incontrare una gattina in amore o il pitbull del vicino) allora utilizziamo i dati dei reumatismi articolari della nonna stessa.

-Una domanda che spesso ci pongono i nostri lettori: come assegnate i nomi ai vari fenomeni meteorologici e perché quasi sempre sono nomi di donna?

-Nel weekend frequento le varie discoteche e i locali della provincia, dove incontro ragazze sempre diverse. Prendo nota dei nomi di quelle dal temperamento più irruente, travolgente e distruttivo e il lunedì mattina li abbino al nome del ciclone, piuttosto che della bufera, della tempesta, e così via. Ad esempio, ricordo ancora con piacere quell’uragano di Irene...

-Come spiega allora il nome degli anticicloni Caronte e Scipione?

-Beh, è un po’ imbarazzante rispondere a questa domanda: quella volta ero stato invitato a una festa in maschera. A prima vista quelli sembravano due ragazze, e anche piuttosto accondiscendenti, ma sotto sotto... preferisco non commentare.

-Grazie Colonnello, la salutiamo e le auguriamo buon divertimento... ooops... buon lavoro.

.


M&M – Marchiori & Marello (NOVEMBRE 2012)

AMRICORD: questo articolo è stato scritto tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC (Accademia dei Cinque Cereali) collaborava allegramente con LA TAMPA

ESODATI, BOCCIATI TUTTI GLI EMENDAMENTI

.
CENTINAIA DI MIGLIAIA DI PERSONE DESTINATE A PASSARE DALLA VITA LAVORATIVA, DIRETTAMENTE AL FORNERO CREMATORIO

.

L’ECONOMIA ITALIANA VERSO IL “RIGOR MONTIS” GRAZIE AD ANGELA MERDEL E ATTILIO BECERA

.

SPARISCONO DALLA LEGGE DI STABILITÀ GLI EMENDAMENTI SALVA ESODATI: BOCCIATA LA TASSA SUI RICCHI, MA FORSE PROMOSSA QUELLA SUI POVERI

.

.

La questione esodati resta in alto mare: nonostante l’impegno della Guardia Costiera e del Nucleo Sommozzatori non si riesce ancora a riportarla a terra.

Un altro no alle proposte che puntano ad allargare la platea degli esodati: in commissione Bilancio della Camera sono stati bocciati tutti i provvedimenti, tranne uno, che è stato rimandato a settembre con tre insufficienze. Il provvedimento da riesaminare afferma che, vista l’impossibilità di allargare la platea, si potrebbe collocare una parte di esodati in galleria.

Inammissibile l’emendamento che estendeva la salvaguardia a tutti gli esodati del biennio 2013-2014, introducendo una "tassa sui ricchi" (prelievo del 3% sui redditi alti).


Dopo l’approvazione quasi all’ unanimità, la maggioranza si era tirata indietro sulla scia delle rimostranze di Confindustria. Perché Confindustria rimostrasse ci sembra del tutto evidente, ma se non fosse chiaro clicca qui:

(=> Confronta con le critiche alla tassa sui ricchi, se hai voglia di ridere).


.

Era prevista anche una clausola di salvaguardia che aumentava le tasse sui tabacchi, ma non sembrava bello chiedere ai fumatori garanzia di non smettere, per non creare problemi di instabilità alla Legge di Stabilità.

La proposta di utilizzare una “tassa una tantum sui poveri” (da trasformare in tassa una soventem a partire dal prossimo anno) è stata dapprima presa in considerazione, ma successivamente scartata per mancanza, anche qui, di copertura economica. Prelevando il 3% dei redditi bassi non ci sono abbastanza poveri da raggiungere la cifra necessaria. Mentre i poveri tirano un sospiro di sollievo e si apprestano a tornare sul mercato a rovistare tra la frutta scartata, torna la proposta del vicepresidente in Commissione Lavoro, Giuliano Cazzola, sulla ricongiunzione dei contributi. Qualcuno l’aveva definita la super proposta di Cazzola, qualcun altro aveva obiettato trattarsi di una super Cazzola di proposta.

(=> Leggi la proposta, se hai tempo da perdere).


.

PROPOSTA CAZZOLA

Se non hai tempo da perdere ti spieghiamo noi in breve in che cosa consiste: sperimentazione fino al 2015 della pensione di anzianità per tutti i lavoratori con il contributivo puro. Anche qui la bocciatura è frutto di una mancata copertura, secondo quanto stabilito dalla commissione. Se questa ipotesi non ha la copertura allora siamo messi proprio male, visto che, con il contributivo puro, si tratta di restituire ai lavoratori solo quello che hanno versato e che, a conti fatti, si traduce in una miseria di pensione.

(=>Leggi la differenza tra la pensione con il metodo retributivo e quella con il metodo contributivo, se vuoi farti del male).

.

SE, COME PROBABILE, NON HAI ANCORA CAPITO NULLA, TI SPIEGHIAMO IN SINTESI LA SITUAZIONE ATTUALE.

Sfumata ogni speranza, ad oggi la situazione esodati resta la seguente: per risolvere definitivamente il problema, con una corretta copertura economica, basterebbe la decisione del Governo di non acquistare uno dei caccia- bombardieri F-35 previsti, il cui utilizzo non è ancora chiaro (nessuno sa dire nello specifico chi dovremmo cacciabombardare).

Di questa decisione ringrazierebbero gli esodati, ma non solo, anche i bambini di quelle scuole sparse qui e là, che ogni giorno rischiano di saltare in aria, perché hanno il tetto a forma di obiettivo militare.

(=>Leggi che cos’è una Missione di Pace e perché si chiama così, se vuoi continuare a non capire).


Stefania Marello (NOVEMBRE 2012)


AMRICORD: questo articolo è stato scritto tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC (Accademia dei Cinque Cereali) collaborava allegramente con LA TAMPA

BAMBINO

.

DA UN APPROFONDITO STUDIO DEGLI EMINENTI PROFESSORI DELL’ACCADEMIA DEI CINQUE CEREALI

.

Dicesi Bambino un soggetto alieno le cui due occupazioni principali - nella prima fase - sono strillare e produrre in continuazione materiali dal dubbio colore, ma dall'intenso e discutibile odore. Egli si dedica anche a un'occupazione secondaria: suggere avidamente alimenti naturali (tette della mamma) o artificiali (biberon). Completa l'arco delle 24 ore dormendo, ma non con un senso logico: si sveglia quando gli pare, per ottemperare ai suoi utilizzi primari: strillare, produrre rifiuti organici, reclamare cibo (naturale o artificiale). Il processo viene ripetuto all'infinito per un tempo indeterminato, senza alcuna speranza di una tregua per i soggetti preposti alla sua manutenzione.

.

Il soggetto, pur creando notevole disturbo acustico e neuronale, può agevolmente essere contenuto in uno spazio ben confinato, ma solo nella prima fase della gestione. Con lo sviluppo cellulare (un fenomeno definito crescita), il bambino si muoverà più rapidamente e imprevedibilmente, riuscendo così a raggiungere le pareti del suo contenitore, superarle, e uscire all’esterno, invadendo l’habitat circostante. Nonostante le dimensioni contenute (o a volte proprio a causa delle stesse) il bambino crea molteplici disturbi all’ambiente circonvicino, e finanche danni irreversibili. La produzione di rifiuti organici, che talvolta può causare molesti inquinamenti, non subisce mai alcuna interruzione.

.

L’emissione di strilli si fa meno frequente e fastidiosa, ma non si annulla mai del tutto. In sostituzione dello strillo compaiono - in questa seconda fase - suoni più articolati e complessi, ma sempre molesti in riferimento al numero di decibel, e ancora di difficile interpretazione. Per gli individui preposti alla manutenzione del bambino questa fase può essere molto insidiosa: le delicate strutture dell’orecchio vengono stressate e messe a dura prova. Inoltre, i turni massacranti di sorveglianza, e l’affaticamento muscolare dovuto al continuo sollevamento e spostamento dell’essere alieno, potrebbero ingenerare gravi ripercussioni sull’equilibrio psico-fisico del gestore - sia abituale, sia saltuario - a breve, medio, e lungo termine.

.

Nella terza fase, il piccolo strano individuo evolve nella direzione di una maggiore autonomia, e di un certo coordinamento motorio. Deambula. Tuttavia, a causa di una persistente rotondità dei piedi, ha un equilibrio decisamente precario. Raccoglie inopinatamente da terra oggetti che chiunque giudica irraccoglibili e li porta alla bocca, o li inserisce in luoghi decisamente non idonei. Ma gli oggetti che dovrebbe raccogliere vengono ignorati, se non presi a calci senza ritegno.

.

È inspiegabilmente attratto da tutti i dispositivi preposti alle interazioni del tagliare, squarciare, infilzare, strangolare, soffocare, avvelenare, bruciare, e fulminare tramite scossa elettrica, tanto da far ritenere che da questa fase dell’essere in oggetto siano nate le idee migliori per le varie forme di pena capitale ancor diffuse nel mondo.

.

Il piccolo alieno si esprime quasi sempre imitando vagamente il linguaggio dei gestori, ma con un’insistenza superflua e molesta, ricorrendo pertanto all’ingenerare reiterati episodi di disturbo prolungato della quiete pubblica, oltre all’acuire nei gestori la sensazione di stress da inadeguatezza educazionale.

.

Paragonato a qualsiasi esemplare della fauna terrestre, l'individuo cresce con lentezza esasperante. Trascorsi sei, otto, anche dieci anni dalla sua comparsa sul pianeta, sembra finalmente evolvere verso forme umane. Ma, ad una più attenta osservazione, si tratta ancora di un soggetto diverso (per non dire avverso), di faticosa gestione e di dubbia utilità sociale, nonostante i tentativi di addestramento ed educazione, presso scuole appositamente ideate e create, diffuse su tutto il territorio.

.

Il bambino, all’interno di queste scuole, impara come primissima cosa ad aggregarsi in bande organizzate, al solo scopo di infrangere ogni regola, distruggere il più possibile gli arredi, e minare senza pietà l’equilibrio psicofisico del personale preposto all’addestramento. Qualora gli si presenti l’occasione, e si dimostri la validità del progetto, manifesterà la propria prepotenza nei confronti degli insegnanti, e di individui della sua stessa specie meno aggressivi.

.

Solo occasionalmente, e non in tutti i soggetti, si riscontra un apprendimento di tipo positivo, cioè l’acquisizione - spesso parziale e discontinua - di tecniche per la lettura e la scrittura di testi, strumenti di calcolo elementare, vaghe nozioni in ambito linguistico – storico - letterario, nonché artistico e scientifico. (Questa affermazione è stata imposta dal “Comitato per la salvaguardia della corretta reputazione delle future generazioni”. N.d.R). Il nostro “essere”, a questo punto, si presenta come un animale selvatico parzialmente addomesticato, che torna, appena gli è possibile, alle sue ferine e selvagge manifestazioni. Come è ben noto a chi, anche se solo di passaggio, si avvicini al cortile di una scuola durante una breve assenza dei sorveglianti.

.

L’ultima fase prima della conclusione del ciclo è forse la più prolungata, delirante e invasiva delle forme evolutive descritte in precedenza, e viene denominata adolescenza o pubertà. Secondo alcuni alienologi, l’esatta definizione dovrebbe essere idiozia giovanile o ebetudine di transizione, anche se la transizione, come presto vedremo, potrebbe non esaurirsi mai.

.

In questa fase l’evoluzione dell’alieno, fin qui indifferenziato, si biforca: avremo l’alieno-maschio e l’alieno-femmina. Le due forme, pur diverse sotto molti aspetti, hanno in comune l’irrazionalità comportamentale.

.

La voce del maschio si fa sgradevole e cavernosa, passando, prima di ridiventare voce umana, attraverso la riproduzione del verso di specie animali: egli bramisce, barrisce, grugnisce, raglia.

.

Il timbro di voce della femmina non cambia in modo così evidente, tuttavia ella riesce a sbalordire ugualmente gli addetti alla sorveglianza, sia per il contenuto di ciò che esprime - spesso di una stupidità inimmaginabile - sia per l’altalenare dei toni: piagnucoloso, eccitato, paturnioso, stizzito, rivendicativo, isterico.

.

Anche la crescita dei peli è diversa tra le due forme, oscillante tra l’orso marsicano e la lupa abruzzese, ma in entrambe le tipologie esige l’acquisto di costose attrezzature per la tosatura e la decespugliazione. Un importante segnale di differenziazione è dato dalla scelta dell’abbigliamento. Il maschio pretenderà biancheria intima recante scritte Kalvin Klein o Dolce & Gabbana sull’elastico, scritte che dovranno essere rigorosamente leggibili anche dopo aver indossato speciali pantaloni a vita bassa e cavallo bassissimo (un mistero inspiegabile fuori dal campo della moda e del fenomeno di costume, denominato dagli stilisti vitaccia cavallina), e felpe o maglie che dovranno essere larghe, sbiadite, informi: tutte qualità irrinunciabili per gli alieni, anche se nessuna di esse riesce a giustificarne in qualche modo il prezzo così elevato.

.

Prezzo che, anche in questa fase, pagherà qualcun altro. Le femmine esigeranno invece minigonne confezionate con i ritagli di tessuto avanzati dalla lavorazione della cintura. La funzione di queste “gonne” (definizione poco pertinente, ma ancora non è stato trovato un valido termine sostitutivo) è tutt’ora dubbia. Sicuramente non è quella di coprire: piuttosto di sventolare sulla biancheria intima, modello filo interdentale, che a malapena copre la cosiddetta ex-zona del pelo pubico, ora rasata.

.

Maschi e femmine tenderanno a condurre vita aliena prevalentemente notturna, presso locali appositi, dimenandosi in danze che ricordano da vicino l’agonia di un pesce preso all’amo, al suono di percussioni metalliche ripetute, e bevendo colorate miscele di psicofarmaci in soluzione alcolica.

.

Durante le ore diurne, sia i maschi sia le femmine nella migliore delle ipotesi dormiranno, o si aggireranno come zombie all’intero delle case, continuando quell’opera di disturbo descritta nelle fasi precedenti, peggiorata dall’aumento dimensionale, e da un grave peggioramento dell’irrazionalità preesistente.

.

Purtroppo, nell’era della tecnologia e della crisi economica ricorrente, l’alieno continuerà questa vita per molti anni, anche dopo la conclusione della sua evoluzione fisica.

.

Un dettaglio fisico piuttosto inquietante è la cosiddetta Appendix manus, una sorta di escrescenza sul prolungamento delle dita della mano - solitamente la destra - di forma rigida e piatta, di vario colore, costituita da materiale inorganico, di dimensioni vagamente simili a quelle di un pacchetto di sigarette.

.

Questa escrescenza, rimasta l’unica opzione con la quale l’alieno comunica col mondo esterno, purtroppo non è asportabile, e costituisce per lui un’ossessione costante: ovunque si trovi passa il suo tempo a guardarla e a tormentarne frenetica- mente la superficie con il dito pollice (l’unico che gli resta libero), estraniandosi completamente da tutto ciò che lo circonda.

.

Purtroppo, nell’era della tecnologia, l’alieno perpetuerà questi comportamenti per molti anni, anche dopo la conclusione della sua evoluzione fisica. Il che, nell’era della crisi economica ricorrente, rappresenterà una costante, perenne e inalienabile fuoriuscita di contanti per le persone preposte alla sua manutenzione.

.

La descrizione della fase adolescenziale conclude questo trattato.

.

Al termine dell’adolescenza possiamo affermare che il bambino si è trasformato in adulto, anche se resterà perennemente improduttivo, e anzi continuerà ad essere molesto per molti anni a venire.





Dottoressa Stephanie Hop-là & Professor Italo Miglio – ACC

.

.

.

IL BAMBINO DI 40 ANNI A CASA DEI GENITORI

.

Prossimamente su queste pagine

.

Incipit

Denuncia i genitori che non lo vogliono più man- tenere, e la Suprema Corte di Cassazione gli dà ragione, condannando i genitori stessi a corrispondergli vitto, alloggio, paghetta, auto, arretrati, danni morali e materiali, varie ed eventuali vita natural durante.

.

Non perdetevi le prossime puntate...

.

.

AMRICORD: questo articolo è stato scritto tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC (Accademia dei Cinque Cereali) collaborava allegramente con LA TAMPA

SALVE ANNO 2012


A CURA DI LIVIO CEPOLLINA

Docente presso l'Università di Pensologia di Torino



SAN VITTORE

In carcere il cappellano che abusava dei detenuti. Mi auguro non nelle stesse celle.

>><<

Carlà dopo Giulia ora vuole un altro piccolo. (A parte Nicolas)

>><<

GIAVENO

Telecamere a tutti gli ingressi per schedare chi entra in città. Un po’ come a Chicago.

>><<

Società Italiana di Gerontologia e Geriatria “Con una dieta bilanciata, gli anziani possono risparmiare 600 euro all’anno”. Tipo mangiare un giorno sì e l’altro no?

>><<

Francia, addio tripla A. Sono così pieni di sé che le metteranno lo stesso, magari più strette.

>><<

California University di San Diego “il peso della nascita predice lo sviluppo del cervello”. Eppure ero grassottello....

>><<

Ministro delle Finanze svizzero “Presto Berna troverà delle intese con l’Italia”.

Sì, anche noi siamo pieni di buchi.

>><<

SANTO PADRE

“La fine del mondo non è dietro l’angolo”. Oh capperina, ha già svoltato?

>><<

Dopo la lite, Lele Mora e la Cipriani si sono rappacificati. Il primo ha perso la testa e la seconda, durante lo scontro, la tetta.

>><<

Mangiare in orari strani causa obesità. Da oggi tutti a dieta con insalata scondita ed un timer appeso al collo.

AMRICORD: questo articolo è stato scritto tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC (Accademia dei Cinque Cereali) collaborava allegramente con LA TAMPA

PILLOLE


Pillole mie - Hardware by Dario di Osio Sotto


Arriva il Viagra rosa, spray nasale che garantisce l’orgasmo femminile. Senza maschio.

Pamela Anderson nuovamente “hot”, per salvare le balene. E piantarla lì, a 45 anni, no?

Cicciolina presenta il nuovo partito. La pensione di 6.200 €uro al mese non è sufficiente.

Le olgettine ricevono una paghetta di 2500 €uro al mese. È sempre meglio che lavorare.

Bankitalia smentisce la Fornero: un giovane su tre si adatta a lavorare. Oppure defunge.

Il Governo pensa di inserire il canone Rai nella dichiarazione dei redditi. Pensa troppo...

Nicole Minetti si è fidanzata in USA col ristoratore Cipriani. Non con un morto di fame.

Il Viminale concede permessi di soggiorno alle coppie gay. Extracomunitario non basta.

Un parlamentare di San Marino guadagna mille €uro al mese. In Italia sarebbe defunto.

I figli in provetta potranno essere disconosciuti. Io disconosco anche quelli senza prove.

Manipolando gli esplosivi i ricercatori hanno prodotto diesel dallo zucchero. Sarà dolce?

Senza lavoro il 58% dei giovani greci. Il lavoro non interessa al 58% dei giovani italiani.

La TV russa passa al digitale terrestre. Anche loro proveranno il brivido dei quadrettini.

Progetto economico di Obama: i ricchi paghino più tasse. Come un Vendola qualunque.

In Serbia i salari Fiat aumentano del 13%. Come investiranno la folle cifra di 39 €uro?

Maria De Filippi fa la proposta a Tiziano Ferro. Tranquilli: si tratta di fare TV insieme.

La frutta nelle bibite di frutta passa per legge dal 12% al 20%. È uno sforzo sovrumano.

Gli asili nido comunali costano 3.000 €uro l’anno. Riprodursi è sempre più dispendioso.

Matrimonio cinese tra eBay e Xiu.com. Adesso anche i cinesi potrebbero essere fregati.

Il fisco italiano oscura 4.124 siti di giochi online illegali. Vuole esser l’unico biscazziere.

Laura Chiatti si è rifatta il seno? Mah, finché non viene qui a mostrarmelo non le credo.

Madonna odia Lady Gaga perché si è rifiutata di cantare con lei: non accetta il turnover.


Italo Lovrecich (NOVEMBRE 2012)



AMRICORD: questo articolo è stato scritto tra il 2012 e il 2014, quando l'ACC (Accademia dei Cinque Cereali) collaborava allegramente con LA TAMPA

Disclaimer. Questo blog non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog potrebbero essere estrapolati da internet e, pertanto, se non considerate di pubblico dominio, perlomeno accessibili a chiunque. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, siete pregati di comunicarcelo senza esitazioni all’indirizzo e-mail: info @ lastampella.it e saranno immediatamente rimossi.
Gli scritti che contengono riferimenti a persone realmente esistenti hanno il solo scopo (si spera) di far sorridere e sono frutto del vaneggiare degli autori. Se tuttavia qualcuno non gradisse un articolo o una sua parte può chiederne la rimozione all’indirizzo di cui sopra, motivando l’istanza.
Non siamo responsabili dei siti collegati tramite link, né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
| Copyright © 2016 La Stampella | contatti | newsletter | privacy policy | sitemap |